martedì 9 febbraio 2016

Krapfen, una delizia da gustare

S:"Mamma fai i krapfen per carnevale?"
Io:"No, quest'anno solo crostoli non ho abbastanza tempo per fare i krapfen"
S: "Peccato erano buoni"
Io:"Proprio non arrivo, mi dispiace"


Ecco le classiche parole famose che puntualmente vengono smentite.
Si perché voi non lo sapete che ci sono tre fantastiche ragazze, posso dirlo perché le ho conosciute, che quando si mettono creano meraviglie. 
Patty l'altro giorno fa:
"Sto impastando i krapfen con la fantastica ricetta di Federica"
Ecco andare a vedere la ricetta, leggerla e iniziare a pesare la farina è stato solo questione di un attimo
Sono veramente fantastici e vi consiglio di provarli non ve ne pentirete e cosa da non sottovalutare si adattano ai miei tempi.

Krapfen ..... una vera delizia 

La ricetta è tratta dal libro Bread, Cake, Doughnut & Pudding di Justin Gellatly 
Dosi per circa 26 krapfen 
Impasto
500g farina Rieper gialla 
60g di zucchero
10g di sale fino
150g di acqua a temperatura ambiente
12g di lievito di birra fresco (mezzo cubetto) 
4 uova medie
scorza grattugiata di mezzo limone 
125g di burro morbido, a temperatura ambiente

Cottura
2 litri di olio di semi di girasole 

Finitura
zucchero semolato

Crema
500 ml di latte intero
4 tuorli 
40g maizena
100g di zucchero semolato
vaniglia 
Impasto
In una ciotola mettere la farina e tutti gli ingredienti dell’impasto tranne il burro ed iniziare ad amalgamarli.
Si può usare l’impastatrice, io uso una vecchia macchina del pane e poi finisco di lavorare l’impasto a mano. 
Lavorare l’impasto per circa 10 minuti o fino a quando è bello elastico e si stacca dalla ciotola formando una palla, l’impasto si lascia lavorare bene perché ben idratato. 
Far riposare l’impasto per 1-2 minuti poi far partire nuovamente l’impastatrice o lavorare a mano aggiungendo il burro un po’ alla volta a piccoli pezzetti e lavorare fino a quando sarà completamente amalgamato e l’impasto sarà bello liscio ed elastico. Fare la prova velo, l’impasto si tenderà benissimo.
Coprire e lasciare lievitare per circa 60 minuti o fino al raddoppio
A raddoppio avvenuto sgonfiare l’impasto e metterlo in una ciotola coperto e metterlo a riposare in frigo per 12 ore o per tutta la notte.
Questo passaggio è molto importante per la delicatezza di questi krapfen.
Il giorno dopo, o trascorse le 12 ore togliere l’impasto dal frigo e dividerlo in circa 26 pezzi da 40gr, se si vuole si possono fare anche più piccoli, ma i krapfen da un solo boccone non mi piacciono li preferisco un po’ più grandi, ma non esagerati
Quando avremmo diviso tutto l’impasto prendere ogni singolo pezzo e pirlarlo creando una bella pallina liscia che metteremo a lievitare su una teglia foderata con carta forno, distanziare le palline perché devono lievitare e non devono toccarsi.
Coprire la teglia con pellicola (io uso un sacchetto da freezer aperto) e far lievitare per 4 ore o fino al raddoppio.
Mentre i krapfen lievitano preparare la crema per farcirli così avrà tempo di raffreddarsi.

Crema
Mettere in un pentolino a riscaldare il latte con la vaniglia.
A parte montare i tuorli con lo zucchero e poi aggiungere la maizena.
Quando il latte è quasi a bollore aggiungere tutto assieme i tuorli tuorli montati con lo zucchero e la maizena. Appena il latte incomincia ad affiorare ai bordi mescolare velocemente con una frusta ed in un attimo la nostra crema sarà pronta. Trasferirla in una ciotola, coprirla con pellicola e metterla a raffreddare.

Cottura
Quando i krapfen sono lievitati non ci resta che friggerli.
Mettere l’olio in una pentola con i bordi un po’ alti e riscaldare l’olio a 180°
Prepararsi un piatto con della carta assorbente, dove metteremo i krapfen appena cotti e un piatto con dello zucchero semolato dove rotoleremo i krapfen prima di farcirli e metterli sul piatto di portata.
Prendere delicatamente i krapfen e metterli nell'olio caldo e cuocerli per 2 minuti per lato, se scuriscono troppo velocemente l’olio è più caldo quindi abbassare un attimo il gas.
I krapfen sono molto delicati quando sono ben lievitati il mio piccolo consiglio per non rovinarli e di ritagliare tutto attorno al krapfen con una forbice la carta forno dove li abbiamo appoggiati, quindi prenderli con la carta forno e metterli nell’olio caldo poi appena tuffati con una pinza togliere la carta forno che si sarà staccata a contatto con l’olio, lo stesso vale se due krapfen si sono attaccati a contatto con l’olio sarà più facile staccarli senza rovinarli.
La temperatura dell’olio non deve essere troppo bassa perché i krapfen si impregnerebbero d’olio.
Friggere 4 krapfen alla volta per cuocerli meglio e non raffreddare troppo l’olio.
Scolare i krapfen, metterli sulla carta assorbente e poi passarli nello zucchero, quindi farcirli facendo con un coltellino un forellino nella parte bianca.
Semplicemente fantastici

Buon carnevale a tutti
e un grazie alle mitiche
  Patty, Federica ed Ale 
Stampa tutto il post

3 commenti:

  1. Favolosi...evito di farli altrimenti me li mangerei tutti

    RispondiElimina
  2. Quest'anno non li ho preparati per carnevale, perchè in casa mi hanno detto che se li preparo x carnevale poi non li faccio più, allora hanno preferito altri dolci e sperano li faccia poi più avanti!!!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails