martedì 17 gennaio 2012

Tagliatelle con crema di ricotta e noci

Ho iniziato a partecipare all’MT Challenge un po’ per gioco, per provare la pasta alla Norma che non avevo mai fatto e mi incuriosiva …………. il dover partecipare tutti i mesi mi intimoriva un po’, ma mi sono buttata lo stesso e da allora non mi sono persa questi appuntamenti giocosi. 
Si perché quello creato da Ale e Dani non è una sfida è quasi un gioco che ti permette di provare a fare di tutto ……………… a volte la ricetta affascina a volte ti spaventa, ma sicuramente ogni mese ti cattura e ti stimola ogni volta di più …………………… e le ragazze sono veramente fantastiche ........... grazie Ale e Dani
Dopo la pausa natalizia ecco la scelta di Ale sono le tagliatelle ………… non ci sono dubbi si devono fare …………….. non mi spaventa il mattarello, la pasta matta per lo strudel si stende a meraviglia, ma con le tagliatelle non so mai quando è il momento di tagliarle ………………. però per una che è nata a Bologna non ci sono scuse si devono tagliare a mano ………… 


3 uova 
330gr farina 

Ricotta 
Noci 
Grana 

Ho impastato uova e farina e poi ho lasciato riposare l’impasto coperto per circa 30 minuti 

e dopo il riposo armata del mio bel mattarello, regalatomi dai ragazzi l’anno scorso, ho iniziato con pazienza a tirare la sfoglia. 

Non ho grossi problemi a tirare la sfoglia, i problemi li trovo sempre nel dare una forma perfetta, con la pasta matta per lo strudel data la sua elasticità non ci sono problemi, ma con le tagliatelle è un po’ diverso. 

Però non ci sono scuse con pazienza e costanza ci si riesce, del resto ogni piatto deve essere fatto con amore costanza e pazienza. 

Dopo aver steso la sfoglia ecco il mio grande dilemma ……………. 
Quanto tempo deve asciugare prima di tagliare le tagliatelle ……………… per questo ho seguito l’ottimo suggerimento di Ale, devo dire che quel passaggio l’ho letto un paio di volte per non sbagliarmi ……………. Ho aspettato poi ho piegato un pezzo di pasta e ho provato a tagliarla con un dito come fosse un tagliacarte e a taglio perfetto ho iniziato a piegare la pasta per tagliare le tagliatelle. 

Né larghe né strette ………………….. meglio per le prime aiutarsi con un centimetro!!!!! 

E il coltello ………………… poiché non ne ho uno adatto, uso per tagliarle una spatola rigida e diritta. 

Una volta tagliate non resta che allargarle e farle asciugare un po’, mettendole al riparo da mani furtive ............. e poi cuocerle 

Le ho condite semplicemente con una crema di ricotta e noci ed una belle spolverata di grana, 

una delizia da assaporare che ripaga ampiamente del lavoro fatto
Grazie Ale, Dani ed Alessandra il gioco adesso passa a Voi, come sempre è stato un piacere



Stampa tutto il post

13 commenti:

  1. Bello, bello, bello, bellissimo! grande post, con una sequenza fotografica da urlo (e sul metro giuro che mi sono commossa :-))
    E' sempre una gioia, la tua partecipazione alla sfida
    un bacione enorme,
    ale

    RispondiElimina
  2. Grazie mille Ale
    la gioia della partecipazione è veramente reciproca

    un grandissimo abbraccio
    Manu

    RispondiElimina
  3. splendide...complimenti! un piatto semplice ma buonissimo!

    RispondiElimina
  4. E che sfoglia! Complimenti!

    RispondiElimina
  5. che sfoglia bella che hai fatto, manu! d'altronde, dopo aver visto le foto della tua pasta matta, non mi sarei dovuta stupire.
    sei una sfoglina nata.

    e mi piace molto anche l'impasto, con sapori che stanno così armoniosamente insieme.

    RispondiElimina
  6. Le tagliatelle sono un grande classico a casa mia...mia mamma e' una maga con la sfoglia, io rimango ancora incantata a guardarla.
    Complimenti perche' sei stata davvro brava, hai avuto una precisione geometrica :)

    RispondiElimina
  7. Più precisa di così....!
    Ottimo piatto!
    Abbracci

    RispondiElimina
  8. Bellissima sfoglia... lavorata a regola d'arte!!!

    RispondiElimina
  9. Bella davvero questa sfoglia, bellissimo il reportage fotografico e... grandioso l'uso del metro da sarta! :-D

    RispondiElimina
  10. quanso si suol dire al millimetro bracissima

    RispondiElimina
  11. Un salutone in ritardo

    @ raffy
    si non c'è nulla di più buono di un piatto di tagliatelle fatte in casa grazie

    @ Bucci
    grazie cara

    @ Gaia
    grazie carissima, la pasta matta è più docile però diciamo che me la cavicchio ...... sapessi quanto mi piacerebbe fare un corso di sfoglina!!!!

    @ elenuccia
    grazie cara sei gentilissima, è vero veder tirare la sfoglia ti fa rimanere incantata

    @ Antonella
    grazie cara

    @ Cucina che ti passa
    grazie

    @ Donaflor
    grazie mille cara

    @ Ale
    grazie i difetti sono nella forma, ma è venuta bene

    @ mapi
    carissima detto da te è un bellissimo complimento ........ il metro da sarta ormai è diventato quello della cuoca ...... staziona sempre in cucina!!!

    @ Mamma Papera
    grazie mille

    buona domenica
    un abbraccio
    Manu

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails