venerdì 27 agosto 2010

Torta zebrata o giorno-notte decorativa

Quella che voglio presentarvi oggi non è una vera e propria ricetta, ma una piccola astuzia per rendere molto decorativa una torta semplicissima. 
Questa è la classica torta da colazione, per una merenda o un pic-nic, ma non per questo deve essere banale con un pizzico d'astuzia possiamo renderla speciale. Molte la sapranno già fare, non è un idea originale, l'ho vista più di una volta girando tra forum e blog, però poiché è facilissima mi piace presentarvela capita sempre di dover fare un dolce velocissimo ma che faccia la sua figura e vi assicuro che questa la fa.


Come impasto base potete usare quello che preferite, una torta allo yogurt, il classico ciambellone, ecc.......... io ho usato una torta con della ricotta, ero in montagna ed avevo poco latte, le mie dosi sono indicative perchè non avevo bilancia e la mia teglia era molto grande 30cm.

4 tuorli 
4 albumi
250gr ricotta
100gr zucchero
350gr farina
latte quanto basta
1 bustina lievito
2 cucchiai cacao amaro in polvere

Sbattete i tuorli con lo zucchero e poi aggiungete la ricotta ed amalgamate bene, aggiungete la farina e un po' di latte quello necessario per rendere un impasto morbido ma non troppo, aggiungete per ultimo il lievito e mescolate bene. 
A parte sciogliete il cacao con un po' di latte in modo da evitare grumi quindi prendete metà dell'impasto della torta e amalgamatelo con il cacao appena sciolto 
Montate a neve ben ferma gli albumi e poi divideteli fra i due impasti ed amalgamate con delicatezza, senza smontare gli albumi. Mettere gli albumi montati a neve dà alla torta una sofficità particolare.
Adesso non ci resta che comporre la torta, prendete un cucchiaio di impasto chiaro e mettetelo al centro della tortiera foderata con carta forno, sopra il primo cucchiaio di impasto chiaro, mettete al centro un cucchiaio di impasto al cacao, poi sempre al centro un cucchiaio di impasto chiaro e questo fino ad esaurimento degli impasti ................... vedrete che un po' alla volta la vostra torta si allargherà formando dei cerchi concentrici. 


Come potete vedere la superficie della torta ha già un aspetto molto estetico, se i cerchi non sono perfetti non c'è problema non cambia affatto l'effetto scenico, dipende molto dalla consistenza degli impasti che devono essere morbidi ma non troppo, devono allargarsi un po' alla volta (se sono troppo morbidi si fondono) 
Quando la nostra torta sarà bella composta non ci resta che cuocerla in forno caldo a 180° per 30 minuti circa.
Ecco come si presenta una volta raffreddata e tagliata ...................... non vi sembra fantastica 


Con questa fetta auguro a tutti Voi 
un buon weekend

Continua a leggere....

venerdì 20 agosto 2010

Pennette al pesto con ......... piccola astuzia

Tra i profumi dell’estate non posso dimenticare il profumo del basilico fresco con il quale mi piace preparare dell’ottimo pesto
Certo il mio non può competere con il pesto genovese doc, non ho lo stesso basilico, però avvicinarsi si può, ma al mio pesto ………………. è sempre mancato quel colore brillante
Improvvisamente un giorno, seguendo una chiacchierata sul pesto con Fra, ragazza ligure conosciuta a Firenze, ecco svelarsi fra le righe l’astuzia o rito che ha sempre visto fare dalla suocera soprattutto se usa il basilico a foglie grandi (anche il mio è così) che si ossida molto di più.

Non mi restava che provare e l’occasione non si è fatta attendere molto.
Ai primi d’agosto, dopo aver trascorso tutto il pomeriggio ad accatastare legna, per fortuna con l’aiuto di mio cognato e la sua compagna, mio marito, tornato a casa dopo aver riconsegnato il camioncino preso a noleggio con cui per tutto il giorno aveva fatto i viaggi di legna, tronchi e ghiaia, lancia l’idea che potevamo mangiare tutti assieme in giardino
Io lo confesso a queste provocazioni non so resistere, quindi ho accettato subito però erano già quasi le 19.00 e mentre terminavo di accatastare legna continuavo a pensare a cosa potevo preparare per cena saremmo stati in 7, poi idea illuminante ecco l’occasione per delle belle pennette al pesto
Così prima di salire in casa a preparare la cena sono passata nell’orto a raccogliere un po’ di basilico e del prezzemolo
Per fortuna avevo anche delle belle melanzane pronte per essere messe nei vasetti, così ho tritato del prezzemolo con olive e capperi, ho messo le fette di melanzane in una coppa, condite con il trito di prezzemolo ed olive e un po’ d’olio e mescolato bene.


Mentre l’acqua della pasta bolliva, ho pulito il basilico, tritato i pinoli con l’aglio e il sale e preparato anche una bella coppa di pomodori in insalata
Appena l’acqua bolliva, prima di buttare la pasta ho tuffato il basilico in acqua bollente per un secondo e poi l’ho tolto e scolato

Avete capito bene, è questo il piccolo segreto: 
tuffare il basilico per un secondo in  acqua bollente, blocca l’ossidazione dello stesso dando quindi al pesto un colore fantastico

Poi mentre cuocevano le pennette, ho finito di preparare il pesto, aggiungendo e tritando il basilico con i pinoli che avevo già precedentemente tritato, dell’olio e alla fine un po’ di grana ed ecco un fantastico pesto pronto per le pennette
Ecco delle splendide pennette al pesto, fantastico veramente (scusate per la foto)


Poco dopo le 20.00 la cena è stata servita in giardino e tutti hanno mangiato di gusto apprezzando le pennette, per secondo c’erano un po’ di formaggi misti che accompagnavano i pomodori e le melanzane.
A proposito avevo anche il dolce, c’era ancora mezza torta al gorgonzola, per averne per tutti le fettine non erano grandi, ma nessuno ha rifiutato la delizia!!


Un ottima cenetta, a volte anche se improvvisata da soddisfazione

Continua a leggere....

mercoledì 18 agosto 2010

Lo spettacolo della natura per Anna ........ Buon Compleanno

Questo post è un po' speciale con le meraviglie ed i colori della natura voglio fare gli auguri ad Anna, carissima amica che, anche se vive lontanissima, ho avuto il piacere di conoscere a Firenze e poi permettetemi un po' d'orgoglio personale per questo mio piccolo blog che a Ferragosto ha compiuto due anni, un'avventura iniziata quasi come sfida e desiderio di scrivere le mie ricette con qualche piccola astuzia .............. a proposito ne ho un paio da svelarvi nei prossimi giorni ............. ma ora voglio tornare al motivo principale di questo post 

Tantissimi auguri Anna
un grandissimo abbraccio di tutto cuore

vorrei che il tuo compleanno fosse 
splendente come il mio girasole
unico come questo cetriolone scappato alla raccolta
si era arrampicato sulla vigna pur di non farsi trovare
prezioso come questi piccoli porcini
raccolti tra un diluvio ed un acquazzone
e sopratutto dolce come la treccia russa
Con grande affetto
AUGURONI ANNA
Continua a leggere....

domenica 8 agosto 2010

Torta al gorgonzola con miele di castagno

Un po’ di tempo fa mentre aspettavo il mio turno in un enoteca, mi sono soffermata a sfogliare il libro dello chef Armin Mairhofer, un vero spettacolo di ricette, ma sono subito stata attirata da questa meravigliosa torta al gorgonzola, ho cercato di memorizzarne gli ingredienti ed appena arrivata in macchina li ho subito trascritti, non potevo non provarla e come pensavo è veramente spettacolare



75gr gorgonzola dolce
130gr Philadelphia 
125gr panna fresca
60gr zucchero
5 tuorli
40gr maizena
35gr burro

70gr zucchero 
5 albumi

Mescolare tutto il primo gruppo d’ingredienti ed amalgamare molto bene, vi consiglio di passare al settaccio il gorgonzola per evitare di trovarvi spiacevoli grumi, mescolare fino a quando si sarà creata un bel composto cremoso.
A questo punto mettere i 70gr di zucchero negli albumi e montarli a neve ben ferma prima d’amalgamarli con delicatezza al composto di formaggio
Mettere in una tortiera da 24cm o rettangolare, foderata con della carta forno e poi cuocere a 180° per 15 minuti circa, quindi abbassare a 160° e cuocere ancora 25 minuti circa


Fatela raffreddare e servitela con un velo di miele di castagno 
o in stagione anche con delle castagne caramellate o dei marron glacè
non vi sembra spettacolare?


Con questa fettina vi auguro un buon Ferragosto


A presto e buone vacanze


Continua a leggere....
Related Posts with Thumbnails