lunedì 16 maggio 2011

Frittura di calamari .......... una conquista per me

Oggi non vi presento una mia ricetta, ma voglio parlare di una mia conquista.
Io in cucina, non per peccare di superbia, penso di arrangiarmi abbastanza discretamente in molti campi, ma ognuno di noi si sa ha il proprio tallone d’Achille e per me sono sicuramente i fritti. 
Fino ad un paio d'anni fa ero veramente una frana, prova ne è che la mia friggitrice dopo quasi 20 anni di inutilizzo, l'ho portata quasi nuova e funzionante al mercatino del riuso. 
Mi riuscivano bene solo i grostoi, ma per il resto rinunciavo proprio per non umiliarmi ogni volta. Si sa però che la caparbietà anche in cucina aiuta sempre a superare i propri limiti e così un po’ alla volta mi sono detta che anche i fritti dovevano essere domati, i primi a riuscire bene sono stati i Krapfen di Adriano. 
La mia soddisfazione era tangibile, però c’erano altri scogli da superare, non che io vada matta per i fritti e forse anche per questo ho impiegato molto a iniziare a capirne i trucchi, però quando scorgevo un post con dei fritti, lo guardavo con ammirazione ma pensando  …… questo non fa per me!!!!
Poi qualche mese fa ho visto il post dello zio Piero (vi consiglio di guardarlo), l’avrò guardato una decina di volte prima di promettere a me stessa che non c’erano più scuse prima o poi dovevo superare i miei timori e provare. Ci ho impiegato un po’, però l’altro giorno ho superato gli indugi e mi sono buttata.


Calamari freschi
Farina di grano duro (fredda di frigorifero)
Olio di arachidi (o girasole)

Servivano i calamari freschi, qui purtroppo non è facile trovarli spesso si trovano quelli scongelati e allora io ho utilizzato quelli surgelati. 
Lo so zio Piero che non è la stessa cosa e non pretendo che siano buoni come i tuoi (scusa), ma come prima volta mi accontento.
Adesso che so che non viene una schifezza, appena trovo i calamari freschi la frittura sarà assicurata.
Gli anelli di calamari freschi tolti dal frigo devono essere tenuti sotto ghiaccio e devono essere infarinati, con farina di grano duro fredda di frigorifero, solo un attimo prima di essere buttati in olio caldo.
Togliere la farina in eccesso e friggere in olio caldo a 180° circa, ottimo per questo il termometro.
Non friggere tutti i calamari assieme, ma friggere solo la quantità di calamari che sta comoda i padella.
In pochi minuti i nostri calamari saranno pronti per essere messi a scolare su della carta forno.
Prima di friggere altri calamari assicurarsi che l’olio torni a temperatura 180°, mentre aspettiamo infariniamo i nostri calamari


Sono veramente fantastici, non oso pensare come saranno con i calamari freschi, grazie zio.
Una vera soddisfazione e il commento dei miei è stato
“ … Veramente buoni …… non penso che siano facili da fare … ”


Buona settimana a tutti 

Stampa tutto il post

23 commenti:

  1. Devono essere proprio favolosi!!! fanno venire fame solo a vederli.

    RispondiElimina
  2. squisite , una frittura a cui non posso rifiutare!

    RispondiElimina
  3. Queste si che sono soddisfazioni!!!
    :)))

    p.s. e come fritto ti è venuto proprio bene! ;)

    RispondiElimina
  4. A vederli sono molto invitanti.
    Mandi

    RispondiElimina
  5. anche io sono abbastanza schiappa in quanto a fritto... ma come me li farei volentieri 2 anellini!!!

    RispondiElimina
  6. il mio moroso ne va matto!! se vedesse la tua impazzirebbe!! un bacione!!

    RispondiElimina
  7. come te anche io ho un problema: la frittura di mare!!!mi viene una schifezza pur difendendomi sul resto.. ora seguiro' i consigli tuoi e di Zio Piero,per la gioia dei miei figli!
    Grazie!!
    Anna Maria

    RispondiElimina
  8. Manu, ognuno ha il suo punto debole, invece io amo i fritti e li faccio anche benino, (Comunquei le fritture buone non sono facili) va bene la semola rimacinata per infarinare ma su una cosa dissento e non per dissentire credimi...non si frigge mai con il girasole, si frigge solamente con l'extravergine sempre, solo le cose dolci si friggono con l'arachide, gli altri oli raggiungono il punto di fumo prima dell'extravergine e dell'arachide e fanno male, vanno consumati crudi, e basta....ti puoi fidare di quello che ti dico...però questi calamari hanno un aspetto molto buono...ciao carissima

    RispondiElimina
  9. Cara Manu da buona sicula ti posso dire che ai fatto benissimo ah buttarti con la frittura per me eh uno dei piatti piu goduriosi io quando la preparo la faccio mmistae mi da una soddisfazione grande salutoni Caterina

    RispondiElimina
  10. Un saluto

    @ elenuccia
    grazie mille cara

    @ Mary
    è una frittura che adoro anch'io grazie

    @ Zio Piero
    grazie mille per le dritte
    il tuo giudizio mi lusinga ma ho ancora molto da imparare

    @ Rosetta
    grazie cara

    @ Valeria
    è vero fanno gola solo a guardarli
    grazie

    @ raffy
    grazieeee

    @ Sara
    grazie mille carissima ......... allora devi farglieli!!!! un bacio

    @ Anna Maria
    grazie cara, vedrai verranno bene anche a te

    @ Chiara
    grazie cara

    @ Tamara
    Ciao cara grazie mille anche per i consigli sempre ben accettati
    io friggo generalmente con l'olio di arachidi, poche volte con il girasole ma dopo i tuoi consigli di cui mi fido non lo userò più
    discorso un po' diverso per l'olio d'oliva che io non uso (so che si dovrebbe) perchè non mi piace molto il suo gusto, lo uso solo crudo ........... però adesso che mi sono venuti bene magari provo e vediamo se riesco a ricredermi
    un salutone

    @ Caterina
    grazie mille cara
    io amo molto la frittura di pesce e adesso che ho provata a farla sono contentissima

    buona notte
    smack Manu

    RispondiElimina
  11. Manu mi scuso ancora s emi sono permessa, ma sulla salute non si scherza....io capisco che al nord risulti pesante l'extravergine,ma se cominci ad abituarti vedrai che apprzzi il suo sapore, altrimenti fai il burro chiarificato che è leggero ed ha lo stesso punto di fumo, ma non friggere mai con nessun'altra cosa...bacioni

    RispondiElimina
  12. Cara nessun problema
    non devi assolutamente scusarti hai fatto bene a dirmi quello che sai, come ho detto io con i fritti sono negata e prima di questa frittura direi che erano limitati solo a carnevale
    proverò sicuramente con l'olio d'oliva e se proprio non mi piace seguo il tuo consiglio sul burro chiarificato

    grazie e buona giornata
    smack
    Manu

    Ps: non ho nessum problema ad ascoltare ed accettare un consiglio sopratutto su qualche cosa di cui io so poco

    RispondiElimina
  13. A una frittura cosi,non si dice mai di no.
    Un saluto e buona giornata.
    Ciao,Fausta

    RispondiElimina
  14. faremmo incetta dal piatto che si vede in foto! slurp!
    p.s. se ti va ti invitiamo al nostro contest su come "occultare" gli ingredienti
    http://labandadeibroccoli.blogspot.com/2011/05/il-secondo-contest-della-banda-la-banda.html

    RispondiElimina
  15. Davvero molto invitante! Buona domenica e a presto

    RispondiElimina
  16. che tu non riuscissi a fare il fritto, brava come sei manu, mi sembra proprio cosa non credibile.
    era un blocco psicologico, e sono proprio felice che tu l'abbia superato.
    secondo me lo zio piero gongola come un pazzo, ti è venuto da dio!

    RispondiElimina
  17. Un saluto

    @ Fausta
    grazie mille

    @ labanda dei broccoli
    grazie e sicuramente passo a vedere il vostro contest e se posso partecipo

    @ Kiara
    grazie

    @ la creatività e i suoi colori
    grazie mille

    @ Gaia
    carissima è proprio vero per me i fritti sono ancora tutti da scoprire anche se mi accorgo che un po' alla volta recupero ........ hai ragione questa frittura era veramente ottima da replicare quanto prima ...... smack

    buona notte
    Manu

    RispondiElimina
  18. Amo la frittura di calamari....
    Complimenti per le ricette!!!Un salutone...
    Lucilla

    RispondiElimina
  19. Ciao Manu,ho fatto i tuoi calamari, e dire che sono buoni è dire poco ,sono semplicemente favolosi!!!!!Siccome avevo timore che il ghiaccio sciogliendosi li bagnasse, allora ho usato quei sacchetti della kuki che si devono riempire d'acqua per avere sempre cubetti di ghiaccio pronti,così se il ghiaccio si scioglie l'acqua rimane all'interno del sacchetto.grazie ancora .Ciao Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Teresa,
      grazie mille per la fiducia e sono molto contenta che ti siano piaciuti
      molto interessante l'idea di utilizzare i sacchetti per i cubetti di ghiaccio
      grazie Manu

      Elimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails