venerdì 13 luglio 2018

M'EAT Costine caramellate agrodolci all'arancia per MagAboutFood

Con il numero di luglio di Mag about Food, il magazine on line di Mtchallenge, vede la luce una nuova rubbrica carnivara M'EAT che porta l'attenzione al mondo della carne per poterla conoscere e cucinarla esaltandone le caratteristiche senza rovinarla

Con l'estate non si poteva iniziare che con le golosissime puntine, ribs o costine. Possiamo chiamarle in mille modi ma se cucinate bene si scioglieranno in bocca.
Le ricette sono quelle americane proposte da i costine profumate e saporitissime di Donna Hay. 
La cottura è molto particolare, viene esaltata la carne mantenendone la morbidezza

Io ho preparato 


STICKY ORANGE SWEET AND SOUR RIBS
costine caramellate agrodolci all’arancia
CABBAGE, CELERY AND CUCUMBER SLAW WITH TAHINIDRESSING
insalata di cavolo, sedano e cetriolo con tahinidressing

Delle puntine veramente golose, ma moltissime altre potrete trovarle nell'articolo di MagAboutFood


Continua a leggere....

mercoledì 27 giugno 2018

Il mio open sandwich pesche e blue cheese per il CLUB del 27

Per il Club del 27 questo mese si è pensato di dedicarsi agli open sandwich, golosi panini serviti su delle fette di pane.
Io ne ho scelto uno che abbina frutta e formaggio ed è veramente delizioso, per accompagnarlo ho usato il pane che avevo preparato per la Giornata Nazionale dei Grani Antichi del Calendario del cibo italiano

PESCHE, GORGONZOLA E SCIROPPO BALSAMICO

1 cucchiaio di miele di castagno
4 cucchiai di aceto balsamico
4 pesche
2 cucchiaini di burro salato
4 fette di pane al farro e semi (ricetta sotto)
50 g Bergader piccante (gorgonzola)
fiori di timo
In una piccola casseruola, sciogliete il miele, aggiungete l'aceto balsamico e fatelo sobbollire per 2-3 minuti.
Tagliate a metà le pesche, togliete l'osso e tagliatele a spicchi. In una padella, friggete gli spicchi di pesca nel burrro su entrambi i lati a fuoco medio, fino a quando saranno leggermente dorati.
Tostate il pane e posizionate le pesche sulle fette di pane appena tolte dalla padella. Sbriciolate il formaggio e mettetelo sopra le pesche. Cospargere leggermente con lo sciroppo balsamico e decorare con fiori di timo

Variazione:
Sia il Parmigiano Reggiano che il Cheddar possono essere usati al posto del formaggio blu, se lo preferisci.

PANE DI FARRO AI SEMI MISTI
rinterpretando una ricetta di Paul Hollywood da “How to bake”

200 g di farina di farro
100 g di farina di segale
200 g di farina bianca forte
2 cucchiai di malto d’orzo
10 g di sale
10 g di lievito di birra
340 ml di acqua circa
40 g di semi di sesamo
20 g di semi di zucca
20 g di semi di carvi
15 g di semi di papavero
10 g di semi di girasole
5 g di trigonella

semi di papavero e zucca per decorare

Unite le farine e mescolatele, aggiungete il sale e il malto d’orzo, poi il lievito di birra che avrete sciolto in 100 ml di acqua. Iniziate ad impastare aggiungendo quasi tutta l’acqua, poi continuate con la rimanente continuando ad impastare. Quando l’impasto sarà quasi pronto aggiungete i semi e lavorate la pasta fino a una perfetta distribuzione degli stessi. Mettete a lievitare per un paio d’ore in una ciotola coperta con pellicola,
Quando l’impasto è lievitato rovesciatelo sulla spianatoia, stendetelo leggermente e fate un paio di pieghe a libro.
Mettetelo su una teglia, spenellatelo con delll’acqua tiepida e cospargetelo di semi, poi copritelo e fatelo nuovamente a lievitare per almeno 1 ora.
In alternativa se desiderate potete metterlo in uno stampo da plumcake e con una lama affilata fate un taglio per il lungo, cospargerlo di semi e metterlo a lievitare.
A lievitazione avvenuta, preriscaldate il forno a 220 °C e cuocete il pane per circa 35 minuti.

Questo il magnifico banner preparato 
dalla mitica Mai per il Club

Continua a leggere....

giovedì 21 giugno 2018

CARPACCIO DI PERSICO, zucchine e pesto di zucca per "Avanzi Tutta"

Perchè chiamarli "avanzi", sono delle vere risorse e se cucinati con un po' di fantasia possono diventare dei piatti gustosi e belli, nessuno in loro riconoscerebbe quel pacchettino gelato in fondo al freezer.
Si proprio dal freezer escono gli Avanzi con cui ci siamo messe in gioco questo mese per "Avanzi tutta! E' tempo di svuotare il freezer" di MagAboutFood 

Il freezer o congelatore è molto utile per avere una piccola scorta in casa o per conservare i prodotti dell'orto per la stagione invernale. E' molto importante però fare una rotazione delle scorte e fare un inventario del proprio freezer.

Il mio freezer e congelatore di casa sono sempre ben forniti con fettine di carne confezionate singolarmente, verdure dell’orto preparate per minestrone o a pezzi come la zucca, della frutta secca come mandorle e nocciole, ma soprattutto del buon pesce come alici, trote, orate e filetti di persico. 

Dal freezer verrà utilizzato il filetto di persico, la zucca e alcune mandorle. Bisogna però ricordare che se utilizzate un filetto di persico fresco, prima di preparare il carpaccio, dovrete abbatterlo in freezer per almeno 96 ore.

Il Carpaccio di pesce persico e le altre meraviglie trovate potete trovarle QUI 

Continua a leggere....

sabato 9 giugno 2018

CUBO ALLE FRAGOLE su chips, con crumble

Io e la fantasia siamo come il polo Sud e il polo Nord, ci amiamo forse ci stimiamo anche ma solo da lontano, ecco perché avrei fatto bene a non partecipare a questa sfida di mtc e stava per succedere. 
Una sfida dove la fantasia dovrebbe essere al primo posto e so che ci saranno delle vere meraviglie, potevo saltarla il mio posto in classe me l’ero guadagnato con la sfida precedente, ma solo mettendosi in gioco anche in sfide che non ci rappresentano possiamo crescere e poi la cucina è gioia bisogna pur esprimerlo.
La mia proposta è semplice e poco fantasiosa, però è gioiosa mi piacerebbe solo non deludere e ottenere almeno la sufficienza.

La sfida consisteva in una MysTeryCloche: creare una ricetta con 4 dei 7 ingredienti proposti, FRAGOLE, RISO, FARAONA, TRIGLIA, PISTACCHI, CAFFE’, LIMONE, più qualche ingrediente base disponibile. 
Dovendo eliminare faraona e triglie, per l’impossibilità di trovarle o per il periodo o per lontananza da un buon mercato del pesce, ho dovuto concentrarmi sugli altri ingredienti.

GELEE CON FRAGOLE, CHIPS DI RISO E CRUMBLE AI PISTACCHI

Cubo di gelee con fragole

500 g di fragole
9 g di gelatina in fogli
100 g di zucchero
1 bicchierino di grappa alla fragola

Buccia limone a filamenti brinati

Ammorbidite in acqua fredda i fogli di gelatina. Frullate 200 g di fragole, mettetele in un pentolino, aggiungete lo zucchero e fatelo sciogliere. Portate ad ebollizione poi togliete dal fuoco e incorporate i fogli di gelatina ben strizzata, mescolate bene e aggiungete la grappa alle fragole e lasciate raffreddare. Tagliate a fettine le altre fragole e mettetele in una coppa, aggiungete il passato di fragole con la gelatina, amalgamate bene poi trasferite nello stampo o in stampini monodose e mettete a raffreddare per una notte.

Chips di riso

100 g di riso Roma 
350 ml di acqua
buccia di un limone
timo limone
olio di girasole per friggere

Questa è un procedimento/ricetta preso da un video dello chef Cannavacciuolo
In un pentolino fate cuocere il riso, con le bucce di limone e l’acqua fino a quando avrà assorbito tutta l’acqua e sarà perfettamente cotto, eventualmente aggiungete ancora un goccio d’acqua.
Frullate il riso cotto con le scorze di limone fino a quando otterrete una crema vellutata.
Spalmate la crema di riso in uno strato sottilissimo su un tappetino in silicone o su della carta forno appoggiata su una teglia. Infornate la teglia e il tappetino in forno preriscaldato a 100 °C per circa un ora o fino a quando la sfoglia sarà asciutta. 
Quando volete usare la sfoglia di riso, rompetela in pezzi grossolani, riscaldate a 170 °C l’olio di girasole e friggete i pezzi di cialda per pochi secondi, si accartocceranno e gonfieranno in pochi secondi diventando croccantissimi, scolateli trasferiteli su della carta da cucina o per fritti. Le chips di riso sono pronte

Crumble ai pistacchi

50 g di burro
50 g di zucchero di canna
50 g di pistacchi (tritati molto sottili)
50 g di farina 

Amalgamate tutti gli ingredienti, poi coprite l’impasto con della pellicola e trasferite in freezer a raffreddare. Preriscaldare il forno a 160 °C. Prendete l’impasto di pistacchi e grattugiatelo su un foglio di carta forno e infornate per circa 10 minuti, non deve colorare troppo. Sfornate e fate raffreddare.

Servire appoggiando sul piatto un po’ di crumble al pistacchio, poi aggiungere una chips di riso su cui appoggeremo un cubo di fragole. Decorare a superficie del cubo con dei pistacchi tritati sottili e qualche fiammifero brinato di limone.
Decorare il piatto con qualche altra chips di riso, una fragola a fettine qualche fiorellino di timo limone. 

Un grazie alla mitica Mai 
che riesce sempre a stupire 
con i suoi meravigliosi banner

Continua a leggere....

venerdì 25 maggio 2018

Il mio Flan with rose syrup per il Club del 27

L'appuntamento di maggio del Club del 27 non poteva che essere un eplosione di colori e profumi con le regine della primavera le Rose
Siamo partiti da acqua di Rose, sciroppo di rose e petali brinati che troverete nella Giornata Nazionale dello Sciroppo di Rose del Calendario del Cibo italiano che ha deciso di rendere omaggio a questo splendido e profumato fiore assieme al Club del 27
Le ricette erano moltissime ma io sono stata conquistata da questo flan dal sapore delicato ma intenso a cui ho aggiunto dei petali di rosa brinati.
Flan with rose syrup 
by Rosana McPhee
Per il flan
500 ml di latte intero
125 g di zucchero semolato
4 uova grandi
2 cucchiai di acqua di rose

Per il caramello
125 g di zucchero semolato
1 cucchiaio d'acqua

Per lo sciroppo di rose
125 g di zucchero semolato
1 cucchiaio di acqua di rose,
più 1 cucchiaio di acqua di sorgente
1 cucchiaio di petali di rosa, freschi o secchi
2 fiori di ibisco, secchi, per colore
Preriscaldare il forno a 200 ° C 
Mettere tutti gli ingredienti flan in un frullatore, mescolare bene per 5 minuti, quindi tenere a parte.

Preparare il caramello in una padella media, aggiungere 125g di zucchero semolato e 1-2 cucchiaio d'acqua. Sciogliere lo zucchero fino a raggiungere un colore caramello molto leggero. Mettere il caramello in uno stampo da forno di capacità 750 ml ( io ho usato quattro stampini mono porzione)

Aggiungi il composto di latte e uova nello stampo sopra al caramello. Coprire con un foglio di alluminio per evitare di bruciare. Posiziona il piatto su un vassoio profondo e aggiungi acqua tiepida a metà del piatto (stai creando un bagnomaria). Cuocere in forno per circa 1 ora e mezza. Dovrebbe essere fatto quando uno stecchino esce pulito

Lasciare raffreddare completamente il flan. Mettere il piatto in frigo per raffreddare, almeno 6 ore, prima di srotolare il flan su un piatto con un labbro. Ci sarà un bel po 'di salsa

Per lo sciroppo di rose, in una padella media, scaldare lo zucchero, l'acqua di sorgente, i petali di rosa e 2 fiori di ibisco secco e lasciar cuocere a fuoco lento per 5 minuti finché il composto non raggiunge una consistenza sciropposa. Setacciare la miscela
Aggiungi l'acqua di rose e mescola bene. Lasciare raffreddare completamente prima di versare sopra il flan 
Per la decorazione: cospargere di veri petali di rosa brinati e di pistacchi in granella o interi


La Mitica Mai 
ci ha regalato ancora uno splendido Banner


Continua a leggere....

giovedì 17 maggio 2018

Quiche alle Ortiche - Gelatina Fiori di Tarassaco per "AVANZI TUTTA!"

Con la primavera e il risveglio della natura il tema di "Avanzi Tutta!" la rubrica mensile di MAG about FOOD, questo mese non poteva che essere dedicato alle erbe spontanee.
Le erbe spontanee sono una ricchezza per la nostra cucina e crano dei piatti veramente gustosi. Bisogna saperle riconoscere e sopratutto cercarle in ambienti lontano da fonti di inquinamento. Io ho scelto l'ortica e il tarassaco due erbe facilmente riconoscibili, per i fiori di tarrassaco non è stato facile trovarli perchè prima il freddo e poi il caldo improvviso ha fatto quasi saltare la fioritura che è durata pochissimi giorni, ma se andate in montagna e ne trovate vi consiglio di preparare questa deliziosa gelatina.
L'ortica è diventata la protagonista della quiche.
Quiche alle ortiche e Gelatina di fiori di Tarassaco le mie proposte, ma altre splendide e golose ricette che raccontano la primavera vi aspettano qui  
Continua a leggere....
Related Posts with Thumbnails