mercoledì 27 giugno 2012

Scaloppine di maiale con biete scomposte

La scaloppina è un piatto che faccio spesso, perché la trovo deliziosa con ogni tipo di carne e poi riscuote sempre un gran successo. 
E’ rapida da fare e così quando questo mese ho visto la scelta di Elisa per MTC di giugno, mi sono detta
“….. questa volta non ci sono problemi le so fare …… “
... ecco le classiche parole famose

Già leggendo la mail di Alessandra, ho capito che c'era qualche inghippo, poi quando ho letto il post di Elisa mi sono resa conto che ...... c'è sempre da imparare e con MTC si impara sempre.


L'altro giorno finalmente ho avuto un po' di tempo per dedicarmi alle scaloppine seguendo scrupolosamente il post di Elisa.
Non avevo il taglio giusto per delle scaloppine doc, ma con tutte le attenzioni sono venute favolose e sono state molto apprezzate.


4 Fettine di maiale
burro chiarificato
farina bianca per infarinare
1 limone
biete
brodo vegetale
uvetta e pane grattugiato per le biete

Avevo un pezzo di coppa di maiale senza osso che ho tagliato a fettine molto sottili, utilizzando quelle meno interzate (io adoro questi tagli di carne, difficile che da me troviate la classica fettina magra)

Dopo aver tagliato la carne molto sottile, l’ho battuta con il batticarne per renderla veramente sottile.
Ho infarinato le fettine che ho fatto rosolare da entrambi i lati per un paio di minuti in una pentola dove avevo fatto sciogliere del burro chiarificato.
Quando le fettine sono ben rosolate, metterle a riposare in un piatto e salarle solo in questo momento e mentre le fettine riposano bisogna tornare ad occuparci della salsa.
Ho deglassato aggiungendo al fondo di cottura (rimasto in padella dopo aver rosolato le fettine) il succo di mezzo limone ho lasciato evaporare un po’ e poi ho aggiunto come fondo di cucina del brodo vegetale (circa un bicchiere) che ho fatto cuocere per un paio di minuti, fino ad avere una bella salsina a questo punto ho rimesso in padella le fettine per farle insaporire, ho spento e servito con delle biete scomposte.

Le biete con questo strano clima sono molto rigogliose e buonissime e mi piace assaporarle scomposte.

La foglia verde l'ho lessata e condita con un filo d’olio e del succo di limone, sono più dolci degli spinaci.
Le coste invece le cuocio a vapore e poi le salto in padella con un filo d’olio, un po’ d’uvetta e una spolverata di pane grattugiato (per renderle ancor più gustose si può aggiungere alcuni filetti di sarde sotto sale)

Un piatto così composto è delizioso e adatto alla stagione estiva.




Ringrazio come sempre le ragazze di MTC ed Elisa per la splendida scelta e adesso le scaloppine le farò sempre così.



Stampa tutto il post

8 commenti:

  1. Manu, non faccio leggere il post a mio marito, perchè te lo ritroveresti fisso lì da te, tutte le sere: perchè lui è tipo da tagli poveri e da carne grassa. La coppa, poi, è una delle sue passioni. E ogni volta che andiamo assieme a fare la spesa, il macellaio gli fa le condoglianze, per la cattiva sorte che gli ha messo al fianco una come me, che la carne è solo filetto e roast beef- e tutto magro, che più magro non si può. Sia chiaro: son stata punita anch'io, perchè mia figlia ha i gusti del padre, specie in fatto di carne. E quindi, mi sa che queste scaloppe di coppa finiranno presto anche nei nostri piatti :-)
    Sono contenta che ti sia piaciuta la ricetta: secondo me, dopo questa tornata, saremo in tanti a fare più attenzione alla cottura, visti i risultati. Che poi, diciamocelo- è roba di 5 minuti di più, a dir tanto. Ma ne vale davvero la pena
    Grazie ancora e buona serata
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale,
      diciamo che se un giorno capiterà di avervi come ospiti non avrei problemi con il taglio di carne, però sicuramente presterei attenzione anche ai tuoi gusti, magari con un bis di scaloppine doc e non.
      La cottura è veramente fantastica e migliora notevolmente la scaloppina.
      Un grande abbraccio e grazie
      Manu

      Elimina
  2. avete ragione tutte e due, d'ora in poi non correrò più il rischio di avere delle scaloppine senza sughetto. elisa ci ha illuminato. o meglio scaloppinato.
    belle le coste in questo modo, io alla fine le faccio solo con burro, latte e parmigiano che comunque sono squisite, ma ogni tanto cambiare non sarebbe male.
    le tue scaloppine manco a dirlo mi piacciono molto, ma quando mai non mi piacciono le cose della manu? sono sempre così "vere". un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima
      le scaloppine ormai seguiranno sempre questa cottura e mi sa che diventeranno gettonatissime
      le coste devi provarle sono molto stuzzicanti ........... le mangia anche il piccolo che di solito non ama le verdure cotte
      un grande abbraccio
      Manu

      Elimina
  3. Cara Manu, mi fa proprio piacere che la ricetta sia stata di tuo gradimento! :) E che bella proposta la tua: hai fatto benissimo a sperimentare con la coppa, è bello provare anche con tagli diversi dai soliti e devo dire che ti sono venute davvero bene :)
    Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Elisa
      con la tua ricetta e consigli non si poteva sbagliare
      Buona notte
      Manu

      Elimina
  4. Io ho già fame!e ho letto con attenzione i consigli per la csaloppina perfetta!
    Non mi resta che provare!
    Bacio cara!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails