lunedì 24 gennaio 2011

Split Tin .......... pane inglese

La mia passione in cucina è sicuramente suddivisa tra la pasticceria e dopo il corso di cioccolateria ne sono sicurissima, ed il mondo dei lievitati, siano essi dolci e non.
La magia per cui un po’ di farina con un pizzico di lievito cresce mi affascina ogni volta, se poi fra le mani si ha anche un nuovo bellissimo libro sul pane il gioco è fatto non resta che dar spazio alla magia
Il bellissimo libro è anche un ricordo di tre bellissimi giorni a Firenze, un pomeriggio trascorso in armonia con Tati e Gaia chiacchierando di tutto tanto che il tempo è trascorso velocemente, il libro poi è un dono bellissimo di Gaia con tanto di dedica, le ricette sono moltissime interessantissime ……… come questo Split Tin un tipo di pane inglese


500gr farina bianca
12gr lievito di birra
300gr acqua tiepida
60gr latte tiepido
8gr sale

Servirebbe uno stampo a cassetta 18,5x11,5 per il mio essendo più grande 12x26 avrei dovuto aumentare un po’ le dosi, ma è venuto benissimo ugualmente


Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida (attenzione che non sia troppo calda) e poi aggiungere della farina (serviranno circa 200gr) fino a formare una pastella compatta ed omogenea cospargere la superficie con un po’ di farina e lasciarla al caldo fino a farla diventare “spugnosa” ossia fino a quando incomincia a lievitare, questo è un pre-impasto che permette di attivare il lievito e rendere tutta la pastella lievitante dando all'impasto successivo più sofficità
Dopo circa 20-30 minuti vedremo nella farina superficiale crearsi delle crepe, segno che il nostro lievitino è pronto, a questo punto aggiungere il latte, la farina rimanente e il sale e mescolare bene fino ad avere un bell’impasto compatto, lavorare bene fino ad avere un bell’impasto omogeneo ed elastico se servisse infarinarlo con un po’ di farina. Mettere il nostro impasto in una terrina leggermente unta, coprirlo e farlo lievitare per 60-70 minuti o fino al raddoppio
Quando è raddoppiato rovesciare l’impasto su una superficie infarinata e formare un rettangolo della stessa lunghezza dello stampo. 


A questo punto ci sono due alternative o arrotolarlo dalla parte più lunga e metterlo nello stampo rimboccando sotto le estremità o come ho fatto dividerlo a metà e arrotolare ogni parte dalla parte più lunga. Importante quando si arrotola chiudere bene con la pressione delle dita il bordo interno prima di continuare ad arrotolare.


Quando entrambe le parti saranno arrotolate non resta che metterle affiancate nello stampo mettendo l’apertura del rotolo sotto e rimboccando sotto anche le estremità. 


Coprire e lasciare lievitare al caldo fino al raddoppio (30-40 minuti)


Se si opta per l’unico rotolo, si deve quando il nostro pane sarò quasi lievitato fare con un coltello affilato un bel e profondo taglio centrale, cospargere la superficie di farina e poi lasciar riposare ancora 10-15 minuti …………….. io questo non lo faccio perché opto per i due rotoli che danno lo stesso effetto
Quando il nostro pane sarà quasi lievitato cospargere la superficie di farina e far riposare 10 minuti 


Nel frattempo riscaldare il forno a 230° e cuocere il pane per 15 minuti, quindi abbassare a 200° e cuocere per altri 20-25 minuti, il pane deve essere dorato


Metterlo a raffreddare su una griglia



Buonissimo veramente
Stampa tutto il post

21 commenti:

  1. Ma bello davvero questo pane!!! Complimenti, ti è venuto una meraviglia!!!

    RispondiElimina
  2. ma è meraviglioso ci voglio provare!!!!

    RispondiElimina
  3. Anche a me piace tantissimo fare il pane!!!! Il tuo è splendido!!! :-)

    RispondiElimina
  4. Soffice e legggero, già lo immagino con un velo di burro e marmellata!!
    Squisito!

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia!! e Poi ha una preparazione singolare! mi piace questa ricetta e tu sei stata bravissima ^_^

    RispondiElimina
  6. Che bello! Inutile dirti che lo proverò sicuramente! Hai ragione per chi ama fare il pane è una magia che si ripete ad ogni impasto! Bacioni

    RispondiElimina
  7. HO una vera passione per i lievitati. Questo pane sembra squisito, lo proverò!

    RispondiElimina
  8. Bellissimo, voglio provarlo...sembra così soffice!! ha un'alveolatura meravigliosa.

    RispondiElimina
  9. Abbiamo almeno due passioni comuni allora! ;-)
    Anch'io panifico spesso a casa e trovo questa ricetta molto interessante e ben spiegata.
    Intanto me la annoto! ;-)
    Ciao!

    P.S.: grazie per la citazione dei corsi! :-)))

    RispondiElimina
  10. ottimo questo pane fresco !

    RispondiElimina
  11. Dev'essere squisito, ha un aspetto tlmente soffice. E grazie per le dettagliate spiegazioni :-)

    RispondiElimina
  12. Bravissima!!! Fai sempre delle ricette stupende!!Grazie

    RispondiElimina
  13. io continuo a lasciare commenti ma non si vedono, vero?

    RispondiElimina
  14. che invitante! chissà che buono! ciao!

    RispondiElimina
  15. Buona serata

    @ giulia
    grazie mille cara

    @ Ely
    prova non è difficile grazie

    @ Taty
    Grazie mille cara

    @ Giusy
    E' proprio il modo migliore per capire se un pane è buono grazie

    @ Erica
    grazie cara, i pani di questo libro sono tutti particolari

    @ Ornella
    poi mi dirai se ti piace, mi sa che per un po' ne farò molti baci

    @ Cinzia
    Si è proprio ottimo grazie

    @ Elenuccia
    grazie cara si è morbidissimo

    @ Nanni
    Puoi ben dirlo ;-)
    grazie mille, dopo i dolci questa è l'altra mia passione
    io manderei tutti ai tuoi corsi ;-)
    Ciao un abraccio

    ps: questa sera mi è arrivato il marmo!!!!!

    @ Mary
    grazie cara

    @ Araba
    Grazie Stefania è veramente morbido e gustoso

    @ atri
    Grazie sei gentilissima

    @ Tamtam
    carissima questo è arrivato, grazie mille un bacione

    @ Federica
    Hai ragione invitante e buonissimo

    un grande abbraccio a tutti
    Manu

    RispondiElimina
  16. Manu in quello che avevo lasciato prima, ti chiedevo se potevo rubarti la ricetta del pane...è meraviglioso e siccome i tuoi pani sono una garanzia....?!?!?..

    RispondiElimina
  17. Carissima quello prima allora non c'era però adesso che lo so certo che puoi prendere la ricetta del pane
    hai ragione è buonissimo
    e vedrai prossimamente ce ne saranno altri, ne sto sperimentando una serie per il momento con lievito di birra perchè quando provo una ricetta mi piace farla almeno la prima volta come l'originale

    un abbraccio
    Manu

    RispondiElimina
  18. che meraviglia questo pane!!!
    ho letto qui sotto del corso di cioccolateria: wow, che bello, chissà che emozione partecipare!!!
    ciaooooo

    RispondiElimina
  19. Grazie mille Dario
    scusa il ritardo ....... il corso di cioccolato è stato veramente fantastico

    buona domenica
    manu

    RispondiElimina
  20. ma questo me l'ero perso!!!!
    hai già prodotto, quindi, bravissima! io invece devo ancora sbizzarrirmi, però il libro è pieno di spunti interessanti.

    questo mi ispira molto, alla prima occasione...

    ovviamente ti è venuto benissimo, ma tu sei una maestra!

    RispondiElimina
  21. Ciao Gaia
    grazie mille carissima, questo pane è favoloso, ne ho già provati un paio di quel bellissimo libro che mi hai regalato è vero è pieno di spunti interessanti ..........

    grazie mille
    Manu

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails