giovedì 21 settembre 2017

Focaccia di Patate genovese di Ale

Le focacce sono dei piatti deliziosi e molto versatili, da sole riescono a saziare un languorino improvviso o con degli affettati possono essere una bella alternativa per una cena con degli amici. Oggi per il Calendario del Cibo italiano e la Gn della Focaccia di Patate 

ho pensato di preparare la sua, perchè è una focaccia ben equilibrata e non permalosa, viene splendida anche se un po' bistrattata.

Focaccia di Patate alla genovese 
di Ale

300 ml d'acqua
500 g di farina
250 g di patate
10 g di lievito (io li ho dimezzati*)
80 ml di olio extravergine di oliva
sale

Bollite le patate per 15 minuti, in mezzo litro d'acqua meglio se con la buccia per evitare che assorbano troppa acqua; sbucciarle da calde e schiacciarle bene con l'apposito attrezzo, come per fare un purè.
Mentre cuociono le patate, sciogliete il lievito in poca acqua tiepida e lasciate riposare, coperto, per una decina di minuti: appena la superficie si increspa e si formano le prime bolle, iniziate a lavorare l'impasto **
Unite le patate schiacciate, ancora calde, alla farina, aggiungete il lievito sciolto nell'acqua e iniziate ad impastare con le mani, unendo via via l'altra acqua e l'olio, alternandoli, fino ad ottenere un composto molto idratato, che si appiccica ' alle mani. Aggiungete il sale e lavorate ancora per una decina di minuti. Lasciate poi lievitare, in recipiente coperto, per circa due ore- o comunque fino al raddoppio.
Se avete l'impastatrice potete usarla per lavorare l'impasto che è molto idratato: il segreto della morbidezza della focaccia è proprio questo, per cui è meglio cercare di non aggiungere farina

Dopo la lievitazione stendete la focaccia in una teglia (40x33), precedentemente unta d'olio, bucherellate la superficie con la punta delle dita e lasciate lievitare ancora, per un'oretta circa. Cospargete di olio e di sale grosso e infornate a 200 gradi, per una ventina di minuti
Note speciali * + **
Come vi dicevo è una focaccia che si adatta ai nostri tempi.
Io oggi sapevo che sarei stata via di casa a lungo e che la focaccia l'avrei cotta dopo molte ore. Ho così deciso di dimezzare il lievito e metterlo direttamente nella farina senza attivarlo. Poi una volta impastato ho steso direttamente nella teglia unta d'olio, ho coperto e messo a lievitare.

Alla sera, tornata a casa dopo più di 4 ore, la lievitazione era al limite ho così con attenzione mentre si riscaldava il forno ho tolto il naylon che copriva l'impasto ho cosparso con sale grosso ed olio, non ho bucherrellato per non compromettere il lievitato che era al limite ed ho infornato

Buonissima e molto gustosa
Stampa tutto il post

1 commento:

  1. Cara Manuela questa focaccia è deliziosa! Segno la ricetta perchè è da tanto che vorrei provare la versione con le patate ma non ho mai avuto l'occasione per farla. Sembra così soffice... mi fa venire fame!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails