domenica 15 giugno 2014

Baleadas con fagioli rossi e banane fritte ...............una piadina in vacanza

A giugno iniziano le vacanze dei ragazzi, l’estate fa capolino e la voglia di spegnere i fornelli e di cucinare piatti più veloci inizia a farsi sentire. 
MTC non poteva certo non farsi portatrice di questa esigenza e così ecco che Tiziana ci propone la ricetta di una splendida piadina romagnola. 
Chi di voi non ha mangiato almeno una volta una piadina però avere la ricetta per farla bene non è da tutti. 


Il caldo si sa a volte fa qualche scherzetto e così la vulcanica Ale lancia un’idea che è stata presa al volo dalla combriccola di MTC e così ecco che oltre ai mondiali di calcio in giugno si celebreranno anche i PIADAMONDIALI con lo stesso calendario dei mondiali, solo anticipando le partite di un paio d’ore e la sfida è a suon di piadine una più accattivante dell’altra. L’idea mi è piaciuta subito ed è così che farò l’allenatrice per il piccolo Honduras 

Facile a dirsi, ma qual è il piatto tipico di questo piccolo stato una terra racchiusa tra due oceani come ci racconta la sua bandiera che è costituita da tre bande orizzontali bianche e blu di uguali dimensioni; secondo la tradizione, le bande blu laterali rappresentano l'Oceano Pacifico e l'Oceano Atlantico. 
Honduras sembra debba il suo nome a Cristoforo Colombo che approdò sulle sue coste nel suo quarto e ultimo viaggio nel 1502. 

Uno stato sicuramente interessante anche dal punto di vista culinario. 
Un piatto tipico honduregno sono le baleadas, molto simili alla nostra piadina e quindi il piatto giusto per i piadamondiali. 

La baleadas l'ho sostituita con la piadina proposta da Tiziana di cui riporto la ricetta quasi integralmente 

Ingredienti Baleadas-piadina 
500 g di farina 00 
125 g di acqua 
125 g di latte parzialmente scremato fresco 
100 g di strutto 
15 g di lievito per torte salate 
10 g di sale fine 
1 pizzico di bicarbonato di sodio 

Fate scaldare il latte e l'acqua in modo che siano tiepidi. Lasciate ammorbidire lo strutto mezz'ora circa fuori dal frigorifero. Su di un tagliere disponete la farina e fate un buco al centro con la mano. All'interno mettete lo strutto a pezzetti con il lievito, il bicarbonato e il sale, schiacciatelo con la forchetta per ammorbidirlo, aggiungete l'acqua e il latte. La consistenza inizialmente potrebbe essere un pochino appiccicosa e la pasta si attaccherà al tagliere ma impastando per una decina di minuti, cambierà staccandosi e diventando molto morbida e liscia. Mettete l'impasto in una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti. Lasciate riposare 48 ore al fresco, massimo 20°C, se fosse più caldo potete lasciare riposare la pasta in frigorifero e metterla a temperatura ambiente 2 ore prima dell'uso. La pasta ottenuta sarà circa 850 grammi, dividetela in 6 pezzi da 140 grammi circa e formate delle palline, lasciatele riposare almeno mezz'ora. Infarinate appena il tagliere e disponetevi una pallina d'impasto, schiacciatela con la punta delle dita, stendete la piadina con il mattarello girandola spesso in modo che rimanga rotonda. Avrà un diametro di circa 20 centimetri e uno spessore di 0,5 centimetri. Scaldate il testo una padella antiaderente piuttosto larga, la temperatura non dovrà essere troppo alta altrimenti la piadina si brucia fuori e rimane cruda all'interno, ma nemmeno troppo bassa. Cuocete pochi minuti per lato, controllate sempre alzando la piadina con una paletta.
Disponete le piadine una sull'altra in modo che rimangano calde mentre le cuocete. 

Farcitura con Frijoles fritos e plátanos fritos 
200gr Fagioli Rossi lessati 
1 cipolla tritata 
1 spicchio d'aglio tritato 
Cumino 
Olio d’oliva 
Sale e pepe 

150gr Salsiccia 
Origano e timo 

2 banane mature (platanos) 

50gr Formaggio stagionato (prato magno) 

100gr Panna 
succo limone 

Per la farcitura servono dei fagioli rossi che avremmo lessati, dopo averli messi a bagno per una notte. 
Prendere i fagioli con un po’ della loro acqua e schiacciarli con un cucchiaio fino a renderli a purea. Nel frattempo mettere la cipolla tritata in un padellino con un po’ d’olio e farla imbiondire, poi aggiungere la purea di fagioli, l’aglio e il cumino far insaporire e poi aggiungere un po’ d’olio e far friggere per qualche minuto regolare di sale e pepe a piacere ………… deve risultare una purea morbida e saporita. 

In un padellino a parte far cuocere la salsiccia sgranata fino ad una buona rosolatura, aggiungere un bel pizzico d’origano e timo, non serve salare perché già molto saporita 

Preparare le banane fritte 
Le banane devono essere mature, tagliarle a fetta di salame poi passarle in un padellino con un velo d’olio caldo per un paio di minuti girandole su entrambi i lati 

Sono deliziose, se non le usate tutte per le piadine potete mangiarle così veramente buonissime 

Aggiungere alla panna il succo di quasi mezzo limone 

Farcitura baleadas 
Prendere una piadina calda, mettere sul fondo un po’ di purea di fagioli e distribuirla bene poi aggiungere un cucchiaio di salsiccia. Coprire con qualche scaglia di formaggio stagionato (che può a piacere essere sostituito con del formaggio morbido) e irrorare con un po’ di panna al limone. 

Aggiungere qualche fettina di banane fritte quindi chiudere a cono e gustare subito. 
Proseguire a farcire le restanti piadine 

Sicuramente una piadina con farcitura un po’ particolare, ma sicuramente sfiziosa 

Come sempre è un piacere partecipare a MTC, ma questa volta è stato ancor più divertente

Stampa tutto il post

12 commenti:

  1. wow! ricchissima e saporita! complimenti, non era facile ma la tua piadina è davvero sfiziosa :-P
    ciao
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Francesca
      è stata una bella sfida e sopratutto mi è piaciuto moltissimo partecipare e scoprire una stato di cui a parte il nome e posizione non sapevo niente ........ bella anche la tua
      buona giornata
      Manu

      Elimina
  2. Non sapevo che in Honduras avessero qualcosa di simile alla nostra piadina (io sono romagnola e sono molto orgogliosa del nostro prodotto). Farcita così deve essere davvero saporita, magari non proprio leggera mi sicuramente da provare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai ci sono veramente tantissimi piatti che nella cucina mondiale si potrebbero paragonare ........ sopratutto in questo caso mi sono meravigliata anche perchè è veramente molto simile
      La farcitura è buonissima certo non leggera, però se elimini la salsiccia e metti un po' più di formaggio, magari di quello morbido è veramente favolosa, l'ho fatta ieri sera e mi è piaciuta moltissimo ,,,,,,,,,,,, una farcitura un po' diversa dalla classica

      grazie mille e buona giornata

      Elimina
  3. E la peppa, mi viene da esclamare! Rappresentare l'Honduras non era facile, ma tu l'hai rappresentata più che degnamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille carissima
      allora capisco perchè era stato lasciato solo soletto ;-) .............. non sai quanto mi stia divertendo con questi piadamondiali!!!!

      Elimina
  4. Concordo con chi sopra ha detto che rappresentare l'Honduras non era per niente facile ! Complimenti , Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Flavia
      le sfide difficili sono sempre le più stimolanti !!!!

      Elimina
  5. Devo ammettere che questo piadamundial è davvero un gran successo!! proponete una piada meglio dell'altra e non dev'essere stato facile concepire certe proposte!! La piadina che si intravede è molto ben fatta, con la giusta cottura e spessore, la farcitura.. che te lo dico a fare!? ma si te lo dico... fantastica!!!! grazie!!!!

    RispondiElimina
  6. magari fosse solo il caldo, a fare questi scherzi!!! significherebbe sbarellare solo per tre mesi l'anno! invece, qui si va avanti senza interruzione, ma quando vedo certi risultati, sono persino felice, pensa te! lo dico ogni volta, che su questo blog imparo sempre- e vale anche per la tua proposta, in questa sfida. Poco conosco della cucina del Centro America e nulla dell'honduras, per cui le tue ricerche e la tue scelte non possono che incuriosire gli appassionati di cucina. In più, aggiungi il tuo tocco magico, nella realizzazione (sempre inappuntabile) e negli abbinamenti, equilibrati e ricchi di personalità. Sempre all'altezza della tua bravura e, quando si è così bravi, non è così facile!! complimenti!

    RispondiElimina
  7. Non ho mai mangiato i Platanos....mi hanno sempre incuriosito ma non sono mai finiti nel carrello. Mi sa che questa volta li provo anch'io.
    Brava Manu
    Nora

    RispondiElimina
  8. l'avevo già letta, ma dal cell, e non avevo commentato. commento ora per dirti quanto mi piace la tua proposta, che non era certo facile trovare il piatto giusto, e tu ci sei riuscita, perché come sempre sei una che ha delle idee favolose.
    bellissima e saporita, la vorrei assaggiare qui e ora.
    davvero grande!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails