giovedì 27 maggio 2010

Torta cruciverba e bouquet ........ decorazioni in pasta di zucchero

Maggio mese primaverile bellissimo e per la mia famiglia pieno di compleanni e se ci sono compleanni ci sono torte da fare e mangiare


Immagine

per il mio compleanno niente torta, ma il giorno dopo mi sono dedicata a quella per mia nipote per i suoi splendidi quindici-anni. Però che cosa fare? Le idee nascono spesso dal niente, per gioco e per me è nata da un semplice biglietto scarabocchiato ............... però una volta arrivata l'idea bisogna realizzarla il quadratino di carta è la misura effettiva della casella

Immagine

La torta era una splendida Torta di ricotta, rigorosamente rettangolare che ho fatto la sera precedente
Al mattino invece mi sono preparata la pasta di zucchero, di cui poi ne ho colorato un po' e poi all'opera, ma perchè il progetto possa essere ben realizzato ci vuole un po' di pazienza ................ ho iniziato a farmi uno schema a grandezza naturale su cui poi ho appoggiato un foglio di carta forno e ho iniziato a prepararmi le lettere con dei rotolini di pasta di zucchero componendo il cruciverba, poi mi sono preparata anche dei fiori calle, rose, foglie e piccoli fiorellini

Immagine

Quando lo schema base era pronto non resta altro che trasferirlo sulla torta, si però si deve fare anche la griglia
La torta di ricotta mi piace ricoperta di zucchero a velo, però in questo caso ho preparato una ghiaccia al limone che ho steso e appena iniziava a tirare con una spatola mi sono segnata la base della griglia e poi con un po' di pazienza e un po' di pasta grigia ho incominciato a creare dei rotolini finissimi che ho appoggiato sulla torta creando così la griglia

Immagine Immagine

poi è stato uno gioco da ragazzi scrivere il cruciverba e terminare con dei fiori sparsi

Immagine Immagine 

Bella vero, mi è piaciuta molto perchè elegante e delicata


Immagine Immagine

però maggio non è ancora finito e l'altro giorno ho preparato questa piccola torta per la compagna di mio cognato 

una 
torta al cioccolato fondente, ricoperta con ghiaccia al limone perchè gliela ho fatta trovare sul pianerottolo al suo rientro da lavoro con un tre splendide rose e dovevo avere una torta che non si rovinasse fuori dal frigo

Immagine Immagine

la decorazione era composta da rose, calle e piccoli fiorellini



Immagine

vi assicuro che è rima sta senza parole, non si aspettava questa sorpresa


Immagine

I fiori non sono difficili da fare per le:
- foglie e le roselline piccole ho seguito il procedimento spiegato nel pane festivo e nella rosetta
- il fiorellino azzurro è fatto con l'interno di uno stampino per biscotti
- le rose più grandine ho seguito il procedimento spiegato da Valentina Gilli alla prova del cuoco, che trovo ottima per questa dimensione di rose
- le calle invece è un petalo arrotolato su se stesso, la prossima volta che le faccio farò il passo passo promesso
Continua a leggere....

mercoledì 26 maggio 2010

Pasta di zucchero morbida ........... per decorazioni

Questa pasta di zucchero presa da cook la uso spesso per le mie decorazioni 
è comoda perchè posso farla anche all'ultimo momento, e poi gli ingredienti ci sono sempre in casa!!!!

450 di zucchero a velo
70g di miele
6g di gelatina in fogli
30g di acqua
16g di burro

Mettere lo zucchero a velo in una coppa e mescolarlo un po’ con una frusta per togliere eventuali grumi e renderlo più arioso
Mettere i fogli di gelatina in una ciotola con i 30gr d’acqua e lasciarli ammorbidire, poi metterli in un pentolino sul fuoco e farli sciogliere a bagnomaria senza far bollire, mescolando con una frusta quindi aggiungere il miele e il burro e continuare a mescolare fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. A questo punto versare tutto nella ciotola con lo zucchero e mescolare molto bene in pochi minuti tutto lo zucchero sarà ben amalgamato formando una palla e potremmo trasferirlo sul nostro piano di lavoro e lavorarlo un po’ con le mani fino ad avere una bella palla liscia. 

Immagine Immagine

Se serve spolverare il tavolo con un po’ di zucchero, ma non troppo per non seccare troppo la pasta di cui potete notare la morbidezza. 

Immagine

A questo punto possiamo avvolgerla in pellicola e conservarla in una scatola a chiusura ermetica o utilizzarla subito magari creandoci con dei coloranti alimentari dei pezzettini di pasta colorata.
Per colorare la pasta conviene sempre colorarne poca e poi aggiungerne ancora un po’ e amalgamare bene con le mani avremmo così un colore più uniforme ed equilibrato. 

Immagine Immagine Immagine

Una volta creati i colori 

Immagine

non ci resta che dar spazio alla nostra fantasia …………………………

I fiori non sono difficili da fare per le:
- foglie e le roselline piccole ho seguito il procedimento spiegato nelpane festivo e nella rosetta
- il fiorellino azzurro è fatto con l'interno di uno stampino per biscotti
- le rose più grandine ho seguito il procedimento spiegato da Valentina Gilli alla prova del cuoco, che trovo ottima per questa dimensione di rose
- le calle invece è un petalo arrotolato su se stesso, la prossima volta che le faccio farò il passo passo promesso


Immagine

Questo è solo un esempio, ............ vi racconterò domani cosa ho preparato!!!!!
Continua a leggere....

mercoledì 19 maggio 2010

Creme caramel al limone con .............. pentola a pressione

La pentola a pressione per me è quasi indispensabile in cucina, la uso moltissimo, diciamo che è sempre all'opera e allora perchè non farci anche un ottimo creme caramel
La pentola a pressione ci permette di preparare il caramel in pochissimo tempo e senza accendere il forno, quindi anche un'ottima idea per i primi caldi



Appena ho letto della nuova raccolta di Morena, ho subito pensato a questo favoloso creme caramel


Questo è un caramel un po' particolare, ma potete fare anche quello classico (trovate gli ingredienti in fondo)


caramello 
4 cucchiai zucchero
1 cucchiaino succo di limone

crema
500gr latte
130gr zucchero
4 uova medie
2 limoni buccia grattugiata o scorzette

Preparare il caramello versando in un tegamino 2 cucchiai d’acqua e il succo di limone, aggiungere lo zucchero e farlo cuocere a fuoco moderato fino a quando avremmo un caramello di un bel colore biondo. Mettere il nostro caramello negli stampini o nello stampo unico cercando di distribuirlo uniformemente (naturalmente dobbiamo prima controllare che ci stiano nella pentola a pressione)


 
Versare il latte in un pentolino, aggiungere le bucce grattugiate o le scorzette e portare ad ebollizione. Nel frattempo lavorare, senza montare, le uova con lo zucchero e poi aggiungere a filo il latte bollente (filtrando se si usano le scorzette) continuando a mescolare.
Ora versare il composto di latte e uova negli stampini con il caramello, se gli stampini non hanno il coperchio coprire con della carta alluminio


  
E ora non ci resta che cuocerli in pentola a pressione


Mettere sul fondo della pentola a pressione una piccola griglia o il cestello cuoci verdura o in mancanza per isolare dal fondo si può usare della carta forno piegata.
Inserire nella pentola i nostri stampini o lo stampo unico, aggiungere poi due dita d’acqua sul fondo della pentola. Chiudere con il coperchio, accendere e portarla a pressione, quindi abbassare la fiamma al minimo e cuocere per 20 minuti dal fischio.
A cottura ultimata lasciare intiepidire prima di mettere in frigo le nostre coppette


  
Lasciarle riposare almeno un paio d’ore prima di servirle, sformandole su un piattino

 
Se non volete fare un caramel classico potete usare lo stesso procedimento con 4 uova, 2 cucchiai di zucchero, 300gr latte e 300gr di panna, avrete un caramel particolarmente cremoso

  
Con questo delizia per il palato, vorrei partecipare alla raccolta di Morena





Continua a leggere....

venerdì 14 maggio 2010

Anturium e calle ........ centrotavola mangiabile per cena compleanno

L'altro sera per il compleanno di mia suocera ho preparato una cena un po' speciale. Mi piaceva l'idea di un menù delicato ma gustoso e soffice
Come centrotavola volevo dei fori, ma con tutta l'acqua e il freddo le rose devono ancora fiorire e così ho creato questo centrotavola visto nel sito dello chef Claudio Menconi che mi aveva affascinato alla prova del cuoco dello scorso anno



Finocchi

Peperoni
carote
rapanelli e zucchine

scusate se non ho fatto il passo passo, ma non avevo proprio tempo
e poi essendo alle prime armi, ci si impiega più tempo 




le foto sono molte, ma mi piacevano tutte






se guardate il suo sito rimarrete anche voi incantate




Menù della cena 


Antipasto: sformato ricotta, sfoglie grana, lardo e carne salmistrata










Pane: misto al papavero, sesamo e katmer





La cena è riuscita proprio come l'avevo immaginata
Grazie e buon weekend
Continua a leggere....

martedì 11 maggio 2010

Crepe ........... facili e deliziose

Le crepe non è affatto difficile da fare, ma certe volte si pensa di non riuscirci ……………… niente di più infondato, è solo un impasto semplice di farina latte e uova privo di grumi cotto rapidamente. Ci vuole solo un po’ di pazienza nel farle seguendo i passaggi, ma la squisitezza ripagherà abbondantemente





250gr farina
500gr latte
4 uova
40gr burro fuso
sale

Lavorare con una frusta in una ciotola 250gr di farina con 250gr di latte. Quando la farina avrà assorbito il latte, e il composto risulterà abbastanza liscio, unire le 4 uova e continuare a sbattere con la frusta. Solo a questo punto uniremo gli altri 250gr di latte e mescoliamo bene finchè avremmo una pastella bella fluida. Saliamo la nostra pastella e la mettiamo coperta a riposare per circa un’ora, vedrete diventerà un pochino più consistente

Immagine Immagine

Trascorsa l’ora di riposo non ci resta che cuocere le nostre crepe
Per prima cosa sciogliamo un po’ di burro (circa 40gr) e lo aggiungiamo mescolando alla pastella. 

Immagine

Nb: Il burro aggiunto sarà utile ad evitare di dover ungere la padella ad ogni cottura, inoltre lo rende particolarmente fluido e sarà più facile velare il fondo della padella

Scaldare un padellina antiaderente di circa 18cm (io ne ho una solo per le crepe) e quando è calda versare al centro un mestolino del nostro impasto. Inclinare immediatamente la padella e rotearla in ogni senso in modo da allargare e distribuire uniformemente il composto sul fondo. Se abbiamo messo troppo impasto si può immediatamente versarlo nella ciotola dell’impasto togliendo la sbavatura che verrà a crearsi, avremo così una crepe di spessore uniforme

Immagine Immagine Immagine

Cuocere la crepe sul un lato finchè i bordi cominciano a staccarsi ed arricciare, quindi girarla velocemente con una paletta e terminare la cottura dall’altro lato 

Immagine Immagine

La crepe deve essere sottile ed uniforme

Immagine

Con questa dose vengono circa 25-27 crepe, si possono fare in anticipo e anche conservare coperte da pellicola in frigo o freezer 

Immagine 

con queste farò i 
Tegamini Arlecchino, ma ve ne parlerò nei prossimi giorni

Immagine

Con le crepe la fantasia può sbizzarrirsi
Continua a leggere....
Related Posts with Thumbnails