lunedì 22 settembre 2008

Pane decorato al latte


Il pane può diventare un fantastico motivo di decoro sia per delle occasioni informali o più importanti

Ricetta base
10-20gr di lievito
250-300ml di latte
1-4 cucchiai zucchero (max 100gr)
500-600gr farina bianca
2 cucchiaini scarsi di sale
1-4 cucchiai di burro o olio (max 60-70gr)

Per rendere più soffice l'impasto è meglio una doppia lievitazione con preimpasto

Pre-Impasto
Mescolare in una zuppiera il lievito sbriciolato, il latte (o acqua), 1 o 2 cucchiaini di zucchero e, togliendola dalla quantità richiesta nella ricetta, tanta farina quanto basta per ottenere una crema densa per mescolare aiutarsi con una frusta coprirlo con uno strato di circa 1/2 cm di farina e senza mescolare, lasciare lievitare a temperatura ambiente fino a quando sulla superficie si formano delle spaccature dalle quali fuoriesce la crema diventata spumosa questa è la prima lievitazione (30-45 min.circa)




A lievitazione avvenuta preparare l'impasto aggiungendo i rimanenti ingredienti della ricetta ...zucchero, grassi, farina, sale ...per mescolare aiutarsi con la spatola che permette di spezzare le fibre dell'impasto rendendolo più morbido





Continuare a lavorare con la spatola fino a quando tutta la farina è stata incorporata poi mettere il panetto sul tavolo
Se il panetto è ancora troppo umido spezzarlo con la spatola e poi aggiungere un po' di farina e rilavorare con la spatola




L'impasto deve risultare morbido, leggermente appicicoso tanto da lasciare le mani e il tavolo puliti
A questo punto inizia la lavorazione vera dell'impasto Non è difficile, lo è di più spiegarlo e forografare i passaggi se qualche foto è sfocata scusatemi

Unire la pasta in un panetto e poi prenderla con entrambe le mani osservate le foto,non bisogna stringerla ma solo tenerla fissa notate la posizione delle dita





A questo punto dare una pressione alla pasta con i polsi, senza stringere cercando di spezzare le fibre dell'impasto i polsi spingono e le mani tirano verso di se l'impasto strappando le fibre
poi con la punta delle dita chiudere verso di se completamente l'impasto creando una piega all'altezza dello spezzamento delle fibre



Adesso con un leggero movimento delle mani spingere senza premere l'impasto in avanti tanto da averele giunzioni del panetto esattamente al centro e poi con entrambe le mani aperte dare un bella pressione all'impasto con i palmi delle mani questo movimento è molto facilitato dal movimento del corpo



Questo è il nostro impasto dopo averlo schiacciato con i palmi adesso ruotarlo avvicinarlo a se e riprendere i movimenti spiegati

Lavorare l'impasto per un decina di minuti fino a quando lo sentiamo bello morbido a questo punto fare tre seri di tagli con la spatola che servono a tagliare le fibre e quindi rendere l'impasto morbido e non ciungoso




Una volta fatti i tagli rivoltare la pasta lasciando i tagli sopra




Fare a questo punto un'altra serie di tagli nell'altro verso (guardate i tagli nella foto) rivoltate e fate un'altra serie di tagli per un totale di tre tagli




A questo punto prendere l'impasto e farne una palla e sbatterlo per una decina di volte sulla tavola, a questo punto l'impasto è pronto guardate la morbidezza e si può dare la forma al pane in tutto ci sono voluti circa venti minuti (molti di più a scrivere e spiegare)



Fare con l'impasto una palla bella liscia
Innanzi tutto poichè la pasta lavorandola e con l'aria tende ad asciugare tenere sul tavolo una scodellina con un po' d'acqua e ogni tanto inumidirsi le mani (non la pasta e poi di conseguenza la pasta) tenere la pasta appoggiata alla mano sinistra e con la destra prendere un po' alla volta i bordi della pasta e portarli verso il centroruotando contemporaneamente un po' alla volta la pasta creando così una palla liscia



Guardate le sequenze si capisce abbastanza bene come vedete i lembi sono tutti tirati verso il centro e chiudere con pizzichi con mani leggermente inumidite (altrimenti la pasta non si chiude)



Quando la palla è quasi pronta si può terminare con le mani
appoggiare la pasta sulla mano sinistra, lasciando il centro sotto, e con la mano destra inumidita fare dei movimenti che aiutano a lisciare la palla tirando la pasta con il medio e l'anulare e chiudere sotto le foto spiegano meglio




Quando la pasta è diventata una bella palla liscia (bisogna fargli il liefting ) si può girare e chiudere il centro con un pizzico



A questo punto la nostra bella palla principale è fatta adesso si devono creare le altre prendere un coltello e usandono come una sega (non schiacciare) tagliare a metà la nostra palla


Guardate come il taglio è perfetto e non ha assolutamente schiacciato





L'impasto tagliare nuovamente le due metà a metà tenendo la parte tagliata verso il basso si otterranno così 4 quarti con cui dovremmo rifare delle pallina con lo stesso procedimento appena fatto si tiene la parte della sfera all'esterno e si tirano i bordi della pasta verso il centro della parte tagliata non dimenticarsi di inumidirsi le mani guardate le foto, il procedimento è lo stesso nelle foto non vedete le due mani perchè avendone due ed essendo andato a dormire il fotografo di supporto ho dovuto arrangiarmi






Ricordare di tenere sempre coperta la pasta che non si sta lavorando per evitare che si secchi

Con questa dose ho fatto due palline grandi e quattro piccole vuol dire che due quarti li ho ulteriornmente divisi a metà e fatto le palline
Adesso ognuno può fare la forma desiderata
Poi coprire e far lievitare e mettere in forno a cuocere scaldare il forno a 100° infornare il pane e aumentare la temperatura a 180° e cuocere per 30-40 minuti secondo pezzatura per panini piccoli bastano 20 minuti il tempo si calcola da quando il forno è caldo io con questo impasto ho fatto la treccia svizzera o a due, una treccia a tre, un riccio, un coniglietto, una lumaca e una rana



Stampa tutto il post

10 commenti:

  1. Questo blog sta prendendo una forma molto personale e vario, ci possiamo trovare moltissime due squisitezza.
    Ormai non serve più gironzolare per altri forum per trovarle.
    Sei sempre più brava! Complimenti!!

    RispondiElimina
  2. Sei sempre un tesoro
    sarebbe il massimo orgoglio se diventasse un blog dove poter trovare un po' di tutto per cercare delle idee culinarie

    è sopratutto rivolto (oltre che a me) a persone speciali, come sei tu Anna, che spesso hanno bisogno di idee nuove

    sai ogni tanto in negozio mi dicono

    ".....signora ho cercato da molte parti, ma .......lo so che alla fine dovevo venire da lei per trovare......."

    ecco forse queste parole potrebbero proprio riassumere la mia idea di blog

    Grazie di cuore per tutto

    SMACK
    Manu

    RispondiElimina
  3. Manuuuu!!!!!!
    non riesco a lasciarti commenti, mi tornano indetro|!!!
    spero che questo ti arrivi!!
    ciaoooooo

    RispondiElimina
  4. Ciao Dario,
    grazie per il commento
    scusa non riesco a capire come mai ti ritornino indietro (non ne capisco il motivo)

    comunque sapere che tu ogni tanto passi a guardare il mio blog mi rende felicissima

    grazie
    Manu

    RispondiElimina
  5. Manuuuuuu....ma io ti conosco!
    E questo pane ho avuto il piacere di farlo!!!
    Bentrovata carissima...io sono *°*anto*°* ;O)
    Ti linko subito!
    Bacioniiiiiii

    RispondiElimina
  6. Ciao carissima,
    lo sapevo che eri tu
    ti avevo riconosciuta
    adesso ti terrò d'occhio ahhhhh

    ciao baci
    Manu

    Ps.:vedrai che cosa posto oggi o domani ihhhhh!!!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao grazie per il tutorial.Volevo dirti che ho copiato le forme dei tuoi animaletti, sono venuti bene ,grazie per le spiegazioni.Complimenti sei bravissima.Un bacione.
    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la fiducia
      mi fa molto piacere siano venuti bene e che le spiegazioni siano state utili

      buona Pasqua
      Manu

      Elimina
  8. Ciao Manu , mi chiamo Paolo e ti ho appena scoperta , vorrei per iniziare farti i miei complimenti per le tue creazioni piene di passione , ingrediente indispensabile e del quale sei fornitissima a quanto si vede...con l'occasione ti vorrei chiedere , visto che tu nella ricetta della treccia russa fai riferimento alla torta angelica , è meglio usare la farina manitoba come da ricetta della torta angelica oppure no??? Ti ringrazio e ti saluto in anticipo se mi vorrai rispondere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paolo,
      per prima cosa ben arrivato e grazie per gli apprezzamenti
      riguardo alla tua richiesta devo dire che adesso io non uso mai la farina manitoba (la trovi solo citata in qualche vecchia ricetta) perchè preferisco usare una buona farina
      per sapere se una farina è buona e quindi forte devi vedere il contenuto delle proteine
      guarda
      Forza farine

      in fondo al post trovi la spiegazione della forza delle farine
      se tu usi una farina con 11-13% di proteine non ti serve affatto usare la farina manitoba, che poi è un grano americano che in Italia non esisteva e abbiamo sempre fatto lievitati fantastici

      ciao se hai altri dubbi chiedi pure
      ciao Manu

      Elimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails