martedì 17 aprile 2012

Rotolo di semi di papavero

I lievitati mi affascinano sempre ed ogni scusa è buona per manipolare farina, ma ci sono di quelle ricette che ti piacciono a pelle e non vedi l'ora di trovare il tempo per farle. 

Dopo avervi proposto un timballino di spinaci, semplice e gustoso è proprio il momento giusto per coccolarsi un po' con questo delizioso rotololo di semi di papavero.


E’ un pane dolce con un insolito ripieno ai semi di papavero, mandorle, uvetta e cedro candito tipico del nord europa tratto dal mio libro 
“Il Pane fatto in casa” 

Impasto 
120 ml latte tiepido 
20 gr lievito fresco (per me 12gr mezzo cubetto) 
350 gr farina bianca 
1 uovo sbattuto 
50 gr burro fuso 
2 gr sale 

Ripieno 
115 gr semi papavero 
50 gr burro 
75 gr zucchero 
75 gr uvetta 
50 gr mandorle in polvere 
50 gr cedro a cubetti 
2 gr cannella in polvere 

Glassa 
115 gr zucchero a velo 
15 ml succo limone 
scaglie di mandorle 

Sciogliere il lievito nel latte tiepido, poi aggiungere lo zucchero, la farina, l’uovo leggermente sbattuto e il burro fuso freddo ed impastare tutto fino ad avere un impasto ben amalgamato, lavorare il tutto per 8-10 minuti poi mettere in una ciotola leggermente unta, coprire con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio. 

Mentre il nostro impasto lievita, versare dell’acqua bollente sui semi di papavero, lasciarli raffreddare e poi scolarli (precisazione scontata ….. il colino deve essere piuttosto fino) 
Far sciogliere in un pentolino il burro, aggiungere i semi di papavero e far cuocere per 1-2 minuti. 
Togliere dal fuoco e aggiungere zucchero, uvetta, mandorle tritate, cedro candito e cannella e mescolare per amalgamare il tutto, quindi mettere il ripieno a raffreddare. 

Quando l’impasto è ben lievitato, rovesciarlo su una superficie infarinata e stenderlo in un rettangolo di circa 35x25cm. 
Io lo stendo un po’ più largo perché preferisco fare più giri al rotolo e quindi gli strati di impasto e ripieno sono più sottili e golosi. 

Sul rettangolo d’impasto spalmare il ripieno,
lasciando 1cm di bordo libero. 

Arrotolare l’impasto con il ripieno formando un rotolo che metteremo sulla teglia del forno imburrata o foderata con carta forno, coprire e mettere nuovamente a lievitare per 45-50 minuti o fino al raddoppio. 

A lievitazione avvenuta infornare in forno preriscaldato a 190° per circa 30 minuti o fino a doratura. Far raffreddare su una griglia 

Preparare una glassa con lo zucchero a velo e il succo di limone e versarla con un cucchiaio sulla pagnotta tiepida, poi spolverare con scaglie di mandorle.

Far raffreddare completamente e poi servire tagliato a fette.

Un'armonia di gusti particolari e stuzzicanti

Una vera delizia da gustare e da fare per coccolare i nostri cari
Stampa tutto il post

16 commenti:

  1. è tanto tanto che lo voglio provare a fare, poi arrivi tu e ci presenti una versioen perfetta! leggerò con attenzione la tua ricetta, e vediamo se riesco a "sglutinarla" :-)
    un abbraccio
    gaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara,
      lo immagino anch'io lo volevo provare da tanto e finalmente ci sono riuscita ........... ho fatto uno strato più sottile perchè si apprezza meglio la farcia ............. se la fai senza glutine fammelo sapere che metto il link
      un grande abbraccio
      Manu

      Elimina
  2. Questo rotolo ha un aspetto delizioso. I pani dolci mi piacciono molto, mi ricordano quando ero piccola e mia madre mi comprava sempre dei panini all'uvetta e canditi dal fornaio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo pane dolce è buonissimo anzi direi che è proprio un dolce grazie
      Manu

      Elimina
  3. Mamma che bestione!!! Sembra lunghissimo....Deve essere buonissimo! Magari io toglierei il cedro e la cannella che non amo ma pe ril resto mi ispira un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara
      in effetti era lunghetto, il ripieno puoi modificarlo senza problemi anche se cannella e cedro non spiccano troppo nell'insieme
      grazie Manu

      Elimina
  4. Che buono dev'essere questo rotolo! mi ricorda molto i dolci del nord europa... anche io questo fine settimana mi sono data ai lievitati...ho fatto il Kringle! ;-) P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao in effetti è un pane dolce del nord europa e veramente buono
      grazie

      Elimina
  5. E ci risiamo!!! Che tentazione, mi pare già di sentire un delizioso profumino che arriva a me... Ma a quando la dieta per me?
    Ciao
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara,
      hai ragione con questi dolci la dieta è un po' sacrificata, però sono delizie da assaporare ogni tanto grazie Manu

      Elimina
  6. Io amo questo genere di pane e amo i sei di papavero quindi questa ricetta mi sembra sublime! La proverò quando riuscirò a trovare i semi di papavero qui in Nicaragua.... forse meglio quando tornerò in Italia! Un abbraccio, passa a trovarmi se ti va!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara
      la ricetta è veramente ottima, un mix di sapori delizioso ........ i semi di papavero nei dolci sono veramente particolari
      passo sicuramente ciao Manu

      Elimina
  7. Ciao,sono Nicky del blog "Viaggi di Mondo" http://viaggidimondo.blogspot.it/
    Sono capitato per caso nel tuo e sono rimasto veramente colpito perchè hai fatto veramente un gran bel blog.
    Mi sono unito ai tuoi lettori fissi cosi' ti seguirò sempre.
    Passa anche da me e quando lo fai iscriviti anche tu nei lettori fissi cosi' resteremo sempre in contatto e se vuoi lascia un commento per sapere che sei passata.
    Ciao e a Presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicky
      grazie e ben arrivato, mi fa piacere ti piaccia il blog ........ passerò a vedere il tuo blog
      ciao e grazie

      Elimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails