martedì 31 marzo 2009

Mousse di marroni con crema ciocco-miele

Siamo in primavera, ma il tempo sembra ancora invernale
quale migliore occasione per ripulire la credenza e se si trova un po' di crema di marroni e dei marron glacè cosa c'è di meglio se non fare una fantastica mousse




200gr panna fresca
200gr ricotta
200gr crema di marroni
6gr gelatina (colla di pesce)
marron glacè
rhum

Ammorbidire la gelatina in acqua fredda, poi strizzarla e scioglierla in due cucchiai di rhum tiepido
Nel frattempo mescoliamo la nostra ricotta, amalgamandola con la crema di marroni e poi aggiungeremo il rhum con la gelatina, mescolare bene.


Montare la panna e incorporarla al composto di crema e ricotta, amalgamare bene il tutto e poi distribuire la nostra mousse in 6 stampini monodose, affondando nella mousse dei pezzetti di marron glacè
Mettere in frigorifero a raffreddare per minimo 4 ore

Se usate degli stampini molto lavorati (tipo il mio) prima di sformarli passateli una buona mezz'ora in freezer ............................... sarà più facile sformarli e non si rovineranno

La nostra mousse può essere servita dando libero sfogo alla nostra fantasia

L'ho servita con della crema splamabile ciocco-miele e in questo caso sicuramente con miele di castagno per esaltarne il sapore e decorata con un marron glacè sciroppato

Oppur un altra variante può essere presentarla con una glassa al cioccolato, decorata con marron glacè alla grappa


Se l'avete fatta in anticipo e la conservate in freezer, ricordatevi di preparare i piatti circa mezz'ora prima di mangiarla così la mousse riconquisterà tutta la sua cremosità

Con questa ricetta mi piacerebbe partecipare alla raccolta "Dolci al cucchiaio" se sono ancora in tempo

Continua a leggere....

lunedì 30 marzo 2009

Crema ciocco-miele spalmabile e premio

Quante volte ci capita che avremmo desiderio di qualche cosa di dolce, ma non un vero e proprio dolce ......................... ci basterebbe una fettina di pane con ............................. una crema spalmabile

Questa è proprio una crema spalmabile un po' particolare e di immediata realizzazione, se ne possono fare anche delle porzioni ridotte



70% di miele castagno (gusto più deciso) o acacia (gusto delicato)
30% cioccolato bianco
cacao in polvere

Sciogliere il cioccolato bianco e poi aggiungerlo al miele
Io ho usato il miele di castagno che con quel gusto particolare rende questa crema molto accattivante




mescolare bene e poi aggiungere del cacao amaro, quel tanto che basta per dar un bel colore alla nostra crema, dipende molto dal cacao che usiamo, io ne uso uno molto intenso e ne serve poco,
mescolare bene la crema





Ecco la nostra fantastica crema ...................... pronta per essere gustata!!!!!




Siete curiosi di sapere con che cosa ho gustato questa crema ??????
Un po' di pazienza e lo scoprirete !!!!!


Questa coppetta di crema la dedico a Dora che mi ha regalato questo bel premio





la ringrazio moltissimo, avendolo già ricevuto e passato questa volta lo passo solo a




Bruno ST di GastronomicoN

che considero un cuoco straordinario
Continua a leggere....

venerdì 27 marzo 2009

I miei croissant con .......... la ricetta dei croissant francesi di Paoletta

Questa è una splendida ricetta di croissant francesi sfogliatissimi che ho visto sul blog di Paoletta
come sapete ultimamente di croissant ne ho fatti di tutti i tipi e a questi non ho saputo resistere
credetemi sono divini, li ho regalati a due mie amiche e mi hanno detto

" .......... davvero li hai fatti tu?

.................... sembrano veri...........!!!!!"

direi queste parole rendono l'idea ...........o no?
(le foto finali sono migliori)


Riporto integralmente la ricetta di Paoletta, è spiegata benissimo, ho modificato solo un paio di punti per adattarla alle foto del passo passo fatto da me ( sempre però seguendo l'originale)


Ingredienti:
500 gr di farina (250 gr manitoba e 250 gr 00)
275 gr di acqua
25 gr di burro
8 gr di sale
60 gr di zucchero
20 gr di lievito di birra fresco
250 gr di burro per il tournage (ricetta originale 290 gr)
1 uovo per la spennellatura finale


Procedimento:
Impastare tutti gli ingredienti nella planetaria o a mano, sale e burro a metà impasto, per circa 20 minuti, fino a che l'impasto è bello elastico. Io ho fatto impastare con la macchina del pane ripetendo due volte il programma impasto e poi l'ho lavorata alcuni minuti a mano

Mettere subito in frigo, coperto con pellicola, per 6 ore circa, a 4°/5° non di più.

Per i giri della sfoglia o "tourage" posto la spiegazione e le foto passo, passo. Credo che le immagini possano spiegare molto più delle parole:

  • 1. Tirar fuori il panetto di burro freddo di frigo, spolverarlo bene di farina e coprirlo tra due fogli di pellicola.
  • 2. Batterlo col mattarello fino ad appiattirlo ad un'altezza di circa 1/2 cm. In ogni caso dovrà essere largo quanto l'impasto* e lungo i 2/3 di questo. Riporre il rettangolo di burro così ottenuto in frigo coperto da pellicola.
    *Se preferite, stendete prima l'impasto, misuratelo, mettetelo in frigo steso su un vassoio coperto di pellicola e procedete a battere il burro della misura giusta.
  • 3. Prendere l'impasto dal frigo, posarlo sulla tavola leggermente infarinata, e sgonfiarlo bene per far uscire i gas della lievitazione.
    Stendere col mattarello un rettangolo alto circa 1 cm.
  • 4. Riprendere il panetto di burro dal frigo e posizionarlo sul rettangolo di impasto, deve occupare i 2/3 inferiori di questo, facendo bene attenzione a lasciare 1 cm. libero di lato.
  • 5. Piegare sul burro la parte di impasto libera.
  • 6. Sovrapporre ora su questa, la parte di impasto coperta dal burro.

  • 7. Girare ora il panetto di 90°, avendo cura che la parte aperta sia alla vostra destra.
  • 8. Stringere con le dita i bordi della pasta in modo da sigillare il panetto di burro all’interno della sfoglia.
  • 9. Picchiettare ora col mattarello il panetto in modo da distribuire il burro in modo uniforme, e al tempo stesso stenderlo in un rettangolo che abbia il lato corto davanti a voi, ad uno spessore di circa 8 mm.
  • 10. Piegare verso il centro prima il lembo inferiore della sfoglia.
  • 11. Poi quello superiore.
  • 12. Girare il panetto di 90° sempre con il lato aperto alla vostra destra. Chiuderlo bene con le dita, coprirlo con pellicola e metterlo su un vassoio in frigo, a 4/5°, per 40 minuti.

  • 13. Tirar fuori il panetto dal frigo.
  • 14. Togliere la pellicola ed iniziare il secondo giro o, alla francese, "tour simple".
    Stendere un rettangolo con il lato corto davanti a voi, spessore circa 8 mm.
  • 15. Fare di nuovo le piegature, piegare verso il centro prima il lembo inferiore della sfoglia.
  • 16. Poi quello superiore.
  • 17. Girare di 90°, sempre col lato aperto alla vostra destra. Impacchettare e mettere in frigo, 4/5° per 40 minuti.

  • 17 bis. Terza ed ultima girata.
    Tirar fuori il panetto dal frigo e ripetere i giri come ai punti 14, 15, 16 e 17.
    Impacchettare con pellicola e mettere in frigo per l'ultima volta, sempre 40 minuti.


  • 18. Tirar fuori il panetto dal frigo e stenderlo in un rettangolo lungo e stretto, alto 7/8 mm.
    Questa volta lavorarlo col mattarello solo nel senso della lunghezza.
  • 19. Tagliare dei triangoli isosceli con un coltello ben affilato che abbiano una base di 8 o 10 cm. Io ne ho fatti 12 medi (base 8 cm.), e coi ritagli laterali che non erano esattamente triangoli, ci ho fatto dei saccottini.
  • 20. Praticare un taglio di 1 cm e 1/2 circa al centro della base.
  • 21. Formare i croissant ...... tirando leggermente e delicatamente con le mani, più lungo è il triangolo più giri si riescono a fare e più bello viene esteticamente. Si inizia ad avvolgere strettino, partendo dalla base verso la punta e allargando il taglio.
  • 22. La punta si fa in modo di farla capitare sulla parte anteriore e sotto il cornetto, altrimenti in lievitazione o in cottura si solleva.
    Dopo aver arrotolato, curvare leggermente le punte laterali verso di voi. (avrei potuto curvarli di più)

  • 23. Posizionare i croissants sulla placca coperta di carta forno.
  • 24-25. Far lievitare per circa 1 ora e 1/2 a circa 20°, se la temperatura è sotto i 20° ci vorranno 2 ore, e coprire con pellicola.
  • NB: Paola dice che (grazie a sua esperienza e consigli di Katia), che vengono molto meglio se lievitano almeno 2 ore e 1/2, se la temperatura non supera i 20°, anche 3 ore.
  • Aggiornamento tempi lievitazione
    Pennellare con 1 uovo sbattuto, spolverare con zucchero semolato
  • 27. Portare il forno statico a 220°e infornare per 5/6 minuti a questa temperatura.
    Dopodichè abbassare la temperatura del forno a 180°e proseguire fino a cottura completa, circa 7/8 minuti, ma è bene regolarsi dal colore del croissant che deve essere di un bel biondo scuro.
  • 28. Se avremo fatto tutto correttamente, il croissant avrà una sfogliatura ariosa, ben alveolata, non dovrà essere bucato, e la crosta sarà leggera, croccante e friabile.

Se non vogliamo farli lievitare e cuocere possiamo:
Mettere i cornetti appena formati su un vassoio coperto di carta forno, poi
coprire i croissants con pellicola e mettere in freezer. Non appena si saranno
congelati, potranno esser trasferiti in un sacchetto.
Quando si vorrà
cuocerli, basterà scongelarli circa 6 ore prima su una teglia coperta da carta
forno, poi procedere come sopra

Non so se sono venuti veramente perfetti, ma a me sono sembrati meravigliosi e sicuramente li rifarò quanto prima .........................

io appena cotti e raffreddati ne ho messi un po' in freezer così quando c'è desiderio di croissant basta farlo scongelare e gustare



Il giorno dopo erano ancora migliori



Sono fantastici

Grazie Paoletta

Morena che ne pensi ?

E qui due foto della seconda sfornata



sicuramente migliori vero?

Anna hai visto .................... i primi fiori di ciliegio

Continua a leggere....

martedì 24 marzo 2009

Focaccia di patate con verdure

Questa focaccia nasce da una ricetta di Susanna Badì fatta alla prova del cuoco
non è la stessa perchè ho cambiato il ripieno, mi aveva incuriosito la base che ho subito pensato di farla per cena utilizzando ciò che avevo in casa


300gr patate lessate e schiacciate
300gr farina
20gr lievito di birra
latte tiepido quanto basta (circa 60gr)
2 cuccchiai olio
sale

grana
verdure varie
formaggio morbido


Lessare le patate e poi schiacciarle e farle raffreddare, poi amalgamarle con la farina e un po' di sale
sciogliere il lievito nel latte tiepido e poi aggiungerlo al composto di patate e farina, amalgamare bene il tutto aggiungendo anche l'olio, se servisse aggiungere ancora un po' di farina ............. dipende dall'umidità delle patate e dal latte aggiunto



Una volta fatto l'impasto stenderlo subito in una teglia e poi coprire e mettere a lievitare per 30 minuti circa



Mentre il nostro impasto lievita possiamo prepararci le nostre verdurine, devono essere lessate ed insaporite

Io ho utilizato delle cipolle lesse e le patatine restanti, però si possono usare moltissimi ingredienti

Quando il nostro impasto è lievitato, mettere sul fondo una bella manciata di grana e poi incominciare a decorarlo alternando i nostri ingredienti

Io l'ho diviso a metà in una metà ho messo le cipolle e nell'altra le patatine poi ho infilato tante scagliette di formaggio tra una fetta e l'altra, ho messo anche del grana gratuggiato


Ho infornato a 200° per circa 30 minuti, a metà cottura coprire la focaccia perchè altrimenti colora troppo

Servirla tiepida, va bene anche calda appena tolta dal forno, ma si gusta di più un po' tiepida



Ottima per una cena, quasi un piatto unico

Continua a leggere....

giovedì 19 marzo 2009

Tortiglioni e croissant

I pasticcini di sfoglia sono caratterizzati da tanti strati sovrapposti, leggerissimi e friabili

Il cornetto è l'alfiere di quest'impasto: si racconta che durante l'assedio di Vienna del 1686 alcuni panettieri sventarono un attacco ottomano dando un tempestivo allarme .................... per ricordare l'avvenimento crearono poi un dolce la cui forma ricorda la mezzaluna della bandiera turca


In Francia questi pasticcini di sfoglia sono raggruppati nella categoria delle "viennoiseries" (viennesi) e i cornetti si chiamano croissant, cioè mezzelune

Cornetti ne ho già fatti in molte salse, ma questi tratti da " Cucinare con Fantasia" di molti anni fa, mi hanno colpito per la lavorazione un po' insolita

Dose per 30 pasticcini circa

500gr farina
200gr burro
25gr lievito di birra
250gr latte
1 uovo
1 cucchiaio zucchero
sale

Sciogliere il lievito nel latte, poi aggiungere l'uovo, lo zucchero, un pizzico di sale e la farina
Amalgamare tutto velocemente, poi avvolgere l'impasto nella pellicola e metterlo in frigorifero per 10 minuti

Nel frattempo affettare il burro e lasciarlo ammorbidire
Infarinare la spianatoia e stendere la pasta (che avremmo tolto dal frigo) in un rettangolo di 30x40cm circa



Allineare le fettine di burro su metà pasta, lasciando i bordi liberi. Ripiegare il bordo sinistra all'interno, quindi coprire con l'altra metà del rettangolo .............. avremo così chiuso il burro tra i due strati di pasta ....................... schiacciare leggermente con le mani



Stendere di nuovo la pasta e piegare di nuovo a libro il rettangolo in tre parti uguali ............... avendo cura di eliminare la farina in eccesso ............ avvolgere il panetto di pasta in un foglio di pellicola e metterlo a riposare per 15 minuti in frigorifero


Ripetere la piegatura a tre altre due volte, avendo sempre l'accortezza di stendere il panetto di pasta con il dorso rivolta verso di noi
nb: il mattarello deve essere usato senza schiacciare troppo per non stracciare la pasta

Quando avremmo fatto tutta la lavorazione dividere il panetto a metà, avvolgere entrambe le parti nella pellicola e metterle in frigorifero per 10 minuti

Adesso la nostra pasta è pronta per essere utilizzata
Per fare i tortiglioni stendere la pasta sulla spianatoia formando un quadrato di circa 30cm, ........... tagliarlo a strisce larghe 1-1,5cm che dovremmo abbinare a due a due arrotolandole per formare il tortiglione
Saldare le estremità ad anello e poi piegare l'anello al centro in modo da formare un "8"


Poi sistemare i tortiglioni sulla placca e mettere a lievitare per circa 30 minuti
guarnire di crema (abbastanza densa) le due cavità centrali di ogni pasticcino
Mettere a cuocere in forno caldo a 240° per circa 10-15 minuti
Si possono fare anche dei croissant
stendere la pasta e poi tagliarla a spicchi e formare i croissant ................. mettere a lievitare e poi cuocere a 240° per 10 minuti circa



Ecco qui i nostri pasticcini

L'interno meraviglioso


Oggi è la "festa del papà"

auguri a tutti i papà


Notizie e curiosità tratte da "Cucinare con fantasia"
Continua a leggere....
Related Posts with Thumbnails