martedì 21 giugno 2011

Kaki-age ... frittelle giapponesi di inizio estate

Oggi primo giorno d’estate, o solstizio d’estate, il giorno più lungo dell’anno che ci fa gioire e pensare come la natura e il tempo continui inesorabilmente il suo percorso giorno dopo giorno, attimo dopo attimo. 
La natura nella sua maestosità è un mistero, qualche cosa di meraviglioso che spesso ci fa ammutolire per la sua bellezza o per la sua forza, una forza che a volte è anche distruttiva come nel recente terremoto giapponese.
Acquaviva scegliendo le frittelle di kaki-age (o tempura delle casalinghe) per MTC di giugno ci ha parlato con grande passione del popolo giapponese, delle sue tradizioni e dei suoi rituali, l’ha fatto minuziosamente facendo riflettere tutti noi. 
Non sarebbe giusto riassumere qui il suo post, sarebbe riduttivo leggetelo e capirete. 
Ho cercato di seguire la ricetta il più fedelmente possibile e qui riassumo i passaggi principali, ma non la poesia descritta da Acquaviva




per kaki-age
200gr totani
zucchina
piselli
cipolla novella
fiori di zucchina
foglie di salvia
semi di sesamo bianco

salsa di soia
sale al finocchietto

1 litro olio di arachide

Per la pastella
125gr farina 00 (più qualche cucchiaio per infarinare)
1 tuorlo d’uovo
200gr acqua ghiacciatissima

Per la pastella si usa l’acqua in quantità doppia della farina, ma seguire questo procedimento per sapere quanta. La farina deve essere setacciata più volte poi metterla in un contenitore trasparente, quindi in un altro contenitore trasparente ed uguale mettere il tuorlo e poi versare sopra l’acqua ghiacciata (togliere gli eventuali cubetti di ghiaccio) fino a raggiungere lo stesso livello della farina, naturalmente se l’uovo è più grande si userà meno acqua.


Sbattere l’uovo nell'acqua e quando sarà ben amalgamato unire in un sol colpo la farina setacciata, mescolare lentamente con delle bacchette di bambù, non importa se restano dei grumi. Coprire e mettere in frigo a riposare, io l’ho fatta a pranzo per la sera, la pastella deve essere sempre fredda.



Tagliare tutti i nostri ingredienti a cubetti e metterli in ciotole separate, anche le zucchine vanno tagliate a cubetti in modo che su ogni pezzetto ci sia un po’ di buccia.

Poco prima di friggere unire in una ciotola i cubetti di totano, con la cipolla e i semi di sesamo  e in un’altra ciotola unire i fiori di zucchina, con i piselli e le zucchine, poi in entrambe le ciotole unire un cucchiaio di farina e infarinare velocemente gli ingredienti, quindi aggiungere parte della pastella ed amalgamare bene. 
La pastella non è salata ecco perché le frittelle devono essere accompagnate con una salsina. Io le ho accompagnate con del sale aromatizzato al finocchietto e con della salsa di soia.

Scaldare l’olio a 170° (temperatura ideale è quando una goccia di pastella affonda fino a metà altezza e poi torna a galla)

Friggere per prima a cucchiaiate la miscela di verdure, poi quella di totani rigirando un paio di volte le frittelle nell’olio. Serviranno un paio di minuti di cottura per le frittelle di verdure ed un attimo di più per quelle di totano
Le frittelle devono essere croccanti ma ancora chiare, appoggiarle su della carta assorbente
Io ho tenuto da parte un po’ di pastella per friggere delle foglie di salvia e alcuni fiori di zucca interi.


Queste kaki-age sono veramente favolose, io le ne ho magiate un paio anche senza salsa di saia ed erano fantastiche



Dopo la frittura, anche questi kaki-age sono stati un successo.



Vi consiglio di provarle, ma prima leggete le varie interpretazioni, un modo diverso per riflettere.

Stampa tutto il post

13 commenti:

  1. passo per l'ora di pranzo... mamma quante cose buoneeeeeeeeee

    RispondiElimina
  2. Manu questo piatto e meraviglioso io adiro i fritti misti in tutte le sue varianti quindi lo provero prestissimo smak Caterina

    RispondiElimina
  3. Riconosco tante cose ^_^ made in japan.
    Ottimo kakiage.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Caspita...io ancora sto brancolando nel buio in cerca di ispirazione... eppure ho riletto la ricetta almeno 10 volte!!!

    Sei avanti!

    RispondiElimina
  5. ragazza mia, che frittura meravigliosa!detto da una che tanto è imbranata con questa tecnica, quanto sa riconoscere l'abilità di chi sa friggere per davvero!
    sul resto, sono d'accordo:questa ricetta merita un "famola uguale" :-)
    grazie per la partecipazione
    ale

    RispondiElimina
  6. Inizio a vedere questi Kaki-age, sto da poco elaborando la mia versione ma solo "virtualmente"..chissà se la realizzazione sarà fedele al pensiero, comunque mi piace questa proposta perchè mi fa pensare, ponderare, meditare....così com'è la cultura Giapponese: discreta e silenziosa, ciao.

    RispondiElimina
  7. Buon pomeriggio

    @ raffy
    hai proprio ragione!!!! Grazie

    @ Caterina
    grazie cara, poi immagino tu sia bravissima quindi ti verrà splendido!!!

    @ anna
    carissima hai ragione, alcune sono usate impropriamente però mi faceva piacere usarle ...... ho dimenticato di mettere le bellissime bacchette ma si sa non sono brava
    ottimo veramente il kakiage
    un abbraccio anche a te

    @ Fabiana
    grazie cara, se devo essere sincera questa volta è una ricetta talmente bella e inusuale per noi che non ho nemmeno pensato di cambiarla ..... vedrai che ti verrà l'ispirazione

    @ ale
    carissima sei troppo buona, anch'io fino a poco tempo fa ero negata nella frittura ma devo ammettere che sono riuscita a capirne un po' di più e sono proprio soddisfatta
    sul "famola uguale" concordo pienamente è troppo particolare per non provarla
    grazie a te, che un anno fa con la pasta alla norma mi hai invitato in un gioco bellissimo e stimolante ... baci

    @ accantoalcamino
    carissima è vero al di là della ricetta è proprio la cultura giapponese che si manifesta e ci cattura in questo splendido gioco

    un salutone
    Manu

    RispondiElimina
  8. che dire?! praticamente perfetta!

    RispondiElimina
  9. Anche per me è statoa piacevole questa sfida, i tuoi kaki-age mi sembrano eccellenti.
    ciao loredana

    RispondiElimina
  10. Davvero gustosissimi.Brava.
    Un bacione e buona domenica.

    RispondiElimina
  11. Bellissimo davvero questo tuo kaki-age, brava!

    RispondiElimina
  12. Deliziose queste Kaki-age ... frittelle giapponesi!! una ricetta da provare per uno snack assicurato!

    RispondiElimina
  13. Scusate il mio ritardo

    @ acquaviva
    grazie troppo buona

    @ Loredana
    grazie cara è stato proprio positivo essere obbligati ad affrontare la frittura, ma da qui alla perfezione ci manca molto

    @ Fausta
    grazie mille

    @ mapi
    grazie carissima detto da te è un bel complimento

    @ ristoranti di roma
    grazie mille

    un salutone
    Manu

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails