giovedì 27 aprile 2017

Il mio Reiz Kugel per il Club del 27

Ed eccoci con il terzo appuntamento con il Club del 27 dove cucinare, confrontarsi e sopratutto sostenersi è un accordo tacito che ci accomuna, è quasi il salotto di un bar dove poter chiacchierare della nostra stessa passione

Questo mese complice il Sartù, ci siamo incontrate per cogliere tutti gli aspetti e le ricette con il riso, fra le molte proposte mi ha subito affascinato il Giro del mondo del risolatte curato in mtc41 da Simonetta

I miei ricordi di risolatte risalgono all'infanzia, quando ogni tanto la sera potevamo esprimere dei desideri sul menù, la mia richiesta variava tra semolino e risolatte con cacao. 
Fra i tanti risolatte ho scelto una ricetta dell'Europa dell'Est Askenazita

Reiz Kugel
Simonetta presenta il Reiz Kugel così

Questo è un riso al latte magico, diventa da solo una torta e si dovrebbe mangiar con frutti di bosco, o marmellate di mele: siamo in area mitteleuropea quindi l’acido si abbina sempre un po’ con tutto.

Ingredienti
125 g di riso a grano tondo (tipo Arborio)
800 ml di latte
125 g di zucchero
2-3 gocce di essenza di vaniglia
3 tuorli d’uovo

Bollite il riso per 5 minuti in abbondante acqua salata e scolatelo. Portate a ebollizione il latte e versateci il riso, poi abbassate il fuoco al minimo, mescolate di tanto in tanto e fate cuocere per 30 minuti. Aggiungete lo zucchero e la vaniglia e cuocete altri 5 minuti sino a che il riso sia tenero.
Montate i tuorli d’uovo con un po’ del latte in cui si cuoce il riso e versateli nella pentola con il riso. La temperatura delle essere bassa, altrimenti l’uovo di rassoda, mescolate costantemente sino a che il latte assume la consistenza di una crema, una natilla.
Si serve caldo o freddo: caldo è come una crema con il riso abbastanza sgranato, freddo assume la consistenza di una torta.
Nota: piccola osservazione finale, non potrei proprio dire che da freddo ha la consistenza di una torta, però ha sicuramente un aspetto più denso e rimane in forma, forse molto dipende dal riso e da quanto riesce ad assorbire.
Buonissimo sia caldo che freddo, l'ho servito con delle more calde con sciroppo di zucchero
Questo il banner meraviglioso creato da 
Stampa tutto il post

17 commenti:

  1. che bel colore giallo che hai il tuo! Non mi stupisce che abbiamo fatto la stessa scelta, sai? Io nel tuo blog mi trovo sempre a mio agio :) direi che abbiamo gusti simili! La torta non è venuta neanche a me, ma mi sono ugualmente innamorata di questa preparazione!
    Un abbraccio, cara Manu!

    RispondiElimina
  2. eccola la mia dolce amica...molto interessante anche questa preparazione! devo cimentarmi anch'io! Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  3. Bellissimo colore e splendido impiattamento! Un bascione

    RispondiElimina
  4. abbiamo fatto la stessa ricetta... a te mi sa che è venuto meglio di molto....brava!

    RispondiElimina
  5. nome duro per un dolce molto morbido. bella versione

    RispondiElimina
  6. Che bella ricetta Manu e come l'hai presentata con eleganza e cura! Un bacio grande!

    RispondiElimina
  7. Deve essere proprio gustoso,in particolare nella versione tiepida. Brava a sceglierlo e a prepararlo.

    RispondiElimina
  8. Son sicura che mi potrebbe piacere in entrambe le versioni: caldo e freddo.
    ;-)

    RispondiElimina
  9. Torta o non torta mi piace moltissimo :)

    RispondiElimina
  10. Un dolce, il risolatte, che non mi entusiasma, anzi. Mi piace guardare le vostre interpretazioni e le vostre bellissime foto, ma so che non mi cimenterò. Però mi piace condividere con voi questo modo di mettersi alla prova, di sperimentare. E' forse il vero divertimento e la vera gratificazione. Un abbraccio Manu

    RispondiElimina
  11. Ma che bella la tua presentazione, bravissima!

    RispondiElimina
  12. Bellissimo anche questo riso :)

    RispondiElimina
  13. con quegli schizzi di "colore" hai fatto una presentazione da ristorante stellato, bella la tua preparazione!

    RispondiElimina
  14. Ecco con delle more calde mi sembra proprio la morte sua...penso anche io che non assuma propri la consistenza di una torta ma che mantenga la forma, come si vede bene dalla tua foto.

    RispondiElimina
  15. Bella presentazione per un risolatte buonissimo!!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails