lunedì 3 settembre 2012

Treccia ripiena o simil "Treccia Mochena" ...... in ogni caso una delizia

Il caldo qui ormai se né andato, certo ci saranno sicuramente delle belle giornate settembrine, ma non più quelle giornate afose qui in questi giorni la massima si aggira attorno ai 20° il e questo spiega ogni cosa 

L’occasione giusta per preparare un bel dolcetto per i nostri cari, per me lo sapete i dolci che mi affascinano di più sono i lievitati. 

Questa treccia farcita nasce grazie a Viviana, che mi aveva chiesto come poteva fare la Treccia Mochena ………….. tengo a precisare di questa treccia non ho trovato riscontro sui miei numerosi libri trentini, quindi non so spiegarvi la sua provenienza posso però assicurarvi che il risultato è veramente delizioso. 

Essendo il ripieno molto ricco si sposa a meraviglia con un impasto simile alla treccia russa 

Base 
250ml latte 
7gr lievito (o più fino a 20gr se volete una lievitazione più veloce) 
550gr farina 00 (proteine 13%) 
3 cucchiai di zucchero 
1 pizzico di sale 
50gr burro

Ripieno 
3-4 cucchiai crema pasticcera (a piacere) 
Marmellata mirtilli o frutti di bosco 

Preparare un lievitino con il latte a temperatura ambiente, il lievito e tanta farina (presa dal totale) quanto basta per ottenere una pastella densa coprire e far lievitare per circa 30 minuti 

Appena il nostro lievitino sarà maturato (per foto vedere post treccia russa) aggiungere gli altri ingredienti ed impastare molto bene fino ad avere un impasto bello liscio ed elastico 

Coprire e mettere a lievitare a temperatura ambiente per almeno 60-90 minuti (meno se avete messo più lievito) o potete mettere l’impasto in frigorifero e lasciarlo lievitare per 5-6 ore o fino al mattino dopo secondo le vostre esigenze 

Quando il nostro impasto sarà bello lievitato non ci resta che stenderlo e farcirlo. 

Attenzione se avete scelto di far lievitare in frigorifero, l’impasto deve rimanere un’ora a temperatura ambiente prima di essere steso. 

Stenderlo in un rettangolo regolare non troppo sottile ed uniforme, con il semplice pressione delle dita dividere il rettangolo in tre parti uniformi. 

Nella parte centrale lasciando libero 1cm in cima e in fondo stendere la crema pasticcera (non ho messo la ricetta perché potete usare quella che preferite) ne bastano 3-4 cucchiai io ho messo la dose della coppetta nella foto. 

Poi sopra alla crema stendere della marmellata ai mirtilli o ai frutti di bosco. 

A crema e marmellata stesa, possiamo creare la nostra treccia, non è difficile serve solo un po’ d’attenzione. Tagliare con una spatola a strisce diagonali regolari i due lati della sfoglia (vedere foto si capisce meglio) spennellare la parte della sfoglia libera che abbiamo appena tagliato con del latte quindi incominciare a chiudere dal lato superiore. 

Chiudere verso il basso per primo il lembo lasciato libero dalla crema e poi alternativamente chiudere sopra il ripieno i lembi della sfoglia. Si possono chiudere incrociandoli o in strisce parallele, io preferisco tirare in lembi verso il lato opposto quasi parallelamente, questo permette al ripieno d’essere racchiuso completamente all’interno senza fuoriuscite. 

Trasferire la nostra treccia ripiena su della carta forno e mettere coperta a lievitare. 

NB: Se non sete troppo pratici, o per sentirvi più sicuri, potete stendere la sfoglia direttamente sulla carta forno, eviterete di doverla trasferire a farcitura avvenuta 

A lievitazione avvenuta spennellare con il latte e cuocere in forno caldo a 180° per circa 30 minuti 

Far raffreddare e gustare

Che ne dite gradite una fettina per incominciare bene la giornata, 


una fettina speciale però va a Viviana .............. gradisci vero?
Stampa tutto il post

26 commenti:

  1. Buonissima! I dolci tipici tradizionali sono sempre un successo :-)

    RispondiElimina
  2. Deve essere di una bontà da ammutolimento. Un impasto lievitato morbido e confortante, con cuore dolce e fondente. Una ricetta da rubare subito. Complimenti. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patt
      si veramente ottima e sopratutto molto equilibrata
      Grazie Manu

      Elimina
  3. Deliziosa,i miei complimenti.

    RispondiElimina
  4. Che bella!!!
    Anche per me gli impasti lievitati sono il top, quindi... rubata!
    Grazie per queste meraviglie.
    Ciao
    Anna

    RispondiElimina
  5. Bellissima questa treccia !

    RispondiElimina
  6. è bellissima, come se fosse un panino morbido con la marmellata già pronto!!!!! ho detto un'eresia??? ispira tantissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No non hai detto un eresia, in effetti l'aspetto è quello e sapessi che bontà
      Ciao Manu

      Elimina
  7. Cerrrrrrrrrto che gradisco!! Non vedevo l'ora che la facessi anche tu! Ora a chi mi chiede la ricetta segnalerò questa pagina. Comunque tu hai messo la ricetta e io ti ho inviato le foto, non solo della treccia mochena, ma anche degli altri lievitati che ho fatto con le tue ricette. La prossima volta provo a farla con il lievito liquido...ti farò sapere. Ciao e buon appetito...se ne è rimasta :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana,
      rimasta??????
      La teglia è l'unica cosa che è rimasta, già quando ho fatto le foto ne era sparita un pezzo!!!
      grazie mille cara
      Manu

      Ps: scusa ma la posta in questo weekend non l'ho aperta vado subito a vedere grazie

      Elimina
  8. ma è bellissima!!! deve pure essere super golosa!!! bravissima!
    ho appena scoprto il tuo blog casualmente, ora vado a sbirciarmi altre ricette e nel frattempo mi aggiungo ai lettori fissi! :)
    passa anche da me se ti va ;)
    a presto,
    Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela,
      ben arrivata
      grazie mille è golosissima veramente
      buona notte Manu

      Elimina
  9. oh mamma che buona...devo provarla

    RispondiElimina
  10. che bello il metodo con cui l'hai chiusa!!! ed è venuta benissimo! deve essere squisita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica,
      chiudendola così ti permette un ripieno un po' più abbondante
      grazie Manu

      Elimina
  11. ...ha davvero un bellissimo aspetto...brava...mi sembra che con i dolci vai alla grande....!!!complimenti per il tuo blog e mi sembra di aver capito che sei del Trentino....anche mia nonna è delle tue parti di Vilandro....
    cmq io mi iscrivo al tuo blog così ti seguo se ti va passa a trovarmi ne sarei felice....Alessia Tacchi e Polpette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia
      grazie, si i dolci non mi sono indifferenti anzi mi stimolano parecchio se poi sono anche lievitati sono fantastici
      Si io sono di Trento
      passerò a vedere quali sono le tue specialità
      ciao Manu

      Elimina
  12. Ti ho inviato le foto della mia treccia mochena, guarda cosa ti sembra. Appena viene più fresco partirò col mio cavallo di battaglia il pane dolce con la zucca, che mi viene benissimo col lievito di birra, ma non ho ancora trovato la dose giusta con quello naturale. Tu lo hai mai fatto? Ciao Viviana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana,
      la tua treccia ha un aspetto veramente invitante con un caffè ci starebbe proprio un assaggio
      Il pane con la zucca non l'ho mai fatto, anche perchè io non uso quasi mai la zucca in cucina, però se mi mandi la ricetta potrei farlo e poi te lo pubblico volentieri
      Ciao buona domenica
      Manu

      Elimina
  13. aaaaaaaaah! la treccia mochena! bellissima manu, mi verrebbe voglia di provarla in versione GF...
    come stai?

    RispondiElimina
  14. ciao per lavorare questo impasto, bisogna seguire gli stessi passaggi che ho visto per il pane al latte decorato? quindi prime piegarlo e poi fare i tagli? mari

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails