lunedì 23 maggio 2016

Crème brulée - fantastica di Araba e M.Stewart

Oggi per augurarvi una buona settimana una delizia di quelle che da tanto tempo rimanevano nel cassetto delle ricette da fare, poi improvvisamente le alchimie si uniscono ed il momento perfetto arriva.

Complice delle coppette da forno regalatemi, della panna in frigorifero in attesa d'essere consumata e una meravigliosa ricetta di Stefania non si poteva più aspettare doveva essere crème brulée.
Quando offri un dolce così ai tuoi che la mangiano in silenzio assoluto, tu che la stai gustando e lo trovi fantastico, sei perplessa di tutto questo silenzio poi vedi le coppette svuotarsi e con il cucchiaio viene pulito anche il bordo allora tu non resisti e chiedi:
"Potete dirmi se vi è piaciuta?" 
"E' meravigliosa, non c'è niente da aggiungere"
E' vero a volte il silenzio dice molto di più delle chiacchiere.

Creme brulee di Martha Stewart
Riporto integralmente la ricetta da Arabafelice, in fondo le mie note

Dosi per 6 stampi
800 gr panna fresca da montare
170 gr di zucchero
un baccello di vaniglia
7 tuorli
un generoso pizzico di sale
altro zucchero semolato per la copertura
Scaldare su fuoco basso la panna con metà dello zucchero e la vaniglia finché ben caldo ma non far bollire, girando per far sciogliere lo zucchero.
A parte battere i tuorli con il resto dello zucchero ed il sale.
Versare una piccola quantità di panna sulle uova continuando a sbattere, quindi proseguire aggiungendo il resto a poco a poco sempre mescolando.
Far attenzione a non versare troppa panna tutta insieme sulle uova per evitare che impazziscano.
Mettere gli stampi scelti in una teglia a bordi alti avendo cura di mettere un paio di fogli di scottex alla base in modo che non scivolino una volta aggiunta l'acqua del bagnomaria e versarvi il composto ottenuto.
Mettere la teglia in forno preriscaldato a 160° e con attenzione versare dell'acqua calda nella teglia stessa, quanto basta per arrivare a circa metà degli stampi.
Cuocere circa 30-40 minuti, finchè la crema è rappresa
Tirare fuori la teglia e rimuovere gli stampini dal bagnomaria.
Farli riposare mezz'ora a temperatura ambiente e poi in frigo un paio d'ore.
Poco prima di servire spargere circa un cucchiaio e mezzo di zucchero su ogni crema e passare il cannello da pasticceria finchè lo zucchero fa le bollicine e diventa color ambra.

Note
- le mie ciotoline non erano perfetti andrebbero meglio degli stampi bassi e larghi per una cottura migliore, io li ho fatto cuocere 5 minuti di più ed è venuta perfetta.
- i tuorli devono essere montati con una frusta a mano altrimenti incorporano troppa aria
- poichè il mio cannello era scarico, l'ho passata sotto al grill, ma un po' si è riscaldata è meglio guardare che il cannello sia carico o metterle prima in freezer per 20 minuti
- le foto non sono il massimo, ma fatela e non vi pentirete
Grazie a Stefania per questa delizia
Stampa tutto il post

6 commenti:

  1. Manu, grazie ma qui il ringraziamento va solo a santissima Martha Stewart!!!
    Visto che roba? Chi l'ha mangiata me l'ha richiesta o me ne ha chiesto la ricetta.
    Ho visto la domanda che mi hai fatto, puoi diminuire un pochino lo zucchero secondo me se la preferisci così, non succede nulla alla struttura del dolce. Bravissima come sempre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Araba, sicuramente è grazie a M.Stewart se possiamo mangiare questa meraviglia, ma devo ringraziarti per averla pubblicata altrimenti io, che sono negata con le lingue, non l'avrei mai conosciuta
      un abbraccio Manu

      Elimina
  2. bellissima!!! E tu sempre persona squisita, manu! sulle ricette di martha stewart validate dall'araba e dopo da te ci metterei non una mano, ma due mani i piedi e pure il naso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Gaia, questa devi assolutamente provarla è naturalmente gluten-free e sentirai che meraviglia.
      un abbraccio Manu

      Elimina
  3. Il cannello è un tabù e il grill ho paura che sciolga la crema, aiut! Devo vincere queste sciocche remore e forse con te ci riuscirò <3
    Mi piace da morire!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cecilia anch'io con il cannello non sono proprio un drago, il grill in effetti modifica un po' la consistenza a parte che si potrebbe anche mangiare così non è certo la crosticina che la rende fantastica, è favolosa lei di base
      Io ho anche provato a fare un po' di caramello e buttarne un velo sulla crema e ti dirò che non era male potrebbe essere una valida alternativa
      un abbraccio Manu

      Elimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails