martedì 27 gennaio 2015

Happy Birthday Ale con la focaccia genovese

Oggi è il compleanno di una grande donna, che ci sa sempre sorprendere
Un compleanno che cade in un momento molto importante e particolare della sua vita e dei suoi cari c'è quindi bisogno di un regalo molto speciale.
Speciale come la sua attenzione nei miei confronti, deve volare per farle sentire la mia vicinanza

A riosa .............. come una sua splendida ricetta
U nica ............... perchè Ale è veramente speciale
G rande ............. come l'abbraccio che vorrei mandarle
U niversale .......  come la sua grande saggezza
R apida ............. deve volare per raggiungerla
I  nfinita ............ come la riconoscenza per la sua dedizione
Per festeggiarla ho pensato di preparare una ricetta favolosa che la rappresenta e mi parla di lei e della sua Genova ................... 
la sua focaccia genovese (la ricetta è quella di Ale)

Ingredienti per una teglia rettangolare di 40 x 30 cm circa

500gr di farina 0

300ml acqua (dai 280 ai 320ml)  

1 cucchiaino di malto 
10gr lievito di birra fresco
2 cucchiai d'olio extravergine

10 g di sale fino 

2 cucchiai di olio extravergine
mezzo bicchiere d'acqua (circa 50 ml)
una piccola manciata di sale grosso

Attivate il lievito in poca acqua tiepida, in cui avrete fatto sciogliere un cucchiaino di malto: coprite e fate riposare in luogo tiepido, fino a quando sulla superficie si formeranno le caratteristiche increspature. 

Setacciate la farina sulla spianatoia, aggiungete il lievito sciolto nell'acqua ed iniziate ad impastare, unendo gli altri liquidi: la variazione della quantità di acqua dipende dal potere di assorbimento della farina, che è sempre una variabile. Però, per esperienza, più la pasta è idratata, più la focaccia è buona. 
Fate così: iniziate impastando tutta la farina con 250 ml di acqua (compresa quella dove avete fatto sciogliere il lievito) e l'olio: quando avrete ottenuto un impasto liscio, aggiungete la restante acqua poco alla volta, continuando ad impastare. Con un po' di pratica, vi accorgerete al tatto quando il vostro impasto sarà idratato al punto giusto: tenete comunque presente che i 280 ml indicati sono una quantità ragionevole, per un impasto soffice. 
Il sale fino va nell'impasto: potete metterlo all'inizio della lavorazione, badando a che non entri in contatto diretto col lievito, durante oppure alla fine. L'importante è che non ve lo dimentichiate, perchè anche se la superficie è cosparsa d sale grosso, la pasta deve essere comunque sapida
Fare lievitare in una ciotola coperto per un’ora circa, quindi prendere l’impasto fare una piega senza sgonfiare troppo l’impasto, e mettere ancora a lievitare per circa 30 minuti.
Quando l’impasto sarà ben lievitato versarlo direttamente nella teglia ben unta d’olio d’oliva e incominciare a stendere delicatamente con la punta delle dita stirandolo per allargarlo, se l’impasto facesse troppa resistenza farlo riposare qualche minuto e quando sarà rilassato continuare a stenderlo.
Coprire e far lievitare fino al raddoppio.

Accendete il forno a 230 °C, modalità statica.
Passare tutta la superficie della focaccia facendo pressione con i polpastrelli creando le caratteristiche “fossette” , quindi spargere sulla superficie del sale grosso poi aggiungere mezzo bicchiere d’acqua a temperatura ambiente e irrorare con abbondante olio d’oliva

Infornare in forno caldo per 15 minuti circa.
A cottura avvenuta lasciarla raffreddare qualche secondo, poi staccarla dalla teglia


Servirla e gustatele …………………. è una vera delizia 
GRAZIE ALE 
Tantissimi Auguri
Stampa tutto il post

5 commenti:

  1. Manu, quella speciale sei tu. Quest'ultimo anno ci ha permesso di "scoprirci" un po' di più, di mettere le basi per un'amicizia che nasce dalla stima che io provo per una delle migliori food blogger che conosca, tanto brava quanto schiva e lontana dai riflettori- tutte doti che non fanno che aumentare l'ammirazione nei tuoi confronti. e ora, questa "catena" che mi ha tirato giù dal letto con un groppo in gola e che rende così "povero" quel grazie che invece vorrebbe dire molto, ma molto di più. e per fortuna che è arrivata la donna delle pulizie a sbattermi fuori :-) perchè stavo partendo con la commozione a manetta.. ma grazie, grazie, grazie, perchè non merito davvero tutto questo. Sei una persona meravigliosa, non sai quanto...

    RispondiElimina
  2. complimenti ed auguri anche da parte mia,è la seconda dedica che vedo,una preparazione salata ed una dolce è un bel modo di farle un regalo riprodurre una sua ricetta,brava

    RispondiElimina
  3. Grazie Manu!! Vedere che in tanti hanno risposto all'appello per fare questi auguri ..mi fa capire di quanto sia bello questo mondo!

    RispondiElimina
  4. Bella la vostra amicizia. E buonissima dev'essere la foccaccia. ne ho provate parecchie a casa ma nessuna ha eguagliato quelle che ho mangiato a Genova....mi sa che ci devo tornare!!

    RispondiElimina
  5. manu sempre splendida tu!
    se ti fai così stimare e voler bene da tutti, ci saranno tanti ma tanti di quei motivi...

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails