giovedì 2 settembre 2010

Confettura di prugne .......... con sciroppo di zucchero

Settembre tempo di confetture, la frutta di stagione per eccellenza è sicuramente la prugna
Si possono fare le prugne sciroppate, le prugne secche (il post era uno dei primi e si vede) che sono fantastiche e sicuramente la confettura di prugne, che assieme a quella d’agrumi per me è fantastica

Un paio d’anni fa durante un viaggio a Parigi mi sono regalata questa meravigliosa “bassine a confitures “, me n’ero innamorata la prima volta che l’avevo vista su un forum e non potevo non farmi un regalo a Parigi, o meglio a Lione visto che l’ho trovata lì, nel viaggio di ritorno quando ormai avevo perso le speranze ………………..

Perché una pentola in rame? Semplice il rame è un ottimo diffusore di calore e permette la rapida evaporazione dell’acqua della frutta mantenendone la fragranza con una cottura perfetta
Sciroppo? Le confetture si fanno utilizzando frutta intera e in quarti e vanno cotte in uno sciroppo di zucchero fatto con ¼ di litro d’acqua per ogni chilo di zucchero.

Vi do le mie dosi fatte in questi giorni, 
voi adattatele ai vostri quantitativi

7kg prugne snocciolate
2,5 kg zucchero (350gr per chilo frutta)
Mezzo limone
Cannella
Chiodi di garofano in polvere

Tagliare le prugne a metà e snocciolarle poi metterle in un pentolone con 500gr di zucchero e lasciare macerare per un paio d’ore. Preparare lo sciroppo di zucchero mettendo nella padella 2kg di zucchero con ½ litro d’acqua (¼ litro d'acqua ogni chilo di zucchero)
e far andare a fuoco vivace, senza mescolare, fino ad avere lo sciroppo. Quando sulla superficie si saranno formate delle piccole bolle come delle perle il nostro sciroppo sarà pronto, lo zucchero sarà tutto sciolto, 

e potremmo aggiungere la nostra frutta e la mescoliamo bene amalgamandola allo zucchero, la frutta buttata nello sciroppo caldo inizierà da subito a cuocere senza caramellare. All’inizio si formerà un po’ di vapore e schiuma, non schiumatela adesso potreste eliminare la pectina naturale della frutta che serve per addensare, al limite se serve schiumatela verso la fine cottura, ma con le prugne questo problema non si presenta.

Aggiungere mezzo limone, un po’ di cannella e chiodi di garofano in polvere e far cuocere fino a quando mettendone un cucchiaio su un piattino la marmellata rimarrà sostenuta, con questi quantitativi serviranno circa 3 ore e mezza.

Ora non resta che invasarla ancora calda in vasetti che poi chiuderemo e lasceremmo raffreddare coperti da un telo.

Da quando ho scoperto questo metodo due anni fa quando ho comperato la mia pentola in rame, non l’ho più abbandonato è veramente validissimo
Non preoccupatevi lo sciroppo di zucchero non è altro che lo zucchero che serve per la marmellata, viene solo messo in modo diverso e il gusto ci guadagna!!!!

Ed eccola in tutta la sua bontà e bellezza

Che delizia!!!!!!!!

Stampa tutto il post

18 commenti:

  1. sei stata bravissima!!!
    complimentoni :)

    RispondiElimina
  2. Grazie mille cara
    buona giornata

    Manu

    RispondiElimina
  3. Manu, ho scoperto da poco anche io questo metodo dello sciroppo di zucchero e confermo che è favoloso.
    La tua marmellata è stupenda così aromatizzata, e spero di trovare anche io la pentola come la tua, la desidero da parecchio ma non si trova.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  4. Ciao Stefania,
    hai perfettamente ragione un metodo favoloso, la pentola poi è stratosferica sono sempre più soddisfatta d'essermela regalata, mi sa che si trova solo in Francia, io l'ho trovata alle gallerie Lafayette di Lione

    Grazie carissima e complimenti per la foto del mese di settembre

    smack Manu

    RispondiElimina
  5. Una marmellata fatta a regola d'arte e con un gusto che so già, essere unico direi... brava veramente per esserci riuscita! Ciao!

    RispondiElimina
  6. io amo la marmellata di prugne specialmente se è a pezzettoni,ma il problema è che finisce non sul pane o per i dolci,ma così mangiata dal barattolo "alla faccia della linea" ciao

    RispondiElimina
  7. che feeling manu! sai cos'ho fatto stamattina? marmellata di prugne!

    però non con il tuo metodo, ma "normale". l'anno prossimo provo con il tuo.

    bellissime foto, e bellissima la bassina! la voglio anch'io

    RispondiElimina
  8. bella l'idea dello sciroppo di zucchero, il risultato sembra davvero eccellente: Complimenti da Simona e Claudia

    RispondiElimina
  9. Buon week-end ragazze

    @ Katya
    grazie mille anche per gli apprezzamenti

    @ daniela
    hai perfettamente ragione, la marmellata di prugne a pezzettoni è fantastica e spesso fa quella fine ........... ma è di un buono!!!! ciao

    @ Gaia
    proprio telepatia sarà venuta splendida anche la tua ne sono sicura
    grazie mille
    ........... aver saputo che venivi così vicino a Trento si poteva cercare di trovarsi ........... ci saranno altre occasioni!!!

    @ Simona e Claudia
    si lo sciroppo è una trovata favolosa, vi consiglio di provare se ne avete occasione

    un grande smack
    Manu

    RispondiElimina
  10. Mmm, che acquolina Manu! Bravissima, davvero un bel metodo!

    RispondiElimina
  11. Ciao Sara,
    grazie mille in effetti è per me una delle confetture migliori

    Smack Manu

    RispondiElimina
  12. Manu, ma questo metodo va bene per qualsiasi frutta, vero?
    Certamente adeguando la quantità dello zucchero alla frutta che si vuole usare.
    Mi piace l'uso dello sciroppo di zucchero, bel suggerimento!
    Bacioni!

    RispondiElimina
  13. elle doit être délicieuse bravo
    bonne soirée

    RispondiElimina
  14. Buona notte a tutti

    @ anna
    carissima certamente puoi farlo con ogni frutta, se la frutta è più delicata usa una sciroppo un po' più denso!!! smack

    @ Fimere
    Merci de la visite

    un abbraccio
    Manu

    RispondiElimina
  15. come sempre su questo blog cerco e trovo!
    cercavo una ricetta di marmellata
    ho usato l'idea dello sciropp per la marmellata di albicocche che è venuta benissimo e ti ringrazio
    ma ti chiedo della pentola
    ho una amica che va in francia e mela compra
    :è misura unica ? e poi oltre che per le marmellate si può usare per il pomodoro?
    ciao e grazie ancora
    daniela da mestre

    RispondiElimina
  16. Ciao Daniela
    per prima cosa vorrei ringraziarti per gli apprezzamenti e la fiducia nel mio piccolo blog
    mi fa molto piacere se trovi le risposte a ciò che cerchi

    se hai un amica che potrebbe trovarti la pentola non fartela scappare è favolosa

    dovrebbe esserci una misura un po' più piccola, ma io ho trovato solo questa (forse non era la stagione giusta) e non volendoci rinunciare non ci ho pensato due volte e l'ho acquistata

    io l'usata solo per la marmellata, ma non penso abbia problemi ad altri usi, ricordati solo che nel rame non puoi lasciare i cibi per più di 24 ore

    ciao e grazie
    Manu

    RispondiElimina
  17. wow grazie
    allora mi attivo
    e come ultima domanda si pulisce normalmente o essendo rame abbisogna di trattamenti speciali?
    ciao di tuo ho fatto tante cose ma soprattutto pani col lievito liquido,la treccia russa.lo strudel,e ora la marmellata
    la prossima cosa tua in lista è la torta di ricotta
    ciao grazie ancora
    daniela da mestre

    RispondiElimina
  18. Ciao Daniela

    io la padella la pulisco normalmente, ogni tanto con un po' d'aceto diluito con l'acqua, l'unica cosa prima d'usarla la lavo sempre
    mi fa molto piacere che più cose abbiano catturato la tua attenzione e sopratutto che tu abbia con fiducia provato e anche la torta di ricotta sicuramente ti piacerà, non so quale ti piace ma sicuramente sono tutte ottime

    grazie mille, salutoni
    Manu

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails