martedì 20 luglio 2010

Trenette alla "Norma" in coppetta ........ versione trentina


Devo sicuramente premettere, che io fino ad un paio d’anni fa le melanzane non le mangiavo proprio, mi piacevano molto esteticamente, ma non le comperavo mai, poi le abbiamo messe nell’orto e poiché io cerco di non buttare mai niente ho incominciato a cucinarle alla griglia e anche a conservarle sott'olio per l’inverno e devo ammettere che mi hanno conquistata
……………………… questa pasta l'avevo sempre sentita nominare, ma non l'avevo mai mangiata quindi quando un paio di settimane fa ho visto questa bellissima sfida di MTchallenge ho capito che mi piaceva troppo per rinunciarci ed ecco come è nato questo piatto

......... mi sono un po’ documentata per capire la ricetta, non me ne vogliano le siciliane, questa è la mia versione trentina con le primizie dell’orto a metri zero!!!




Melanzane
Pomodorini
Linguine o trenette
Grana trentino* 
Basilico
Aglio sale pepe

Ho tagliato a fettine sottili due melanzane, non le ho pelate perché essendo le prime della stagione sono piccoline e tenerissime, e poi le ho messe in una coppa di vetro con un po’ di sale per circa 30 minuti per farle spurgare. 

In seguito le ho scolate e le ho grigliate da entrambi i lati per un paio di minuti o fino a cottura. 

Ho tagliato a spicchi dei piccoli pomodorini, sono primi quindi non sono molto maturi, li ho scottati in padella con un filo d’olio e un po’ d’aglio (io uso quello in polvere lo preferisco) creando un bel sughetto, a cottura quasi ultimata ho aggiunto un paio di foglie di basilico. 

Ho messo a bollire l’acqua dove poi ho cotto le trenette, mentre la pasta cuoceva ho preparato il cestino con il grana gratuggiato, scaldandolo in una pentola antiaderente. 

Sempre mentre cuoceva la pasta ho saltato velocemente in padella, con un filo d’olio e un po’ d’aglio, le melanzane grigliate 

Quando le trenette erano al dente le ho messe nella pentola con il sughetto dei pomodorini, ed ho terminato la cottura facendole saltare un po’ per insaporirle meglio, alla fine ho aggiunto le melanzane, tenendone da parte un po’ 
A questo punto non mi restava che preparare il piatto. 








Con le melanzane tenuta da parte ho fatto una raggiera nel piatto, al centro ho messo il cestino di grana ed al suo interno ho messo le trenette, ho decorato con una foglia di basilico fresco


* lo so che ci sarebbe voluta la ricotta salata, ma qui già è difficile trovare una buona ricotta, figurarsi se trovavo quella salata






Buona serata a tutti



Grazie ad Ale&Dani
questo il loro commento con premio alla ricetta:

La Norma trentina di Manu: un'altra fusion, tutta Italiana, e un'altra new entry, che ci piace un sacco. Ci sono piaciute la sua storia, il suo orto, le melanzane prima tenute a distanza e poi amate, la scelta orgogliosa del grana trentino e - da genovesi quali siamo- l'uso delle trenette, e qualcosa ci dice che ci piacerà anche questa versione...
Premio: Dalle Dolomiti a Sant'Agata


Continua a leggere....

sabato 17 luglio 2010

Frittatine di fiori e zucchine

Con l'estate e il caldo non sempre si ha voglia di far cose complicate, ma si sa che i ragazzi hanno bisogno di mangiare e se poi stanno studiando hanno bisogno di qualche cosa che rallegri lo spirito. 
I colori dell'orto per questo sono veramente fantastici, con queste banalissime frittatine si può cucinare velocemente, ma non per questo rinunciare al gusto

2 uova 
latte

farina
zucchine
fiori di zucchina

Preparare con due uova, un po' di latte e farina una pastella abbastanza corposa, tipo crepes per capirci, salarla e metterla a riposare per un mezz'ora circa

Immagine

Nel frattempo preparare le nostre zucchine a julienne e i fiori di zucchina, togliendo il pistillo e tagliarli a metà

Immagine Immagine

Riscaldare una teglia antiaderente e un piastra
Prendere un fiore alla volta passarlo nella pastella e poi adagiarlo sulla piastra, continuare con gli altri fiori nello stesso modo, farli cuocere per un paio di minuti da entrambi i lati, saranno pronti quando saranno belli dorati.

Immagine Immagine

Quando avremmo terminato tutti i fiori, gettiamo le nostre zucchine nella pastella, amalgamiamo bene

Immagine Immagine

poi con un cucchiaio mettiamo una parte di composto nella teglia e cuociamo anche queste frittatine da entrambi i lati.

Immagine Immagine

Quando avremmo terminato le nostre frittatine possiamo comporre il nostro piatto estivo, se abbiamo voglia sulla stessa piastra calda possiamo riscaldare una fettina di scamorza affumicata che si abbinerà fantasticamente alle frittatine di fiori e zucchina


Nel piatto possiamo mettere un paio di frittatine di zucchina con dei pomodorini, un paio di fiori di zucchina e una fetta di scamorza affumicata e servire in tavola, 


....................... saranno tutti felicissimi

Con questo piatto mi piacerebbe partecipare a 


Buon week end a tutti


Continua a leggere....

lunedì 12 luglio 2010

Delizia alle mandorle o Torta Amaretto .......... gluten free

La settimana scorsa per il compleanno del maritino, per il menù rustico, mi serviva una torta semplice da trasportare e che non ne risentisse del caldo, non avendo a disposizione un frigo
Ho subito pensato a questa delizia che da quando l'avevo vista sul blog di Gaia mi aveva subito attirato per la semplicità e sopratutto per essere priva di glutine




Alcuni anni fa in un viaggio a Parigi nel nostro gruppo c'era una ragazza con problemi di celiachia e mi sono accorta di quanto questo problema possa essere limitante sopratutto in un viaggio, quando non si può essere sicuri della cucina altrui


Da allora sono sicuramente più sensibile a questa problematica, ma ora ecco questa delizia

2 cucchiai di maizena ( o fecola di patate come ricetta )
1 cucchiaio di fioretto di mais 
1 cucchiaio di farina di riso 
200 g di mandorle sbucciate
200 g di zucchero semolato + 4 cucchiai
110 g di burro 
4 uova
1/2 bustina di lievito per dolci 

Per la base sbattere i tuorli con 4 cucchiai di zucchero. Aggiungervi 110 g di burro fuso intiepidito, e per ultima la maizena, la farina di riso, il fioretto di mais e il lievito.

Foderare con della carta forno la nostra tortiera e poi versare l'impasto appena preparato e livellarlo bene. Se usate una tortiera da 26cm di diametro la base sarà un po' più alta, ma con queste dosi si può usare anche uno stampo da 28cm anche se sarà più sottile va bene ugualmente


Tritare finemente le mandorle nel mixer mescolandole con 200 g di zucchero. 

NB: Io le mandorle in estate le tengo sempre in freezer e si tritano a meraviglia senza impastarsi, consiglio sempre prima di tritarle passarle almeno un po' in freezer

Montare le chiare a neve ben ferma e incorporarle un cucchiaio alla volta al trito di mandorle e zucchero.
Versare il composto così ottenuto nella tortiera, sopra l'impasto precedentemente steso


Far cuocere nel forno precedentemente scaldato a 180° per 40 minuti circa

Lasciar raffreddare e resistere a mangiarla fino al giorno dopo, sarà meravigliosa
Se si vuole spolverizzare con zucchero a velo.


Non è meravigliosa??????????
E chi lo direbbe che è una torta priva di glutine!!!!


e con questa fettina auguro buon lunedì a tutti Voi


Non lasciatevela scappare, sarà favolosa in un pic-nic estivo

Continua a leggere....

lunedì 5 luglio 2010

Buon compleanno ............ menù rustico

Cosa fare in una domenica estiva?
Se la domenica è il 4 luglio compleanno del proprio maritino, la scelta è semplice una bella scampagnata in compagnia e menù rustico all’ombra dei castagni su tavolone d’acacia, rigorosamente senza tovaglia per la massima libertà di tutti
Il tempo era splendido grazie al temporale notturno che ha reso la giornata calda ma fresca ……………….. basta guardare il colore del Sarca che si immette nel lago di Garda


Il menù naturalmente non è troppo sofisticato, perché deve tenere presente diversi fattori …………… non si deve rovinare con il caldo e ……….. deve poter essere trasportato facilmente avendo sul posto a disposizione solo una stufa dove sono state cotte le zucchine alla griglia e la carne …….. inoltre non deve essere troppo pesante, ma non per questo si deve rinunciare a mangiare bene!!!!
Cestino di pane con pane preparato la sera precedente e cotto al mattino presto ……………….. pane alle castagne (senza noci .... quello scuro)  e Katmer dell’ottimo pane turco.


Un piatto con zucchine grigliate cotte in loco e cubetti di frittata di zucchine al forno, preparata la sera precedente e poi tagliata a cubetti al mattino, una delizia che ha incontrato il gusto di tutti


Piatto con peperoni misti conditi con olio ed origano, cotti per 15 minuti nel forno, dopo la cottura del pane, poi lasciati in forno spento ancora 20 minuti circa quindi messi in un sacchetto di carta, trasportati e poi spellati in loco, quindi tagliati a striscioline e conditi


Grigliata mista con petti di pollo marinati la sera precedente con vino bianco, sesamo ed origano e poi cotti sulla piastra di ghisa e puntine di maiale cotte alla piastra, una delizia per veri intenditori
C’era anche un piatto con fette di melone dissetanti di cui però mi manca la foto


E le torte? Sicuramente non potevano mancare, sicuramente niente creme, ma delizia assicurata. Due per poter a suon d’assaggi decidere la migliore!!!
Torta svizzera wahe con albicocche di stagione


e torta delizia alle mandorle, una novità veramente fantastica che vi posterò nei prossimi giorni e di cui devo ringraziare Gaia per avermela fatta conoscere


Che dire di più? 
Si c'è ancora una cosa maritino ed ospiti hanno gradito molto 
Buona settimana a tutti, a chi è al lavoro e anche a chi è già in vacanza

Continua a leggere....
Related Posts with Thumbnails