martedì 30 settembre 2008

Treccia Russa

Questa è una treccia che da sempre moltissima soddisfazione, assomiglia se volete un po' alla torta angelica, anche se si differenzia per procedimento e forma

Un grazie sincero a Marianne.........maga dei lievitati

La treccia viene molto bene se si rispettano le tre lievitazioni, se uno ha fretta si può saltare la prima ma non risulta così soffice

Ingredienti
10-20gr di lievito di birra
200ml di latte
90gr di zucchero
90gr di burro
2 uova intere piccole
550-650gr farina bianca (compresa quella del lievitino)
1 cucchiaino raso di sale
50gr di burro circa con un po' di zucchero per il ripieno

Sciogliere il lievito nel latte (a temperatura ambiente), aggiungere mescolando con una frusta farina bianca (prendendola dai 500gr della ricetta) fino ad avere una crema densa coprire con un po' di farina bianca circa mezzo centimetro e poi lasciar lievitare
Il nostro lievitino sarà pronto quando in superficie si formeranno delle crepe da cui uscirà la cremina sottostante come un vulcano

Il lievito come il tempo è un po' capriccioso, se capitasse e vedete che non si muove o avete fretta aiutatelo un po' ....per Anto (vedi che succede) prendete una pentola alta metteteci dentro un dito d'acqua e portate ad ebollizione quando bolle spegnete e sopra appoggiateci la scodella col lievitino vedrete che inizierà a muoversi.......gli brucia il sedere



Quando il vostro lievitino è pronto aggiungete un po' alla volta gli altri ingredienti, aiutandovi con una spatola e lavorate bene l'impasto fino a formare una bella palla soffice, ma non appicicosa che poi metterete a lievitare coperta
Se volete guardare come impastare potete guardare il procedimento spiegato passo passo nel pane decorato al latte
Questa è la seconda lievitazionee qui potete vedere come era l'impasto e come sia ben lievitato



Quando l'impasto è ben lievitato, circa un'ora abbondante lo prendete e lo rovesciate sulla spianatoia e senza lavorarlo troppo con il mattarello stendete una bella sfoglia
Prendete il burro lavoratelo con un po' di zucchero e poi spalmatelo sulla sfoglia.



Adesso con calma iniziare ad orrotolare la sfoglia stando attenti a far combaciare i bordi


Dal rotolo formato tagliare circa tre centimetri di pasta per la rosa finale. Prendere il rotolo restante e tagliarlo per il lungo con un coltello molto affilato senza schiacciare e lasciando la lunghezza di due dita unite nella parte iniziale che servirà per fare la rosa



Adesso prendere con la mano la parte iniziale della treccia e sollevarla, tenendo uniti i lembi, e ruotarla lentamente dal basso verso l'alto passandola attraverso i due nastri della treccia come da foto


Poi sistemare i due lembi vicino alla rosa e poi proseguire formando la treccia



Chiudere la treccia lasciando un leggero spazio
Prendere il pezzo di rotolo tagliato all'inizio sistemarlo in verticale nello spazio lasciato vuoto in fondo alla treccia Adesso allargare leggermente i petali delle due rose


La nostra treccia Russa è pronta per essere messa a lievitare fino al raddoppio è la terza lievitazione La treccia può essere messa in una teglia tipo plum cake nel sistemarla nella teglia può essere leggermente allungata o accorciata (semplicemente avvicinando o allontanando le due estremità)


Ecco la treccia lievitata


Una volta lievitata cuocere a 180° per circa 30 minuti appena cotta spenellarla con un po' di latte per renderla lucida e poi a piacere spolverarla con zucchero a velo


Con lo stesso impasto si può fare anche una bella ciambella

Tutto procede nello stesso modo, fino alla formazione del rotolo
Il rotolo in questo caso deve essere tagliato in due parti uguali

A questo punto ho messo i due rotoli verticali e come spiegato per la treccia ho tagliato verticalmente lasciando interi i primi 4cm

Una volta tagliati i rotoli e separato leggermente i due lati ho girato con delicatezza parte intera creando la rosa (guardare le foto precedenti della ricetta) e poi intrecciare i due nastri lasciando la parte finale un po' larga, allargare anche i petali delle due rose



Ora prendere uno stampo per ciambella, ungerlo o foderarlo con carta forno con calma adagiare una treccia nello stampo e poi vicino l'altra
le rose devono appoggiarsi sopra la parte finale dell'altra treccia in modo da formare una ciambella con due rose equidistanti fra loro (vedere foto......è chiaro)


Mettere a lievitare, io quando ho fretta accendo leggermente il forno al minimo per qualche minuto mentre compongo la ciambella e poi ho spengo e successivamente metto dentro la tortiera, coperta, a lievitare e poi cuocere in forno a 180° per 30 minuti


Interno della fetta

Con questa treccia il successo è assicurato

NB:
Alcune precisazione dovute ai vostri leciti dubbi
per lievito di birra mi riferisco a quello in panetto fresco, un cubetto da 25gr di lievito fresco sono equivalenti ai 7gr di lievito secco disidratato
la dose di lievito dipende dal vostro tempo, se non avete fretta basteranno 10gr di lievito, se al contrario preferite fare la vostra treccia più rapidamente vi consiglio di usare l'intero panetto









Stampa tutto il post

85 commenti:

  1. ogni volta che la vedo...rimango incantato!!!!!
    è bellissima!!!!!
    devo provare a farla..... chissà se ne sarò capace!!!!
    un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Dario,
    è veramente una treccia fantastica
    e sicuramente sarai capace di farla

    sei bravissimo!!!!!

    non è difficile.......ma come tutti i lievitati non sopporta la fretta!!!!

    comunque se tu avessi dei dubbi sono qui

    grazie
    salutoni Manu

    RispondiElimina
  3. E` da tanto che non la faccio, sarà il caso di riassaggiarla.

    Grazie per il tuo favoloso commento sul mio "La lontananza",
    sei una vera amica! Smack!!

    RispondiElimina
  4. MI-TI-CA!!!!!!ormai la faccio ad occhi chiusi, ed ogni volta, un successo!!!!!

    Brava Manuuu!!!

    P.S. mi porto via il meme!!!

    RispondiElimina
  5. La sto facendo con licoli rinfrescato con semola rimacinata, vediamo cosa ne viene fuori con questa variante!

    RispondiElimina
  6. Bravissima Anna poi mi dirai i risultati

    smack Manu

    RispondiElimina
  7. Stupenda da vedere e di sicuro anche buonissima. Complimenti. Wella

    RispondiElimina
  8. Ciao Wella
    grazie mille ........... si è veramente buonissima ed il suo aspetto ha spesso successo

    buona serata
    Manu

    RispondiElimina
  9. Sono senza parole... questa brioche è fantastica.

    RispondiElimina
  10. Grazie mille Claudia
    è una treccia fantastica, conquista ogni volta che la faccio

    salutoni
    Manu

    RispondiElimina
  11. Ciao,ma è meravigliosa.

    la segno e la voglio provare in settimana.

    ciao

    RispondiElimina
  12. Ciao Alice
    grazie mille, vedrai è buonissima

    Manu

    RispondiElimina
  13. Ho provato la tua treccia russa, tutto ok ma ho avuto difficolta' per la cottura. Praticamente si e' cotta fuori ma l'interno era molliccio..come mai?? Graziee

    RispondiElimina
  14. Ciao Ester
    mi dispiace per la cottura
    dovrebbe cuocersi omogeneamente, forse ti serviva qualche minuto in più di cottura
    i forni sono veramente dei misteri, io generalmente faccio sempre la prova dello stecchino prima di sfornare

    ciao Manu

    RispondiElimina
  15. Sicuramente..caso mai quando vedo che il sopra della treccia e' colorito ma facendo la prova stecchino risulta umido, posso mettere la stagnola sopra e continuare ??? Scusa ma sono proprio agli inizi.. granzie ancora

    RispondiElimina
  16. Ciao Ester
    sicuramente se vedi che la treccia è già bella colorita, ma ti sembra ancora un po' umida appoggia sopra un foglio d'alluminio e continua la cottura per almeno 5 minuti
    non preoccuparti per le domande sono sempre lecite, ...... il problema dei tempi di cottura è che non tutti i forni sono uguali e si deve un po' cercare di conoscere il proprio

    ciao e se hai dubbi chiedi pure

    smack Manu

    RispondiElimina
  17. Ciaoooo!! Ti ho appena scoperto.. e non ti perdo piu'!!!!!!! Sono affascinata dalle mille ricette fantastiche che fai.. ora mi metto sotto e le provo! Complimentoni :)

    RispondiElimina
  18. Non ho resistito.. non ho potuto aspettare.. la mia treccia russa e' stata appena sfornata.. una meravigliaaaaaaaaaa!! Grazieeeeeeee mio marito se ne e' gia' sbaffata mezza :) l'ho farcita con burro/zucchero/cannella... gnam gnam!

    RispondiElimina
  19. Ciao Nicole
    grazie mille per la grande fiducia, sono felicissima che il blog e le mie ricette ti piacciano, sei stata velocissima ........... mi fa molto piacere che sia riuscita bene e che il marito abbia gradito, anche il ripieno che hai scelto è veramente ok
    ....... anch'io quando una ricetta mi colpisce non resisto e mi butto subito a provarla!!!

    un salutone
    Manu

    RispondiElimina
  20. Ciao Manu!! Ho fatto la tua treccia per la 3a volta ormai :) Ti ho ringraziata personalmente nel mio ultimo post! Se ti va vai a dare un'occhiata :)

    RispondiElimina
  21. Grazie cara, passo subito a vederla
    sono contenta ti piaccia

    ciao Manu

    RispondiElimina
  22. Ciao Manu!!
    Che meraviglia *_* questa treccia russa è fantastica, sono rimasta a bocca aperta ^_^!

    Una domanda: quando stendi la sfoglia, lo spessore deve essere più o meno di qualche centimetro, giusto?

    Vorrei provare a farla ;) casomai ti faccio sapere!

    Complimenti per il blog *-*!

    RispondiElimina
  23. Hola,
    he preparado tu receta. Simplemente espectacular! Decirte que nos ha encantado y que la repetiré. La próxima la rellenaré con cabello de ángel. A ver qué tal.
    Saludos desde Lleida (España)

    RispondiElimina
  24. Buona notte

    @ piccolamimi
    ciao e scusa il ritardo ma mi era sfuggito il tuo messaggio
    si quando stendi la sfoglia la lasci di circa 1-2cm
    grazie mille

    @ Anna
    Hola
    Estoy muy contento de que te ha gustado esta trenza que me n realmente una buena receta y siempre confiable
    gracias por la visita pronto

    smack
    Manu

    RispondiElimina
  25. Mi incuriosiva da morire e l'ho provata anch'io
    FANTASTICA

    http://ilcuoreoltrelostacolo.splinder.com/

    RispondiElimina
  26. Ciao Silvia
    grazie mille per la fiducia ..... sono molto contenta che ti sia piaciuta

    un salutone
    Manu

    RispondiElimina
  27. Questa ricetta è fantastica, complimenti! Voglio provare a farla, ma ho un dubbio sul burro dell'impasto: dev'essere morbido a temperatura ambiente oppure fuso?

    RispondiElimina
  28. Ciao maribox
    grazie mille
    questa ricetta è veramente favolosa e se la provi sono convinta ti piacerà, il burro nell'impasto va benissimo a temperatura ambiente basta che non sia fuso
    ciao e se ti va fammi sapere
    salutoni
    Manu

    RispondiElimina
  29. Ciao Manu, l'ho fatta e, a parte il fatto che mi sono divertita un sacco e che è un impasto che dà soddisfazione, è venuta buonissima, delicata e morbida.
    In famiglia è piaciuta a tutti, anche la piccolina di 5 mesi la guardava con interesse, fra qualche mese la potrà assaggiare anche lei!
    Ancora complimenti per il tuo fantastico blog!

    RispondiElimina
  30. Ciao maribox
    mi fa molto piacere che ti sia venuta bene e sia stata apprezzata e sono sicurissima che la piccolina apprezzerà presto
    hai ragione è un impasto bellissimo da lavorare

    grazie mille
    salutoni
    Manu

    RispondiElimina
  31. ciao,

    ho visto che negli ingredienti dici 10-20gr di lievito. Come mi devo regolare? Grazie mille

    RispondiElimina
  32. Ciao Marco
    il lievito nella treccia lo dosi in base alle tue esigenze di tempo

    mi spiego meglio se vuoi fare la treccia e vuoi farla abbastanza velocemente usa tranquillamente 29gr di lievito
    se invece sai che puoi lasciarla lievitare a lungo diminuisci il lievito a 10 grammi e compensi appunto con il tempo più lungo di lievitazione ...... circa 1 ora e mezza per ogni lievitazione

    se hai dubbi chiedi tranquillamente
    Buona notte e scusa il ritardo
    Manu

    RispondiElimina
  33. scusa... sono agli inizi ma precisami meglio lievito di birra: secco, panetto dal frigo x pizza o che? grazie ciao

    RispondiElimina
  34. Ciao Marc,
    non preoccuparti non devi scusarti, i dubbi sono sempre leciti, il lievito di birra per i lievitati può essere sia quello in panetto che quelle secco disidratato, in questo caso mi riferisco al panetto da tenere in frigorifero, però se ti è più comodo puoi usare anche quello secco ti basta sapere che una bustina da 7gr è l'equivalente di un panetto da 25gr fresco

    diverso è invece il lievito chiamato pizzaiolo a lievitazione istantanea

    se hai altri dubbi chiedi pure tranquillamente

    ciao e buon anno
    Manu

    RispondiElimina
  35. Carissima,ho sperimentato la tua ricetta con la macchina del pane F A V O L O S A.Adesso che ti ho trovato non ti mollo più.Un Saluto affettuoso nonna Emilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emilia
      non sai che piacere mi fa quando qualcuno prova una mia ricetta e ne rimane soddisfatta, ti ringrazio per la fiducia
      grazie mille e buona notte
      Manu

      Elimina
  36. Hmmm, Deine Brioche sieht sehr lecker aus, die Bilderfolge ist sehr hilfreich beim nachbacken ;o))
    Liebe Grüße
    Irène

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la visita e mi fa molto piacere che la treccia ti piaccia
      Ciao Manu

      Elimina
  37. l'ho appena sfornata! Questa ricetta è fantastica! ho usato una variante! Al burro e allo zucchero del "ripieno" ho aggiunto un goccio di rum. e ho messo all'interno uva sultanina ammollata nel rum e asciugata su carta assorbente e pezzetti di cedro candito! una bomba!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille
      ci credo che sia buonissima

      Elimina
  38. Cara Manu, in pochi giorni ho già fatto la tua treccia russa, il pane ventaglio con semini, il pane a fisarmonica e, con l'impasto della treccia ho fatto delle brioches, tutto con il lievito liquido, tutto meraviglioso!!!!!...tutto già mangiato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana
      mi fa molto piacere che i lievitati ti abbiano conquistata e sopratutto che siano riusciti bene

      grazie mille
      Manu

      Elimina
  39. Irene's gracias por visitar mi blog, yo me he quedado en el tuyo porque me encanta, he estado visitando recetas y son geniales.
    Un paso a paso perfecto. Besitos desde Malaga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille
      un abbraccio Manu

      Elimina
  40. magnifique cette façon de faire je retient j' aime beaucoup !!! bonne journée maggy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maggy
      sei molto gentile
      buona notte Manu

      Elimina
  41. Cara Manu, con questo meraviglioso impasto della treccia russa ho fatto le brioches. Tutto pari pari fino alla stesura: prima di mettere la crema di burro e zucchero ho steso e piegato in 4 a libro. Ho poi steso per lungo, non troppo sottile, spalmato la crema, tagliato a triangolo e poi formato le brioches. Con l'avanzo ho fatto una piccola treccia: MERAVIGLIOSE!!! Scusami se mi sono permessa di fare una variante, ma è più forte di me, lo faccio anche con le ricette di Vittorio di VivalaFocaccia. GRAZIE!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana,
      non preoccuparti affatto è da tutti modificare o variare una ricetta, poi questo impasto si presta moltissimo anche a me capita di variare a volte delle ricette in funzione delle esigenze (vedi grissini con salamino) però quando si fa una nuova ricetta per la prima volta secondo me si deve cercare d'essere più fedeli possibili e poi successivamente spazio alla fantasia ........ quindi sbizzarrisciti .......
      ciao e buona giornata
      Manu

      Elimina
  42. E' proprio perché l'avevo fatta come da tua ricetta e foto una volta che poi mi sono permessa di fare le brioches. Mio marito mi ha detto che era così buona che sarebbero venute buone anche le brioches...e così è stato!!! Grazie grazie grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima lo so che l'avevi provata e ti è piaciuta.
      La mia era una riflessione a "voce alta" perchè spesso c'è chi vuole modifica alla base (e non la forma) una ricetta per poi dire che non è venuta bene .........
      grazie infinitamente per la fiducia
      un abbraccio Manu

      Elimina
  43. Cara Manu, sempre io Viviana, scusa ma ora che ti ho scoperta sei uno dei primi blog che apro quando accedo a internet. Volevo solo chiederti se per caso conosci la ricetta della torta delle rose che mi sembra abbastanza simile a quella della treccia russa. A noi piace molto, ma io ho una ricetta trovata tra le varie su internet e non so se è quella giusta. In ogni caso grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana
      quello che mi dici non può che farmi un immenso piacere quindi non preoccuparti chiedi pure tranquillamente
      Io la ricetta della torta di rose non ce l'ho o meglio ne ho una che non mi ha mai soddisfatto perchè da quando ho scoperto la treccia russa la faccio con lo stesso impasto come

      Rose deliziose

      per la torta puoi usare lo stesso impasto lo taglia a salamino e poi metti le rose una vicina all'altra, unico accorgimento se vuoi prendi un pezzettino di impasto lo stendi sottile e lo metti sul fondo della tortiera e poi ci appoggi sopra le rose fai lievitare il tutto e cuoci
      per il ripieno delle rose usa burro e zucchero e sentirai che meraviglia

      ciao e grazie
      Buona serata Manu

      Elimina
  44. Grazie 1000!!! Proverò sicuramente :-)

    RispondiElimina
  45. Cara Manu ho sfornato questa mattina la treccia russa. Rifatta pari pari da tua ricetta, solamente ho usato il latte aromatizzato alla vaniglia che mi avanzava dalla crema. Risultato SPETTACOLARE!! Credo di aver trovato il mio lievitato dolce preferito. Sembra pandoro, ma molto più soffice e più delicato...non ho parole!!! Grazie ancora!!!!

    RispondiElimina
  46. Grazie mille carissima
    un abbraccio Manu

    RispondiElimina
  47. Ciao!
    Ho appena sfornato la treccia seguendo la tua ricetta ed è suberba! Ho fatto alcune modifiche che secondo me potrebbero risultare interessanti:
    - dopo aver spalmato il burro, senza zucchero, sulla sfoglia tirata ho spalmato della marmellata di arancia con scorzette;
    - quando la treccia era praticamente cotta, l'ho tirata fuori dal forno, l'ho spennellata con del latte e l'ho spolverata con dello zucchero a velo, l'ho ri-infornata e non appena lo zucchero a velo ha cominciato a "bollare" l'ho sfornata e l'ho spennellata nuovamente con il latte...un effetto lucidissimo davvero straordinario!!
    Ciao e complimenti ancora!
    Sonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sonia
      per la fiducia, sono contenta che ti sia piaciuta del resto è veramente un impasto straordinario che meraviglia anche me ogni volta
      - buonissima l'idea di aggiungere la marmellata d'arance e anche il latte e lo zucchero a fine cottura
      grazie anche per le idee
      buona serata
      Manu

      Elimina
  48. Carissima Manu, nonostante inizi a fare caldo (più o meno) continuo a sfornare questo meraviglioso dolce. Tra i vari lievitati dolci che faccio, scusa se mi ripeto, è veramente il migliore. Ci tengo a dirtelo perché anche le mie amiche, che assaggiano tutte le mie sfornate, lo ritengono tale. Dolce ma non troppo, ma soprattutto sofficissimo...una nuvola!!!

    RispondiElimina
  49. Ho visto sulla pagina facebook Visit Trentino la treccia Mochena. Tu la conosci?

    RispondiElimina
  50. Ciao Viviana
    la treccia mochena con il ripieno come la presentano sul sito non l'ho mangiata, ma i ripieni possono essere innumerevoli
    puoi farla anche con l'impasto della treccia russa è solo diverso il modo di confezionarla
    per tirare la pasta in un rettangolo (come treccuia russa) poi idealmente lo dividi in tre parti, nella parte centrale metti il ripieno lasciando un bordino in cima e in fondo che ripiegherai verso l'interno, i lati del rettangolo (parte senza ripieno) li tagli a strisce a spina di pesce (lasci attaccata la parte vicino al ripieno) poi quando tutte le strisce sono tagliate le inizi a chiudere alternativamente sul ripiene vedrai che si incroceranno formando una spina di pesce, alla fine lasci lievitare e cuoci
    Verrà buonissima e per il ripieno vedi tu
    Ciao Manu

    RispondiElimina
  51. Grazie mille la farò di sicuro (caldo permettendo), ho appena fatto la confettura di more che credo potrebbe andare proprio bene. Grazie per i tuoi preziose consigli!!!

    RispondiElimina
  52. Che bel blog sono rimasta incantata da questa ricetta che proverò presto
    Scusa ma su questo PC non mi funziona la punteggiatura
    Ora sono una tua fan Ciao a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna,
      ben arrivata e grazie per gli apprezzamenti
      Vedrai questa ricetta se la provi ti conquisterà, non preoccuparti se la forma la prima volta non sarà perfetta, ma l'impasto sarà ugualmente delizioso

      Ciao Manu

      ps: non preoccuparti per la punteggiatura

      Elimina
  53. Cara Manu ho fatto la treccia mochena con la ricetta della treccia russa, ho però invertito le dosi di burro. Ho visto che in altre ricette l'impasto viene sfogliato così ho messo 50g di burro nell'impasto e gli altri 90 li ho usati per la sfogliatura. Era molto buona, con ripieno di crema pasticcera e confettura di more, ma ho commesso un errore: ho dato la forma e riempito sul ripiano, così quando l'ho traslocata sulla teglia si è tutta spappardellata...ma rifarò...appena cala la temperatura. Intanto tra 1 settimana arrivo anch'io in Trentino. Ciao :-)!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana,
      hai fatto bene ad invertire le dosi di burro, non mi è venuto in mente di dirti di mettere sotto la carta forno quando la formavi ........... l'importante è che fosse buona
      dove vai in vacanza in trentino? In montagna?

      Ciao e buone vacanze
      Manu

      Elimina
    2. vado a trovare mia suocera a Fondo in Val di Non. Grazie a te ciao!!!

      Elimina
  54. Cara Manu, sempre io che ti disturbo. Ho rifatto la treccia Mochena, non tralasciando niente. Non si è "spappardellata", con 7g di lievito di birra ho fatto un lievitino qualche ora prima ed è lievitata in maniera spettacolare. Riempita con crema pasticcera (by Anice&cannella)e frutti di bosco posso dire che è favolosa. Unico neo: qui da mia suocera ho una bellissima ma centenaria stufa a legna priva di termostato e così si è un po' bruciata in testa...ma credo che finirà in bocca lo stesso. Perché non la fai anche tu e metti le foto? Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana,
      vedo che la stufa della suosera la fai lavorare molto, sicuramente farò quanto prima questa treccia e vedrai che metterò le foto, questa domenica vado di torta di rose (devo rifare le foto) e magari per ferragosto faccio la treccia
      per evitare che si bruci sopra (con il forno a legna può succedere) coprila all'inizio con un po' di alluminio
      Ciao a presto
      Manu

      Elimina
  55. Ciao sono angela, proprio ieri l'ho fatta...magnifica!!! Nell impasto come aroma ho messo solo della buccia di limone grattugiata. Spettacolare il profumo e la morbidezza, e senza fare tremila passaggi come per la brioche. Volevo chiederti/vi se qualcuno di voi ha pensato di fare una versione salata. Ha quella dolcezza giusta che non guasta con il salato, a mio avviso. Io ho deciso di provarci stasera. Non aggiugero' aromi e sulla sfoglia stesa mettero' un po' di misto di saluti, poi solito procedimento. Secondo me vera' fuori un rustico magnifico. Bel blog complimenti!!!

    RispondiElimina
  56. naturalmente volevo dire MISTO DI SALUMI :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Angela,
      per gli apprezzamenti e sopratutto per la fiducia nel provare questa meraviglia che sono contenta ti sia piaciuta
      Sinceramente alla versione salata non ci avevo pensato, però potrebbe venire benissimo anche mettendo sulla sfoglia un po' di pomodorini confit ........... già mi immagino il profumo

      grazie ciao
      Manu

      Elimina
  57. Ciao ono Angela, ti ho scritto giorni fa sull idea di provare questa treccia con ripieno salato, tipo rustico. L'ho fatta!!! ed e' buonissima!!! ha una morbidezza eccellente. Nell impasto non ho messo aromi naturalmente. Ho seguito lo stesso procedimento. L'ho stesa, ho cosparso con del parmigiano, del pepe e poi del misto di salumi tagliati a dadini piccolissimi. Ho arrotolato come da ricetta e formato la treccia. Durante il taglio si perde un pochetto di ripieno ma non e' nulla. Quindi ho eseguito la terza lievitazione, e poi cottura in forno. Verso la fine ho spennellato con del burro fuso. Ho fatto anche la foto, quindi se dovesse interessare chiedetemela. Davvero, per chi ama questo tipo di rustico, meta' tra' il dolce ed il salato, e' perfetta, buonissima e si fa un figurone. Grazie ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela,
      mi fa piacere che la treccia versione salata sia venuta bene, la proverò presto anch'io e così poi se la pubblico magari ti chiedo la foto così metto anche la tua versione
      grazie e scusa ma ero convinta d'averti risposto
      ciao Manu

      Elimina
  58. Ciao Manu. Ho visto che le foto della mia treccia mochena che ho postato su fb e sulla pagina di "visit trentino" hanno avuto successo, anche quelle della prima prova nonostante si fosse spappardellata. Visto che in molti chiedono la ricetta quand'è che la farai anche tu così potrò segnalarla agli amici? Tu sei così chiara e metti sempre delle belle foto!! N.B.: l'ultima che ho fatto è durata meno di 24h!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana,
      hai perfettamente ragione ti avevo promesso che l'avei fatta, chissà visto il clima autunnale di questi giorni forse domani potrei farla ... però se la pubblico mi mandi anche la tua foto
      ciao e grazie Manu

      Elimina
  59. Chissà se potrai aiutarmi...
    E' da mesi che guardo e mi riguardo questa treccia.
    Non ho un'impastatrice e non ho mai visto impastare a mano e questo mi ha sempre fatto desistere dal provarci.
    Oggi ho deciso: al bando le paure e mi butto!
    In casa, però, ho solo lievito di birra disidratato e non posso procurarmi quello fresco:
    come preparo il lievitino?
    Come procedo?
    Grazie di cuore se mi insegnerai,
    Alba

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alba,
      per prima cosa voglio ringraziarti per la fiducia, poi vorrei tranquillizzarti perchè anche se non hai l'impastatrice non è affatto un impasto difficile da fare è abbastanza docile da lavorare (le prime volte l'ho sempre lavorato a mano) inoltre non preoccuparti se la prima volta la forma non verrà perfetta il gusto non sarà affatto compromesso
      potresti guardare il post del
      Pane decorato al latte
      dove ci sono delle foto sul procedimento per impastare a mano che valgono un po' per tutti gli impasti
      per quel che riguarda invece il lievito di birra disidratato va benissimo ugualmente, potresti metterlo direttamente nella farina con un pizzico di zucchero e fare direttamente il lievitino, ma ci impiegherebbe un po' di più, quindi di consiglio di scioglierlo in mezzo bicchiere d'acqua con un cucchiaino di zucchero e lascialo attivarsi per circa 10 minuti (vedrai una schiumetta superficiale, poi fai il lievitino normale, naturalmente usa per la ricetta mezzo bicchiere in meno di latte (stessa quantità usata per attivare lievito)
      spero di essere stata abbastanza chiara, ma se hai dubbi chiedi pure
      Ciao Manu

      Elimina
  60. Ok, oggi ci provo!
    Ti invio un grazie grande quanto una casa :D !
    Speriamo bene...

    RispondiElimina
  61. ciao Manu, per caso hai la ricetta dei biscotti Alfajores con douce de leche? ( il mou per intenderci )mi sembra d'averla vista da qualche parte ma...chissà dove. Grazie mille se mi puoi aiutare!!!
    Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao franca
      certo che ho la ricetta e l'ho anche pubblicata

      Alfajores delizie da gustare

      è un biscotto veramente delizioso

      Ciao e grazie
      Manu

      Elimina
  62. ciao sono giuliana e sono tentata dalla treccia (anche se non sono moòto pratica ) mavorrei chiederti se la cottura è fatta con il forno ventilato oppure statico . grazie mille zia giuli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuliana,
      la treccia è veramente fantastica e se segui la ricetta vedrai che verrà benissimo
      La cottura è in forno statico, come per quasi tutti i dolci del blog
      buona serata e scusa per il ritardo della risposta
      Ciao Manu

      Elimina
  63. I prodotti eccezionali rendono migliore la vita di tutti i giorni. Scopri il antipasto capriccioso. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2NDQ1MTMyMywwMTAwMDAxMyxhbnRpcGFzdG8tY2FwcmljY2lvc28tNTgwbWwuaHRtbCwyMDE2MDYyNSxvaw==

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails