domenica 27 giugno 2010

Fiori e zucchine ....... primizie in " tempura "

Questa mattina sono andata nell’orto e ho potuto raccogliere le prime zucchine e anche un paio di fiori di zucchina.

Troppo poche e troppo piccole per farci una bella frittata al forno o cuocerle alla griglia, però non potevo metterle in frigo ad aspettarne altre, mi piaceva creare qualche cosa di speciale anche per coccolare che è sotto esami

Devo premettere che io con i fritti non vado molto d’accordo, non mi vengono mai bene, ma era da un po’ che volevo provare a fare il tempura 
Anna spero mi scuserà se non sarà l’originale, ma questa è quello tratto da “Cucina Italiana dalla A alla Z”

120gr farina bianca (150gr da ricetta)
100gr maizena
1 albume
200gr acqua molto fredda
Sale 


Mescolare tutti gli ingredienti e poi mettere in frigorifero a riposare per un ora abbondante
Nel frattempo preparare le verdure a fettine sottili. Io ho usato delle zucchine, i fiori di zucchina e delle fettine di cipolla.
Friggere pochi pezzi alla volta in olio caldo (io uso olio d’arachide) per un paio di minuti fino a doratura, poi mettere su un foglio di scottex per togliere l’olio in eccesso
Quindi servire le nostre verdure con un po’ di salsa di soia
Io per decorare il piatto ho fritto anche un paio di foglie di basilico 

Un piattino delizioso, di una delicatezza fantastica


forse le foto rendono meglio l'idea

sarà stata la fortuna della principiante, ma questo "tempura" mi ha proprio conquistato

Ps: a proposito ero sempre stata convinta che "Tempura" fosse al femminile ed invece è maschile .......... non finisce mai d'imparare è proprio vero!!!


Ciao a presto 
e buone vacanze a chi è già in vacanza
Continua a leggere....

domenica 20 giugno 2010

Pane alle olive ........... "mondiale"

Che strana sensazione i mondiali di calcio, diventiamo quasi tutti tifosi e per la loro durata ci interessiamo di uno sport che generalmente non seguiamo
In questi giorni è bello poter osservare come ognuno di noi cerca di rivendicare la propria identità


Trento al primo impatto non è certo una città molto espansiva, sta imparando ad essere più aperta e comunicativa, è una città alpina non troverete grandi striscioni che festeggiano i mondiali
Il clima che si respira però è ricco d’emozioni, trovate la pizzeria che ha creato una pizza per ogni squadra dei mondiali, ma quello che più mi colpisce è scoprire, nella nostra multi etnicità, la gioia di ognuno nel poter dimostrare la propria identità 


Può capitare così che in un tranquillo caldo pomeriggio ci siamo dei ragazzi che a squarciagola girino per il centro con la bandiera dell’Argentina e delle vuvuzela appena comperate


Un giorno mentre servi una cliente ti accorgi che le sue unghie sono verdi e gialle e quando chiacchierando le dici le stavi ammirando, lei tutta orgogliosa ti fa vedere che è disegnata la bandiera del Brasile


I mondiali di calcio, rispetto ad altri sport che io preferisco di gran lunga, ti arricchiscono di queste piccole cose se le sappiamo vedere.

 
Nel mio piccolo incrocio le dita per l’Italia finchè sarà possibile con questo pane mondiale, poi se sarà altrimenti onore al più forte.




100gr latte
80gr acqua
110gr lievito liquido ben rinfrescato
100gr farina di grano duro
350gr farina bianca
Sale
Capperi ed olive
2 cucchiai olio

Il pane è semplicissimo è quello che faccio quasi tutti i giorni, oggi l’ho farcito con le olive ed i capperi
Amalgamare tutti gli ingredienti e lavorare bene l’impasto, potete farlo anche con la macchina del pane, poi lasciare riposare un ora circa
Se uso la macchina del pane uso il programma pizza e aspetto il termine
Per fare questa bella forma a pallone della Silikomart, dividere l’impasto a piccoli pezzi e creare delle palline con cui poi inizieremo a riempire il nostro stampo mettendole sui bordi lasciando libero il centro


poi coprire e lasciare lievitare per 3-4 ore, quindi cuocerlo a 200° per 30 minuti circa 


Al termine della cottura toglierlo dal forno, rovesciare il pane su una teglia e rimettere in forno spento per circa 6-7 minuti, questo permetterà al pane di prendere un aspetto dorato anche nella parte coperta dallo stampo





Piccolo suggerimento

Io in questo periodo estivo quando torno dal lavoro rinfresco il lievito, poi dopo cena, molto tardi, preparo l'impasto del pane con la macchina del pane, e rinfresco quel po' di lievito che mi è avanzato.
Dopo un ora che l'impasto è stato fatto lo metto in forma e copro fino al mattino, quando mi alzo accendo immediatamente il forno per cuocere il pane prima d'andare al lavoro e riuscire a cuocerlo anche prima che cambi la tariffa della luce!!!!
La parte del lievito che invece mi era avanzata e avevo rinfrescato la metto in frigo fino alla sera, per il pane del giorno dopo.
Continua a leggere....

sabato 19 giugno 2010

Seminario "CASTAGNE IN CUCINA" con Chef

Oggi non vi parlo di una mia ricetta ma di castagne, no non preoccupatevi non è già tempo di raccolta
i piccoli ricci appena nati cresceranno per tutta l'estate per poi donarci le splendide castagne in autunno
Oggi volevo segnalarvi un seminario sul tema
"CASTAGNE IN CUCINA
organizzato dalla Cooperativa Castanicoltori Trentino Alto Adige 

SABATO 26 giugno 2010 
presso Maso Gottardi a S.Cristoforo (Pergine Valsugana)
sarà tenuto dallo Chef Luca Zangoni 
con inizio ad ore 9.00

alle 12.00 pranzo con il menù preparato dallo Chef 
con questi splendidi frutti


possono partecipare soci e simpatizzanti 
per un numero max di 25 persone

per informazioni e-mail della Cooperativa
castanicoltoritaa@libero.it 


Io ci sarò e poi Vi racconterò tutto potete scommetterci


Buon weekend


Se però siete golosi e alle castagne non sapete rinunciare, 
in attesa delle prossime ricette 
vi suggerisco il gelato alle castagne, veramente ottimo per assaporare le castagne anche in questo periodo



Continua a leggere....

lunedì 14 giugno 2010

Trenette con spiedini di alici

A volte capita che dopo una giornata di lavoro non sai cosa cucinare e allora entri al supermercato in cerca d’ispirazione per un piatto diverso adatto all'estate
Capita che vedi delle alici in offerta e ne comperi un bel po’ perché non è facile trovarle a quel prezzo
Capita che mentre le pulisci con l’ultima pazienza del giorno ti dici “caspita come sono piccole”
Capita che ti pregusti già il pranzo del giorno dopo a base di alici alla piastra, ma arrivano i ragazzi che a turno ti dicono che non ci saranno
Capita che nel giro di pochi minuti pensi a come fare perché non si rovinino, ma devi anche sbrigarti perché i ragazzi sono affamati e devi preparare la cena e cosa preparare?
Capita che in un attimo risolvi alici e cena
Capita che ti serve il pane grattugiato, ma in casa pane non ne rimane mai, però non sarà certo questo che ti frena
Capita però anche che non ti lascino il tempo per una bella foto, perché si sa la tua cucina alla sera è buia e ci vuole pazienza a fare una bella foto, ma con i ragazzi che hanno fretta di mangiare non è sempre facile
Felicità è quando dopo le corse, sai che anche oggi sei riuscita a fare qualche cosa di speciale per i tuoi e li vedi mangiare con gusto queste semplici trenette con alici 

La ricetta è facilissima e anche veloce da fare, 
a parte la pulitura delle alici dove serve un po’ di pazienza

Alici pulite
Trenette
Olio
Prezzemolo e aromi

Mettere a bollire dell’acqua dove poi cuoceremo le nostre trenette o linguine in proporzione ai commensali
Nel frattempo prendere le alici pulite, tamponarle con dello scottex e passarle in un po’ di farina che avremmo mescolato con del sale e dell’origano
Poi riscaldare una pentola antiaderente, io ne ho una in ceramica e adagiare le nostre alici e far cuocere per alcuni minuti e poi con delicatezza girarle e farle cuocere ancora per un paio di minuti, se serve aggiungere un filo d’olio (dipende molto dalla pentola con la mia non è servito). Se non avete messo il sale nella farina ricordatevi di salare le alici, fatele leggermente raffreddare e poi infilatele delicatamente su degli spiedini.



Immagine Immagine

Nel frattempo anche le nostre trenette saranno cotte, le scoleremo e le condiamo nella padella con dell’olio e una bella manciata di prezzemolo fresco
Servire in tavola le trenette con gli spiedini di alici



Un primo piatto veramente appetitoso, se accompagnato con una bella insalata fresca è un bellissimo piatto unico 


Con questo piatto vorrei partecipare alla raccolta  Ricette per la felicita' proposta da  Jul's Kitchen, perché per me felicità è saper fare qualche cosa di particolare per i miei sopratutto in quei giorni in cui non ho idee e gran voglia di mettermi ai fornelli
Vi auguro un buon lunedì
Continua a leggere....

lunedì 7 giugno 2010

Insalata di riso ............... palla al centro e ricordi

Qualche giorno fa mi sono arrivati i nuovi stampi della Silikomart e fra questi c’era anche lo stampo del pallone


Io non sono certo un’amante del calcio e a dir la verità nessuno in famiglia lo è, ma si sa fra un po’ incominciano i campionati mondiali e qualche partita la guarderemo anche noi ............. perché quando gioca una squadra nazionale o un campione nazionale qualunque sia lo sport è bello e giusto tifare ………… ma il vero patriottismo si prova quando ci si trova all’estero
Io nell’estate dei mondiali di Spagna dell’82 ero a York in Inghilterra per un viaggio studio e fu veramente fantastico poter tifare per la propria squadra
....... sarà che ero giovanissima, 
............. sarà che eravamo pochi italiani in un college inglese e quasi tutti gli altri ospiti tifavano Germania, 
........... sarà che internet era quasi sconosciuto e quindi ci si affidava alle poche notizie dei telegiornali o a quelle che arrivavano dai parenti per telefono, 
............... sarà che all’estero ti senti veramente italiana però è stata una bella emozione e alla fine anche chi tifava contro di noi ha festeggiato con noi, si penso proprio che un mondiale si viva molto di più lontano da casa
Con questi ricordi, ieri in una domenica di restauro a Nago (ne parlerò prossimamente) e lavori agresti



ci voleva oltre ad una vista fantastica, anche se ieri il lago non era così limpido




un pranzo un po’ speciale, ma comodo da mangiare all’aperto e allora ecco …………… palla al centro e via!!!!

Insalata di riso, su un vassoio d’insalatina fresca e puntine alla griglia con pane ai semi di sesamo

Riso bollito
Sottaceti misti
Tonno
Cubetti formaggio
Olio

L’insalata di riso per me è un piatto fantastico in estate, fresco e sempre diverso infatti non ho degli ingredienti fissi, mi piace variare ogni volta e spesso dipende da quello che c’è in frigorifero e in piena estate mi piace farla con delle verdurine fresche

Bollire il riso, scolarlo e lasciarlo raffreddare condendolo solo con un filo d’olio solo per non farlo compattare troppo, poi quando sarà raffreddato aggiungere un scatoletta di tonno e poi a piacere un po’ di sottaceti tagliati a pezzetti, nel mio caso ho messo peperoni, carciofini, olive e qualche pezzettino di formaggio mescolare bene tutti gli ingredienti con il riso e se risultasse troppo asciutto aggiungere ancora un po’ d’olio o un cucchiaio di maionese, ora non ci resta che metterlo a raffreddare in una coppa o come ho fatto io in uno stampo a pallone, in questo caso per dargli la forma schiacciarla leggermente per compattarla ma non troppo deve sempre rimanere soffice

Poiché l’insalata di riso deve raffreddare e riposare io generalmente la faccio la sera prima o il mattino per la sera.
Il giorno dopo, non mi è restato altro che preparare un bel prato verde e rovesciare su di esso il mio pallone di riso, e poi per dare un po’ più di risalto ho decorato con dei filini di carota, il centro degli esagoni del palloni li avevo già posizionati quando ho messo il riso in forma
Ed eccolo pronto per essere portato in tavola con puntine grigliate.


Servizio essenziale su tavolo d’acacia  


E con questo splendido lago di Garda,
con Torbole ai miei piedi vi auguro un buon lunedì 


e per chi va in vacanza buone vacanze


Ps: se qualcuno di voi sta aspettando una mia risposta, per piacere mi riscriva perchè inavvertitamente un paio di giorni fa ho cancellato delle mail e non posso più recuperare l'indirizzo

Continua a leggere....
Related Posts with Thumbnails