domenica 21 maggio 2017

Gnudi con biete e barbabietola

Con il Calendario del Cibo italiano a spasso per l'Italia oggi andiamo a scoprire un piatto di antica tradizione toscana con la GN degli Gnudi.

Piatto risalente al dodicesimo secolo quando ad un banchetto per vennero offerti questi ravioli senza sfoglia, effettivamente nudi.
Gli gnudi, tipici senesi e grossetani devono la loro delicatezza ai pochi ingredienti con cui sono preparati.
Gli gnudi classici sono preparati con gli spinaci, ma la mia versione è con le biete, sempre presenti nell'orto in ogni stagione e con la barbabietola che in inverno secco per poterla grattugiare, volendo preparare un piatto con entrambi gli gnudi ho un po' invertito l'inserimento degli ingredienti

Gnudi con biete e barbabietola

INGREDIENTI
200 g biete fresche (solo le foglie) 
1 barbabietola secca da grattugiare
250 g ricotta
1 uovo
35 g farina 
3 foglie salvia
50 g Trentingrana
25 g burro fuso
sale
pepe
noce moscata
Mettete la ricotta in uno scolapasta per qualche ora o dalla sera precedente in frigorifero.
Lavate le foglie delle biete e lessateli tuffandole in poca acqua salata, poi scolatele e mettetele subito in acqua fredda quindi scolatele nuovamente molto bene e fatele raffreddare. 
Mescolate la ricotta con la farina, il parmigiano e l'uovo, amalgamate bene e unite un pizzico di noce moscata, sale e pepe.

Dividete l'impasto in due ciotole ad una aggiungerete le biete ben tritate, mentre al secondo un po' di barbabietola grattugiata, mescolare bene entrambi i composti.
Mettete a bollire una pentola d'acqua salata.
Con entrambi gli impasti formate delle polpettine rotonde, come una noce e lessatele fino a quando vengono a galla.
Non cuocere troppi gnudi alla volta e scolateli delicatamente, poi fateli saltare delicatamente in una pentola dove avrete fatto sciogliere del burro con della salvia.
Serviteli caldi, con una grattugiata di barbabietola e abbondante Trentingrana si scioglieranno in bocca
Stampa tutto il post

5 commenti:

  1. Bella questa versione così allegra!

    RispondiElimina
  2. Questi gnudi, pure colorati, sono una tentazione anche a quest'ora.

    RispondiElimina
  3. Sono buonissimi!!! Ne vorrei tanto un bel piatto!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails