FRITTELLE DI MELE per L'Italia nel piatto

Ed eccoci a febbraio mese del carnevale, occasione per gustare tutti quei dolci sfiziosi che mettono l'acquolina solo a nominarli. In clima carnevalesco l'appuntamento dell'Italia nel piatto non poteva che essere dedicato ai
Fritti dolci e salati della tradizione
Come non pensare immediatamente alla golosità dei tortuosi ed arricciati Strauben o Straboli che ci conquistano ad ogni festa o sagra del Trentino-Alto Adige, o ai soffici ed ammiccanti krapfen che ogni mattina nei panifici sono lì in bella mostra e non può essere carnevale senza i fragranti grostoi.
Un altre dolce fritto che rappresenta la nostra regione però sono le frittelle di mele, è sempre una festa gustarle. Vengono preparate a rondelle, ma per carnevale si rinnovano in un soffice goloso e panciuto bocconcino. 
Scegliere fra le due è difficile e per questo oggi ci saranno entrambe le versioni io amo sentire la mela quindi ho una leggera preferenza per le rondelle, ma non fatevi influenzare sta a voi decidere quale preferite. 
FRITTELE DI MELE

mele
zucchero
grappa  trentina

150 g di farina bianca
1 uovo
1 bicchierino di grappa
1 pizzico di sale
latte

olio per friggere

Le mele devono avere una polpa consistente e meglio se non sono troppo piccole. Sbucciatele e con delicatezza, per non romperle, togliete il torsolo con l'apposito attrezzo poi affettatele a rondelle, dovrete ottenere delle fette di circa 1 cm. Se non avete il levatorsoli, tagliatele prima a rondelle poi aiutandovi con un piccolo coppapasta togliete il torsolo
Le fette così ottenute dopo averle cosparse di zucchero e di grappa trentina, lasciatele macerare in un piatto abbastanza grande per almeno mezz'ora.
Nel frattempo preparate una pastella piuttosto densa. Amalgamate la farina con l'uovo, la grappa, il sale e aggiungete il latte quel tanto che basta per raggiungere la giusta densità. Lasciate riposare un po' la pastella.
Quando le fette di mela saranno macerate, passatele nella pastella e friggetele in abbondante olio molto caldo a 160 °C circa. Appena fritte toglietele dall'olio e fatele sgocciolare su della carta per fritti. Spolveratele con dello zucchero e servitele belle calde. Si possono accompagnare anche con del buon Vin Santo.
FRITTELLE DI CARNEVALE

125 g acqua
25 g di burro
75 g di farina
25 g di maizena
25 g di zucchero
buccia di limone 
1 pizzico di sale
105 g di uova
1/4 di lievito
40 g di uvetta
75 g di mele a cubettini
 olio di arachidi per friggere

In un pentola portate l'acqua a bollore l'acqua, aggiungete il burro e il sale. 
Setacciate la farina assieme alla maizena mescolando anche lo zucchero e la buccia di limone grattugiata. Poi versate a pioggia la farina tutta in una sola volta nell'acqua bollente e mescolate molto bene fino ad ottenere un impasto senza grumi. Fate raffreddare.
Trasferite l'impasto freddo in un impastatrice e aggiungete le uova un po' alla volta facendole incorporare bene prima di aggiungere la successiva. Quando le uova saranno ben amalgamate aggiungere l'uvetta e i cubetti di mela e mescolare bene per inglobarli.
Riscaldate l'olio per la frittura a circa 170 °C circa. Aiutandovi con un cucchiaio o se volete con un sac a poche, prelevate un po' d'impasto e friggetele nell'olio caldo. Le frittelle devono friggere fino a rigonfio completo. Appena cotte e belle gonfie, mettetele su della carta per fritti a scolare, poi arrotolatele nello zucchero e servitele spolverate di zucchero a velo.  



Questi i dolci fritti della nostra bellissima Italia


Valle d’Aosta: Frittelle di mele valdostane
Piemonte: Frittelle con farina di mais e nocciole 
Liguria: Frisceu
Lombardia: Cuoppo alla milanese
Trentino Alto Adige: Frittelle di mele
Veneto: Crema fritta alla veneta
Friuli Venezia Giulia: Strucchi fritti
Emilia Romagna: Frittelle di riso di Carnevale
Toscana: Cenci
Marche: Scroccafusi marchigiani
Umbria: Frittelle di pancotto
Lazio: Ravioli dolci di carnevale
Abruzzo: Cicerchiata abruzzese di Carnevale
Molise: Rosacatarre molisane
Campania: Zeppole napoletane
Puglia: Le frittelle
Basilicata: Frittelle con olive nere e peperoni cruschi
Calabria: Alaci fritti
Sicilia: Latte Fritto Siciliano
Sardegna: Acciuleddi e Orilettas

Facebook: https://www.facebook.com/LItaliaNelPiatto/
Instagram: @italianelpiatto

Prova anche tu a realizzare una ricetta inerente al tema del mese, pubblica una foto

sul tuo account IG utilizzando #italianelpiatto_community
e tagga @italianelpiatto. Italia nel piatto blog

Commenti

  1. Ecco assaggerei volentieri tutte e due le versioni. Sono entrambe invitanti, che buone devono essere! Buona domenica, un bacio

    RispondiElimina
  2. Se Marina lascia qualcosa, assaggerei volentieri anche io!!! Bravissima Manu :)

    RispondiElimina
  3. Davvero irresistibili! Buona domenica :)

    RispondiElimina
  4. Una tira l'altra! Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Un assaggio di tutto ^_^ Che bontà!

    RispondiElimina
  6. Le mie preferite sono quelle a rondelle perchè si sente proprio la mela. Golosissime

    RispondiElimina
  7. Manu uno spettacolo per la vista e per il palato! Complimenti cara!!!

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono molto anche le tue frittelle di mele, somigliano molto a come le preparo abitualemnete io.
    Che bontà!!

    RispondiElimina
  9. Anch'io ho i tuoi gusti preferisco quelle a rondelle, dove la mela si sente, eccome! Grazie di aver proposto entrambi le versioni! un bacione!

    RispondiElimina
  10. Le frittelle di mele sono le mie preferite!!!
    Ciao
    Elisa

    RispondiElimina
  11. Chissà se avrò il tempo di prepararle penso che siano proprio buone, Manuela

    RispondiElimina
  12. Adoro le frittelle di mele! Fantastiche le tue!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  13. Non è di certo facile scegliere, penso sia meglio provarle tutte e due.

    Baci

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Post più popolari