lunedì 22 settembre 2008

Treccia dolce a tre

Prendere una pallina grande fatta con l'impasto del pane decorato al latte
tagliarla in tre parti uguali con un coltello senza premere, ma usandolo come una sega
Questa prima foto è del post iniziale ma l'ho messa per ricordare come si fa
Con entrambi i pezzi fare dei rotolini, rotolarli nel senso del taglio si fa meno faticai rotolini devono essere fatti schiacciando nella parte centrale partendo dal polso e poi con il palmo della mano e poi spostarsi lateralmente un po' alla volta




questo serve a far si che se ci sono bolle dovute alla lievitazione un po' alla volta si spostano verso i lati lasciandoci il nostro rotolino bello compatto
Fare tre rotolini, lunghi circa due spanne, della stessa grossezza leggermente appuntiti sulle estremità lavorare con due mani (io non posso devo fare la foto) premendo quando tiriamo a noi e lasciando quando spingiamo avanti il rotolino





Quando i tre rotolini sono pronti metterli sul tavolo nel seguente modo spero di essere chiara comunque guardate le foto prendo d'esempio le lancette dell'orologio risulta più chiaro e poi il disegno sul tappetino rende l'idea (scusate se qualche foto è mossa) osservate le foto sono chiare

primo rotolo va messo circa dalle 2 alle 8 circa = obliquo
secondo rotolo va messo circa dalle 5 alle 11 circa = obliquo sopra al primo
terzo rotolo va messo dalle 12 alle 6 = verticale sopra gli altri due

mi raccomando non fate il contrario guardate sempre il punto centrale della treccia

1) passaggio portare estremità delle 8 vicino estremità delle 5 passando sopra le 6 morbidamente senza schiacciare o tirare troppo



2) passaggio portare le due estremità vicine (alle 5) alle 3
3) passaggio portare estremità delle 6 alle 9
Se osservate bene abbiamo le tre estremità superiori che sono ferme e per il momento non si muovono e quelle sotto sono fra di loro orizzontali
4) passaggio l'estremità più in alto di quelle vicine passa sopra quella sotto e si porta alle 9

5) passaggio Adesso quella più in alto delle 9 passa sopra quella sotto e si porta alle 3
6) passaggio quella sopra delle 3 passa sopra quella sotto e si porta alle 9
continuare così con questi passaggi fino a quando abbiamo finito i rotolini alla fine schiacciare leggermente le estremità pre bloccare la treccia


Adesso dobbiamo fare l'altro lato della treccia e per fare questo dobbiamo girarla
bisogna mettere le mani come nella foto e alzare la treccia girandola stando attenti a depositarla senza scomporre i rotolini

Ci troveremo in questa situazione con un rotolino alle 3 uno alle 6 e uno alle 9
Sollevare il rotolino alle 6 e appoggiarlo delicatamente verticale sulla treccia

Se osserviamo adesso ci accorgiamo che dobbiamo disfare un giro per riuscire a ripartire bene quindi portare l'etremità a destra a sinistra
e quella a sinistra a destra
osservate bene la base della treccia vedete che i rotolini sono liberi

Adesso portare il rotolino che era appoggiato sulla treccia alle 9 (un po' in basso rispetto a quello che è già li) quindi adesso siamo pronti a riprendere i passaggi di prima
Prendiamo il rotolino più in alto delle 9 e lo portiamo alle 3 solo che adesso i rotolini dovranno passare sotto a quelli vicini
guardare le foto che si capisce
e proseguite così fino alla fine e poi schiacciate un po' le stremità per bloccare la treccia
La treccia potrebbe essere finita anche così, ma se vogliamo fare una cosa carina si può fare una piccola coroncina sormontando un po' le due estremità
Con un pezzettino di pasta avanzata dalla treccia tirare a mano o con il mattarello un piccolo rettangolino di pasta e poi tagliarlo con il sopra della spatola a mo' di pettine
Poi prendere iniziare ad arrotolarlo su se stesso e formare un fioreschiacciarlo leggermente alla base e poi andare a posizionarlo nel punto di giuntura della treccia facendolo aderire schiacciandolo un po' con un coltello senza punta

La nostra treccia ora è pronta per essere messa a lievitare
Per la lievitazione e cottura vale quanto detto per il Coniglietto la Rana e il Riccio e della Treccia a due o svizzera si può mettere a lievitare subito e dopo cuocerla o metterla in frigo e farla cuocere la mattina dopo o metterla in freezer e quando serve toglierla e farla lievitare 10-12 ore e poi cuocerla
Per la cottura far scaldare il forno a 100° e poi infornare alzare il forno a 180° e cuocere (dal momento del raggiungimento dei 180°) per circa 20 minuti appena cotta toglierla dal forno e se si vuole lucida spenellarla con un po' di latte

Non spaventatevi se guardate le foto è molto facile da realizzare
Stampa tutto il post

0 soffi d'amicizia:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails