venerdì 26 marzo 2010

Treccia russa con lievito liquido ........... risulta sempre favolosa

Chi mi conosce sa che questa treccia è qualche cosa di fantastico, non delude mai da sempre grandi soddisfazioni ed è un po' anche grazie a questa favola che mi sono innamorata perdutamente degli impasti lievitati, è stata una delle mie prime ricette pubblicate qui sul blog
Era moltissimo che non la facevo e sopratutto non l'avevo mai provata seriamente con il lievito liquido, non so se è perchè era molto che non la facevo o se è stato il lievito liquido ........... è venuta favolosa

La treccia viene molto bene se non si ha fretta, se si rispetta una buona lievitazione risulterà sofficissima, se volete farla con lievito di birra guardate qui treccia con lievito di birra

Oggi però la facciamo con il lievito liquido 
le foto del procedimento sono quelle del procedimento originale

230 lievito liquido ben rinfrescato (o poolish)
70ml di latte
90gr di zucchero
90gr di burro
2 uova intere medie
390gr farina bianca 
1 cucchiaino raso di sale
50gr di burro circa con un po' di zucchero per il ripieno

Amalgamare il nostro lievito liquido con il latte a temperatura ambiente e poi un po' alla volta aggiungere tutti gli altri ingredienti, aiutandovi con una spatola e lavorate bene l'impasto (si può anche usare la macchina del pane)
fino a formare una bella palla soffice, ma non appiccicosa che poi metterete a lievitare coperta

Quando l'impasto è ben lievitato, essendo un lievito naturale serviranno circa due ore,
lo prendete e lo rovesciate sulla spianatoia e senza lavorarlo troppo con il mattarello stendete una bella sfoglia
Prendete il burro lavoratelo con un po' di zucchero e poi spalmatelo sulla sfoglia, io questa volta ho aggiunto anche delle scagliette di cioccolato bianco.
Adesso con calma iniziare ad arrotolare la sfoglia stando attenti a far combaciare i bordi

Dal rotolo formato tagliare circa tre centimetri di pasta per la rosa finale. Prendere il rotolo restante e tagliarlo per il lungo con un coltello molto affilato senza schiacciare e lasciando la lunghezza di due dita unite nella parte iniziale che servirà per fare la rosa
Adesso prendere con la mano la parte iniziale della treccia e sollevarla, tenendo uniti i lembi, e ruotarla lentamente dal basso verso l'alto passandola attraverso i due nastri della treccia come da foto
Poi sistemare i due lembi vicino alla rosa e poi proseguire formando la treccia
Chiudere la treccia lasciando un leggero spazio
Prendere il pezzo di rotolo tagliato all'inizio sistemarlo in verticale nello spazio lasciato vuoto in fondo alla treccia 
Adesso allargare leggermente i petali delle due rose

La nostra treccia russa è pronta per essere messa a lievitare fino al raddoppio
La treccia può essere messa in una teglia tipo plum cake nel sistemarla nella teglia può essere leggermente allungata o accorciata (semplicemente avvicinando o allontanando le due estremità)



Ecco la treccia lievitata
Una volta lievitata cuocere a 180° per circa 30 minuti appena cotta spenellarla con un po' di latte per renderla lucida e poi a piacere spolverarla con zucchero a velo
Con lo stesso impasto si può fare anche una bella ciambella, trovate la spiegazione nel post iniziale o anche delle belle rose con lievito liquido
Ecco però qui la treccia in tutta la sua bellezza
Interno della fetta
Con questa treccia il successo è assicurato

Ragazze prendetene pure una fetta, 

con questa treccia vorrei ringraziare anche Marcella 
che ha pensato a me per questo bellissimo premio

scusate se questa volta non arrivo ad assegnarlo, 

lo dedico a tutte Voi che visitate il mio blog


Grazie a tutte voi e buon weekend

Stampa tutto il post

31 commenti:

  1. E' vero Manu, è buonissima!
    Ed io lo posso dire a ragion veduta dato che, per caso, l'abbiamo fatta lo stesso giorno, anche se la mia ha qualcosina di diverso ^-^.
    Grazie per averci fatto conoscere questa delizia.

    RispondiElimina
  2. Ciao Manù sei davvero molto brava con questi impasti , la treccia è qualcosa di spettacolare!

    RispondiElimina
  3. Hai ragione è uno spettacolo,con i lievitati bisogna aver pazienza ed attendere una giusta lievitazione.Ho segnato tutto e la spiegazione era molto dettagliata,graze e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Buon venerdì

    @ Anna
    grazie mille carissima
    la tua con lievito di semola è venuta bellissima ..........
    smack

    @ Mary
    grazie cara, questa treccia non mi ha mai deluso ....... e anche con lievito liquido è venuta meravigliosa

    @ Damiana
    grazie ........... si con i lieviti la fretta è una cattiva consigliera ........ se guardi le foto sono molto più chiare delle parole

    un salutone
    Manu

    RispondiElimina
  5. Splendida anche questa! Ho già fatto quella "normale", putroppo non ho il lievito liquido (i miei tentativi per farlo sono andati a vuoto), proverò sicuramente con il polish.
    Ciao
    Stefania

    RispondiElimina
  6. Wow...sembra sofficissima e molto delicata!! e la forma è splendida!!
    bravissima!
    un bacione

    RispondiElimina
  7. ogni volta che vedo la tua treccia rimango a guardarla ammirata: oltre che bellissima da proprio la sensazione del dolce sontuoso, soffice e delicato. bravissima!

    RispondiElimina
  8. questo dolce è incredibilmente bello, e sembra anche incredibilmente morbido e profumato... mi ispira molto!

    RispondiElimina
  9. E' stupendo!!!
    Ma lo sai che non ho ancora provato la treccia russa? Bisogna che mi convinca, uno di questi giorni...bravissima!

    RispondiElimina
  10. bellissima...perfetta!!!

    RispondiElimina
  11. Mamma mia sono rimasta veramente impressionata dalla tua straordinaria impresa con le mozzarelline home made e soprattutto dal risultato che non credevo possibile in ambito domestico.
    Mi piacerebbe provare ma prima voglio studiare per bene tutti i passi per non cadere in rovinose libere interpretazioni.....davvero sorprendente, chapeau!

    Un caro saluto...........Fabiana

    RispondiElimina
  12. Buon weekend

    @ Stefania
    carissima non preoccuparti se non hai il lievito liquido .......... (ma eri partita dalla pm) la puoi fare benissimo anche con un poolish di lievito di birra

    @ manuela e silvia
    E' sofficissima e gustosissima parola di figlioli

    @ luxus
    grazie mille cara è un bellissimo complimento per questa treccia

    @ Gaia
    questo è un dolce che se non ti fai prendere dalla frenesia di finire e lo lasci lievitare non ti delude mai

    @ Araba
    grazie mille cara, abbiamo sempre tante ricette da provare che capita che qualcuna rimanga in fondo alla lista ............ però se un giorno provi fammi sapere se ti è piaciuta

    @ raffy
    grazie di cuore

    @ Fabiana
    grazie della visita cara, le mozzarelline sono veramente meravigliose, ci vuole pazienza ma poi il risultato appaga


    una calorosa buona notte
    Manu

    RispondiElimina
  13. L'ho provata anch'io, con il ldb, è veramente buonissima.
    Mi è venuta una voglia...

    RispondiElimina
  14. Grazie mille carissima
    e tantissimi auguroni a te e ai tuoi cari

    smack Manu

    RispondiElimina
  15. che meraviglia questa treccia russa, a parte l'impasto che ti ha dato una compattezza dell'interno veramente eccezionale, ora vado a rileggere del lievito liquido e poi provo senz'altro a farla. Ho avuto ospite per qualche mese un'amica russa che faceva una treccia bellissima, ma la tua è da invidia... brava!

    RispondiElimina
  16. Grazie mille Laura
    è un complimento bellissimo, questa treccia è veramente fantastica come impasto e bontà e anche la forma da soddisfazione
    se non vuoi farla con il lievito liquido, sul blog c'è anche la versione con il lievito di birra, il procedimento è lo stesso cambiano solo un po' i tempi di lievitazione

    grazie e se hai dubbi chiedi pure
    un salutone
    Manu

    RispondiElimina
  17. la tua treccia è bellissima!!
    quanto tempo ci ha messo a lievitare?
    ciaooooooooooo

    RispondiElimina
  18. Ciao Silvana
    grazie
    per l'ultima lievitazione con il lievito liquido ci vogliono 2-3 ore dipende molto anche dal caldo che hai in casa
    io molto spesso la compongo la sera tardi e poi la metto in luogo un po' fresco a lievitare tutta la notte e al mattino inforno

    Ciao e buona serata
    Manu

    RispondiElimina
  19. l'ho fatta, ho seguito la tua ricetta su cookaround ed è venuta una cosa divina!!!
    sia l'aspetto che il sapore, ma soprattutto l'odore di burro hanno fatto colpo su tutti gli invitati al compleanno della mia Matilde!
    passami a trovare sul mio blog, così magari mi dai un parere sulla mia treccia!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Ciao Mara,
    mi fa molto piacere che tu l'abbia provata e che sopratutto sia piaciuta ai tuoi invitati
    passo sicuramente a trovarti

    smack
    Manu

    RispondiElimina
  21. ciao Manu e complimenti per il sito.
    Annche su consiglio di Anna di c'è di mezzo il mare ho fatto la treccia russa con la tua ricetta anche se avevo rinfrescato licoli con semola rimacinata. Premesso che è veramente una squisitezza volevo domandarti che farina hai usato tu perchè il mio impasto risultava un po morbido per cui nel fare l'intreccio ho faticato un po'. E'da poco che utilizzo licoli al posto del mio lievito madre ma le tue ricette e quelle di Anna di c'è di mezzo il mare mi hanno conquistato.
    Ciao
    Francesca

    RispondiElimina
  22. Ciao Francesca
    grazie mille per gli apprezzamenti e per la fiducia datami
    mi fa molto piacere che la treccia ti sia piaciuta, in effetti è uno dei lievitati che ha sempre buoni risultati
    per la farina io uso la rieper gialla o blu, in quest'estate particolarmente umida anche la farina lo è e quindi l'impasto aveva forse bisogno di un cucchiaio in più di farina anche perchè hai usato un lievito liquido rinfrescato con semola e quindi forse un po' più liquido ...... se ti capita di rifarla aggiungi pure un cucchiaio in più di farina se ti sembra troppo morbido, però è meglio un po' più morbido che troppo duro
    sono felice e lo sarà sicuramente anche Anna che ti trovi bene con il lievito liquido

    grazie e buona notte
    Manu

    RispondiElimina
  23. ciao Manu,
    volevo domandarti se è possibile lasciare in frigo, per tutta la notte , la treccia già lievitata ed infornare al mattino.
    Grazie
    Francesca

    RispondiElimina
  24. Ciao Francesca
    non so cosa intendi per treccia lievitata
    - se per treccia lievitata intendi appena formata la metti in frigo, va bene poi al mattino quando la togli lasciala un'oretta a temperatura ambiente e poi cuocila
    - se invece intendi che dopo aver formato la treccia la fai lievitare e solo dopo la metti in frigo è meglio di no perchè la lievitazione in frigo continua anche se lentamente e poi comunque quando la togli devi lasciarla un'ora a temperatura ambiente e quindi la lievitazione sarebbe troppo lunga e potrebbe inacidire
    quindi sicuramente meglio formare la treccia e poi metterla in frigo e al mattino terminare la lievitazione e poi cuocere

    spero di essermi spiegata anche se il discorso è risultato un po' contorto

    ciao Manu

    RispondiElimina
  25. Grazie Manu,
    intendevo dire come elencato da te al punto 2 ma visto che potrebbero esserci problemi farò come spiegato al punto 1.
    Grazie ancora e buona notte
    Francesca

    RispondiElimina
  26. Complimenti!!!!!!!! Bellissime ricette che mettono proprio l'acquolina in bocca e la smania alle mani...non vedo l'ora di provare tutte quelle con lievito liquido!!!!
    Viviana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana
      in effetti con i lievitati è proprio così, una cosa è certa se provi questa ti innamorerai dei lievitati è veramente favolosa
      ciao e buona domenica
      Manu

      Elimina
  27. Huhu Manu,

    ich habe Deinen Zopf nachgebacken, wir waren begeistert, er hat uns sehr gut geschmeckt und kaum war er auf dem Tisch, war er auch schon weggefuttert
    Vielen lieben Dank für das leckere Rezept ;o))
    Schau doch bei mir mal vorbei : Treccia Russa

    Un abbraccio
    Irène

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Irene,
      sono passata a vederla ti è venuta strepitosa complimenti veramente

      Un abbraccio
      Manu

      Elimina
  28. Cara Manu, non posso che aggiungermi al coro dei numerosissimi complimenti. E questa treccia sembra davvero favolosa. Mi piacerebbe provarla e volevo chiederti se era possibile farla con il lievito madre e nel caso come modificare gli ingredienti
    Diana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Diana
      grazie per gli apprezzamenti
      Io non uso molto la pasta madre, ma puoi sicuramente farla
      Non penso che tu debba modificare molto gli ingredienti io cambierei solo i 230gr di lievito liquido ben rinfrescato con lo stesso quantitativo di pasta madre ben rinfrescata per gli altri ingredienti penso vadano bene magari la farina non usarla subito tutta, perchè la pasta madre è più solida e quindi forse te ne serve meno
      Ciao se la fai fammi sapere se ti è piaciuta
      Buona notte Manu

      Elimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails