domenica 25 marzo 2018

Dal caffè all'Afternoon Tea per Mtc71

Io e il te siamo ai poli opposti, difficilmente mi ricordo di proporre una tazza di te ai miei ospiti, ma il caffè con un dolcetto non manca mai. Quindi potrete capire come mi sono trovata spiazzata quando Valeria per Mtc71 ha proposto l’Afternoon Tea. 
Questa è la mia 70esima partecipazione e l’idea di saltare non mi ha nemmeno sfiorata per rispetto di Valeria, di Ale e tutte voi però mai come in questa sfida mi sono sentita inadeguata però il servizio da te non mancava faceva bella mostra di se nella vetrina di inizio ‘900 del soggiorno di casa e chissà come si sarà sentito sapendo che lo stavo osservando con occhi diversi e che questa volta sarebbe uscito dalla vetrina non solo per essere lavato, ma anche fotografato. 
Il primo grande problema è stato capire quale te usare che non fossero le banali bustine o gli infusi presenti a casa. Dovevo andare a cercarlo e farmi consigliare così una mattina sono andata da Tea House ed ho aspettato che aprisse come una delle fan più sfegatate ma era l’unica alternativa perché non è vicino al mio negozio ed abbiamo gli stessi orari. 
Dopo essermi scusata con la ragazza per essere lì prima dell’apertura ho esordito con un: 
“Dovrebbe consigliarmi un te per un afternoon tea, ma non me ne intendo 
La sua faccia era molto eloquente, avrà pensato che ero matta, comunque con molta gentilezza inizia a propormi dei te e io in tutta franchezza mi sentivo sempre più a disagio, poi un po’ alla volta le idee si schiarivano e ho scelto un te alla rosa e uno un po’ più intenso. 

Li ho assaggiati e devo ammettere che la mia prima scelta era perfetta per le preparazioni che avevo deciso di fare. 

Lo stesso giorno dell’annuncio della sfida andando a fare la spesa ho trovato delle spettacolari fragole, molto saporite nonostante la stagione appena iniziata, mi sono lasciata tentare e ho preparato una gustosa confettura di fragole al profumo di bergamotto. 

La confettura all’inizio doveva accompagnare degli scones, poi dovendo scegliere due categorie non volevo rinunciare a biscotti e torta ma la confettura di fragole? 
Ho cercato una torta che potesse avere la confettura come protagonista ma non la solita crostata. Ho scelto una frangipane, oggetto di una sfida mtc, perché oltre alla confettura richiamava il profumo di un biscotto che avrei servito 

Adesso che Afternoon tea è deciso non resta che prepararlo ed invitarvi a gustarlo. Per le regole di un buon te vi rimando al bellissimo post di Valeria. Due set per lo stesso tea

Dal caffè all’Afternoon tea 

English Rose Tè nero 
Lemon-bergamotto Meltaways 
Lunette viennesi 
Biscottini ai mirtilli disidratati 
Frangipane alla confettura di fragole al bergamotto 

Per servire servizio di te bianco 

English Rose 

E' una miscela delicata di Darjeeling con petali di rosa e di girasole, scorza d'arancia, pezzetti di vaniglia, impreziosita con aromi di frutta che ben si abbinano ai dolci serciti 

Preriscaldate la teiera versandovi un pó di acqua calda e lasciandola fino a farla diventare calda al tatto. Quindi buttate via l'acqua e aggiungere immediatamente il té sul fondo della vostra teiera e/o tazza, generalmente 1-2 cucchiaini per persona a seconda dei gusti. 

Mettere in tavola anche una teiera con acqua calda così uno potrà calibrare il proprio te, io ho messo anche una ciotolina con la miscela di te per qualcuno che desidera prepararsi da solo il te.


Lemon-bergamotto Meltaways 
Dalla ricetta dei Lemon meltaways di Martha Stewart, che amo particolarmente , ho sostituito la buccia del limone con quella del bergamotto che avevo essiccato, non avevo il succo per farli completamente al bergamotto ma la scorza è riuscita a dare un profumo altrettanto intenso 

per una ventina di pezzi 
85 g burro freddo 
20 g zucchero a velo 
buccia grattugiata di ½ bergamotto 
2 cucchiai succo di limone appena spremuto 
120 g di farina 
1 cucchiaio di maizena 
un pizzico di sale 

altro zucchero a velo, per la copertura 

Battere con le fruste elettriche il burro a pezzetti con lo zucchero a velo finché sarà gonfio e chiaro, per non meno di cinque minuti. Aggiungere la buccia di bergamotto, il succo di limone ed il sale. 
A parte mescolare la farina con la maizena ed unirla delicatamente all'impasto ed amalgamare finché il tutto sta insieme, non mescolare troppo.. 
L'impasto sarà molto morbido, ma non si deve aggiungere altra farina. Trasferirlo su della carta forno o pellicola e, aiutandosi con la carta, formare un rotolo del diametro di circa 4 cm. Mettere in frigorifero per minimo 2 ore. 
Quando sarà ben freddo, tagliare con una spatola i biscotti allo spessore di 1 cm, disporli su una placca leggermente distanziati e tenerli in frigorifero fino alla cottura 
Portate il forno a 180° e cuocere i biscotti per 13 minuti, dovranno rimanere chiari e solo leggermente dorati sui bordi. 
Sfornarli e tenerli per 10 minuti a temperatura ambiente, dopodiché come suggerisce Martha mettere un po’ di zucchero a velo in un sacchetto da freezer e inserire i biscotti e scuotendo delicatamente il sacchetto ricoprirli completamente di zucchero a velo, metodo pratico ed affidabile 


Lunette Viennesi 

Ho scelto le lunette perché è un biscotto dal profumo della mandorla non spellata e particolarmente friabile, che come lo metti in bocca si scioglie e sprigiona la sua bontà adatto da gustare con una buona tazza di tea 

per circa 25 pezzi
75 g farina
1 cucchiai di zucchero
65 g burro tagliato a pezzetti
30 g mandorle non pelate tritate fini
1/2 tuorlo 
zucchero semolato per spolverizzare

Setacciare la farina in una ciotola media, unire lo zucchero e il burro. Con la punta delle dita mescolate gli ingredienti fino ad ottenere un aspetto sabbioso cercando di non riscaldare il burro. A questo punto unire le mandorle tritate e il tuorlo e lavorare sempre a mano fino a quando l'impasto rimane bene unito. Mettere a riposare in frigorifero per 30 minuti. 
Poi prendere la pasta e dividerla in 25 porzioni circa e con ognuna fare un piccolo cilindro, che verrà poi incurveremo leggermente a mezzaluna e metterli sulla placca del forno, preferibilmente trasferirli per 10 minuti in frigorifero prima d’infornarli a 160° per 15 minuti circa o fino a quando saranno leggermente dorati. 
Sfornarli, lasciarli raffreddare qualche minuti senza toccarle sono fragilissime e poi passarle con delicatezza nello zucchero semolato per spolverizzarle


Cookies ai mirtilli disidratati
dai biscottini di Morena

Dosi per circa 20 pezzi

40 g di zucchero semolato
40 g di zucchero di canna
60 g di burro morbido
105 g di farina
1 cucchiaino di lievito in polvere
½ uovo
80 gr di Mirtilli disidratati

Lavorare il burro fino a renderlo spumoso, poi aggiungere gli zuccheri e continuare a mescolare meglio con una frusta o in un impastatore quando sarà bello montato aggiungere il mezzo uovo. Aggiungere poi la farina ben setacciata con il lievito, tutta assieme e mescolare con un mestolo di legno, poi aggiungere i mirtilli leggermente spezzettati ed amalgamare. Trasferire l’impasto in frigorifero per rassodare. Con l’impasto freddo formare delle palline di 3cm circa di diametro, metterle sulla placca del forno leggermente distanziate quindi infornare a 190° per circa 15 minuti, però gli ultimi minuti guardateli non devono scurire troppo. Sfornarli e farli raffreddare prima di toccarli perché sono fragili e si romperebbero. 

Confettura fragole al bergamotto 

900 g di fragole 
500 g di zucchero 
Succo di mezzo bergamotto e scorza 

Riscaldare le fragole con il succo di bergamotto in una padella a fuoco basso per alcuni minuti per ammorbidirle, poi aggiungere lo zucchero e mescolare fino a quando è sciolto 
Aumentare la fiamma e far bollire per una decina di minuti, poi versare un po’ di confettura su un piattino freddo e vedere se la confettura è pronta eventualmente continuare la cottura. Quando la confettura è pronta spegnere, eliminare la schiuma superficiale se presente, attendere un paio di minuti quindi invasare in vasetti sterilizzati. 


Frangipane 
alla confettura di fragole al bergamotto
Pasta brisèè (di M.Roux) 

250 g farina 
150 g burro a pezzetti ammorbidito 
1 cucchiaino sale 
1 pizzico zucchero 
1 uovo 
1 cucchiaio latte freddo 

Crema frangipane 

100 g di farina di mandorle 
100 g di burro appena ammorbidito 
100 g di zucchero semolato 
1 uovo 
30 g di fecola di patate 

300 g circa di confettura di fragole al bergamotto 

Pasta briseè 
Iniziare ad impastare sul piano di lavoro la farina, il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, lavorare delicatamente l’impasto fino ad una consistenza grumosa. Aggiungere il latte lavorarlo ancora un attimo e si noterà che l’impasto comincerà a stare assieme, amalgamarlo ancora un po’ e appena diventa liscio formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo a riposare per almeno 30 minuti 
Dopo il riposo stendere la pasta con il mattarello e foderare la tortiera, bucherellare il fondo e poi prima di cuocerla mettere la tortiera con la brisee ancora 20 minuti in frigo. 
Cuocere la base in bianco quindi coprirla con della carta forno e mettere i pesi per la cottura o uno strato di fagioli. 
Cuocerla a 180° per 10 minuti, togliere i pesi e cuocerla ancora per 5 minuti. 
Mentre la base cuoce preparare la crema. 

Crema frangipane 
Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa, aggiungervi l'uovo leggermente sbattuto sempre lavorando con lo sbattitore, incorporare la farina di mandorle poco per volta e la fecola continuando a montare. 

Quando la nostra briseè sarà cotta toglierla dal forno, coprire il fondo con la confettura di fragole al bergamotto, quindi con attenzione coprirla con la crema frangipane e livellare bene. 
Infornare a 180° per circa 20-25 minuti, quindi sfornare e far raffreddare, spolverarla di zucchero a velo.

Ringrazio Valeria per avermi fatto conoscere Afternoon tea e Ale, 
questa è la mia partecipazione a Mtc71





Stampa tutto il post

5 commenti:

  1. Complimenti siamo senza parole e pronte a leccarci i baffi!!!

    RispondiElimina
  2. Mi piace molto il tuo tè, tutto ben concepito e coerente e immagino piacevolmente profumato e fruttato!

    RispondiElimina
  3. assaggerei tutto molto volentieri Manu! Quei biscotti alle mandorle li devo assolutamente fare! Grazie!!

    RispondiElimina
  4. Quella inadeguata sono io, Manu e non solo di fronte alla tua bravura: ma di fronte all'affetto che tributi nei confronti di una amica stanca, distratta, di corsa e sempre più incapace di sostenere la parte della protagonista di "ma come fa a far tutto". Questo tuo post è quello che più mi commuove, perchè è quello che meglio svela la meraviglia di persona che sei, fedele, tenace, coraggiosa, pronta a sostenere, a difendere, ad aiutare, senza mai chiedere niente in cambio, senza mai far pesare nulla. Sei un bene prezioso, per la community e per me (più per me, sia chiaro :) e mai come in queste celebrazioni me ne rendo conto. E' il record assoluto e tale resterà, perchè non ci saranno più cosi tante sfide, nel prossimo futuro. Ma sono contenta, che lo possa detenere tu, perchè le pagine migliori della storia di questo gioco sono quelle che parlano di condivisione allo stato puro, di bravure senza pari, di umiltà, di silenzi, di risate, di partecipazione vera- tutte cose che tu possiedi al massimo grado e di cui sei stata maestra assoluta, in questi anni. Grazie è poca cosa, sempre e oggi ancora di più.

    RispondiElimina
  5. Accidenti, tu si che sei tenace. Ti ringrazio per aver partecipato nonostante il té non sia la tua bevanda. Magari dopo aver assaggiato questa delizia che hai preparato qualche volta lo sorseggerai al posto del tuo amato caffé ;)

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails