lunedì 18 luglio 2016

Sarde deliziose per ... settimana pesce azzurro di Aifb

Oggi con Aifb si inizia a festeggiare la Settimana del Pesce Azzurro a cui viene dedicata un'intera settimana, grande ambasciatrice di questa settimana è Cristina Galliti che ci farà entrare nel magico e argenteo mondo del pesce azzurro.

Moltissime sono le specie appartenenti a questo meraviglioso mondo, ma qui non è sempre facile trovarlo bello fresco, io amo le alici e le sarde e spesso ve le ho proposte. Il pesce non necessita di grandi cotture infatti riesce a dare il meglio di se con cotture brevi e senza essere sovrastato da troppe spezie ed aromi.
Non mi è sempre possibile avere a disposizione delle belle sarde fresche, però è possibile conservarne il gusto per potere gustare in ogni momento un piatto delizioso dal profumo del mare. Certamente un grande esempio sono le sarde salate però prima d'essere usate devono essere un po' preparate, ecco perchè un vasetto di questa delizia non manca mai nel mio frigorifero.

Sarde deliziose
Dosi per due vasetti
600gr sarde salate
prezzemolo tritato
capperi
1 spicchio aglio
olio

Prendere le sarde salate e con molta delicatezza aprirle e togliere la lisca, quindi creiamo dei filetti che passeremo sotto l'acqua per pulirli e togliere l'eccesso di sale, quindi mettere su un piatto a sgocciolare. Continuare a pulire tutte le altre sarde e metterle tutte su un piatto inclinato a scolare.

Nel frattempo prendere un bel mazzetto di prezzemolo, pulirlo e tritarlo fine con uno spicchio d'aglio.
Dopo un paio d'ore i filetti saranno pronti per essere invasati.
Prendere un vasetto e sul fondo mettere un filo d'olio e un po' di prezzemolo, quindi iniziare ad adagiare i filetti di sarde aiutandosi con una forchettina. Finito il primo strato mettere qualche cappero, un po' di prezzemolo e un filo d'olio, quindi aggiungere un altro strato di sarde.
Continuare fino al riempimento del vasetto alternando strati di sarde, un po' di prezzemolo, qualche capperi ed olio, quindi terminare con un filo d'olio poi chiudere il vasetto e conservare in frigorifero.

Per poter assaporare le sarde in tutto il loro splendore lasciare riposare le sarde per una decina di giorni prima di gustare.

Come si possono gustare? 
Moltissimi sono i modi possono arricchire dei sughi o delle salse, ma sono anche ottime per un sughetto veloce basta riscaldarle in un pentolino con un filo d'olio d'oliva fino a sciogliere quindi aggiungere una porzione di trenette mescolare e gustare immediatamente.

Oppure si possono preparare dei deliziosi stuzzichini facendo riscaldare leggermente delle fette di pane che poi spalmeremo con un filo di burro (se di malga sarebbe favoloso) su cui poi metteremo un filetto di sarda. Uno stuzzichino delizioso di cui chiederanno il bis




Stampa tutto il post

4 commenti:

  1. Grazie Manuela per il tuo contributo! Una tartina così me la farei subito a merenda!!!

    RispondiElimina
  2. Fantastiche così! Grazie per aver condiviso la ricetta!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails