lunedì 11 giugno 2012

Brioche o pasta brioche di M.Roux ...... strepitosa

Cosa c'è di meglio in una cucina se non l'inebriante profumo di brioche appena cotte ....., se poi la ricetta è di M.Roux che con il suo libro “Frolla&Sfoglia” ti cattura ad ogni pagina, il successo è assicurato e se condividete quello che dice sulla brioche: 

“….. deve essere leggera con la pasta filante, di un giallo perfetto, come un tuorlo, e avere un dolce sapore di burro …….. il gusto deve essere intenso e non nauseante …………” 


Non potete che provare a farla e ne rimarrete entusiasti 

Dosi per una brioche da 600gr 
35ml latte tiepido 
7gr lievito di birra 
250gr farina 
7 gr sale 
3 uova 
175gr burro ammorbidito 
15gr zucchero 
Tuorlo e latte per spennellare 

Mettere in una ciotola il latte con il lievito e scioglierlo. 
Nell'impastatrice o robot da cucina mettere la farina, le uova, il sale poi aggiungere il latte con il lievito e far impastare per almeno 5 minuti. 
Quindi pulire bene i bordi della ciotola da eventuali residui di pasta e continuare a far impastare per ancora una decina di minuti o fino a quando la pasta sarà bella elastica e liscia. 

Mentre il nostro impasto si amalgama, a parte mescolare il burro con lo zucchero e poi aggiungerlo a pezzettini all'impasto con il robot sempre in funzione, quando avremmo aggiunto tutto il burro lasciare impastare ancora per circa 8 minuti fino a quando l’impasto sarà molto liscio, elastico e lucido, e perfettamente amalgamato. 
Trasferire la pasta brioche in una ciotola (o nell’impastatrice togliendo il gancio) coprire con pellicola e lasciare lievitare per 2 ore a temperatura ambiente (circa 24°) 

Trascorse le 2 ore impastate girando la pasta 2 o 3 volte con la mano, quindi coprire di nuovo e mettere in frigorifero per qualche ora (non più di 24). Dopo il riposo in frigorifero la pasta è pronta per fare la nostra brioche. 

Per fare la brioche va bene uno stampo da budino ben imburrato di circa 16-18cm di diametro in alto e almeno 8cm alla base 
Prendete la pasta e dividerla in due pezzi da 400gr e 200gr 

Con il pezzo più grande formare una palla e metterla sul fondo dello stampo e premendo con due dita al centro formare un buco. 

Con il pezzo più piccolo di pasta formare un ovale leggermente appuntito che andremmo ad infilare nel buco creato nella brioche. Infariniamoci le dita e spingiamo per 2 terzi il nostro ovale all’interno della brioche lasciando sporgere solo una piccola protuberanza o “testa” 

Spennellare tutta la brioche con tuorlo e latte e lasciare lievitare per circa 2 ore (o un po’ meno) finche raddoppia di volume. 

A lievitazione avvenuta scaldare il forno a 200°. 
Spennellare, dall’esterno verso l’interno, la brioche con uovo e latte. Poi con un paio di forbici molto affilate e bagnate nell’acqua fredda incidere tutt’attorno la brioche con 6 tagli profondi 3cm. 

Infornare subito per 15 minuti, poi abbassare la temperatura a 170° e continuare la cottura per circa 30 minuti. Spegnere e lasciare la brioche nello stampo per 5 minuti quindi sfornarla e metterla su una griglia a raffreddare. 

Assaporatela con gusto, è una vera meraviglia 

In questo giugno più autunnale che estivo la casa e noi meritiamo d’essere inebriati da questa meraviglia.

A chi si sta preparando per le vacanze regalo questa brioche con l'augurio di buon viaggio .......
la fetta più grande è riservata a chi come me passerà l'estate a casa lavorando o non ......

Ciao tutti Voi ....... e buona settimana




Stampa tutto il post

21 commenti:

  1. Sai che mi hai fatto venire una voglia matta di provarla? :-)

    RispondiElimina
  2. Mamma mia ma e' letteralmente "esplosa" nello stampo!! non oso immaginare il profumo che doveva emanarsi dal forno

    RispondiElimina
  3. E' tutto così dettagliato che non si può non provare!!E poi come dici tu,meritiamo di inebriarci con queste meraviglie!!Un abbraccio cara e buona settimana!

    RispondiElimina
  4. La forma mi ricorda le brioches che in sicilia vengono servite insieme alla granita...questa sembra una vera delizia
    ciao

    RispondiElimina
  5. Hai ragione, non c'è profumo più gradito in cucina! Bellissima questa brioche, immagino che sia fantastica anche come sapore!
    Ciao buona settimana

    RispondiElimina
  6. A Catania la "testa" la chiamiamo "tuppo" :D E si mangia con la granita siciliana :D

    RispondiElimina
  7. qui il caldo è estivo inoltrato, ma la tua brioche la assaggeremmo più che volentieri!

    RispondiElimina
  8. Grazie mille ragazze
    è veramente strepitosa come brioche e anche in estate possiamo trovare un momento per farla
    grazie buon pomeriggio
    Manu

    RispondiElimina
  9. Mamma mia, ha un aspetto così delizioso che addenterei lo schermo!

    RispondiElimina
  10. Ma e' sofficissima...mi piace...e si ci spalmiamo marmellata ai lamponi che ne dici??ciao buon we ^^

    RispondiElimina
  11. Veramente strepitosa!!! Un detto inglese dice "like father,like son" (cioe' i figli sono come i loro stessi genitori). Beh,io ho il libro del papa' di M. Roux,del 1986, e la ricetta e' identica.E' una bonta' che giustamente viene tramandata da una generazione all'altra.
    Un salutone e ancora complimenti!

    RispondiElimina
  12. deve essere ottima questa brioche, ha l'aria invitante, peccato non poter sentire il profumo!!!!!!!
    un saluto dalla cucina della pallina

    RispondiElimina
  13. Wow!!! che meraviglia deve essere squisita ti ho conosciuta per caso ma mi hai conquistata da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare ciao rosa

    RispondiElimina
  14. Manu, l'ho fatta domenica, un mezzo disastro che trasformerò in fette biscottate. non ho idea cosa posso aver sbagliato, sta di fatto che alla fine l'impasto sudava letteralmente burro. forse - reduce dal corso di panificazione - ho cercato l'incordatura a tutti i costi e il mio impasto si è ribellato, forse ho aggiunto il burro troppo lentamente, forse ho usato la farina sbagliata. tu il burro come l'hai inserito e che farina hai usato? grazie in anticipo per la risposta, vorrei proprio rifarla. oggi ho trovato un video su youtube di m. roux in persona e non mi sembra che ci andasse tanto per il sottile con l'inserimento degli ingredienti, boh!! dimenticavo, l'anonimo sono io, roberta, compagna di spianatoia, quella che invece di sgasare gli impasti li appiattiva a mo'di pizza ;-)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta,
      mi dispiace che non sia riuscita, ma in effetti eè molto burrosa e forse con questo caldo il burro è un po' troppo. Io il burro non lo metto certo come spiegato al corso (d'ora in poi starò più attenta) lo metto in genere a pezzi più grossi ma sempre abbastanza morbido. Non ho l'impastatrice e uso la macchina del pane (che spero tiri gli ultimi presto) con il programma impasto facendolo ripartire più volte fino a quando l'impasto mi sembra ben amalgamato e per impasti difficili come questo a metà impasto anche un po' a mano proprio per non riscaldarlo troppo e forse è quello che è successo al tuo cercando di formare il velo. Il velo ti viene di conseguenza quando senti che l'impasto è bello elastico. Certo dopo il corso questa spiegazione è un po' rudimentale, meglio non dirlo ad Adriano ma di fatto la brioche era precedente..........
      Come farina ho usato la Rieper gialla, ma so che non ti trovi bene però penso che anche un altra farina con 11% di proteine potrebbe andar benissimo

      penso anch'io che come imparato al corso sarebbe il top, ma non sempre è facile rifare le cose perfette, io ad esempio mi sono appena complicata la vita con il filone arrotolato con i pollici ........il filone verrà buono sicuramente anche se un po' informe!!!
      Ciao a presto
      magari ad un prossimo corso
      Buona serata Manu

      Elimina
  15. Ciao ragazze grazie mille,
    scusate se non sono arrivata prima a rispondervi a volte il tempo è veramente tiranno, la brioche è deliziosa e sicuramente da rifare appena fa un po' fresco
    ciao Manu

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. bellissima!! mi chiedevo se al posto di farne una sola grande, se provassi a farne varie piccoline? e dopo averla girata un po' di volte con le mani e si rimette in frigo per qualche ora...quante ore più o meno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Santy,
      certo che puoi farle più piccole l'unica cosa ricordati che essendo più piccole si cuociono prima
      il riposo in frigo può andare da 3ore fino ad un massimo di 24 ore

      ciao e grazie
      Manu

      Elimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails