mercoledì 6 maggio 2009

Noi trentini ........

Certo io mi rilasso in cucina tra pane, brioche e pasticceria in generale .................. ma permettetemi oggi di dare risalto ad un articolo che Anna, amica carissima mi ha fatto notare
.................... non voglio fare commenti l'articolo è chiaro, sono orgogliosa di essere trentina, testarda e ........... montanara

http://www.unita.it/rubriche/Camilleri

I trentini sono schivi e saggi.
E se annettessimo l'Italia a Trento?

Camilleri, Trento non è più Italia. Avevamo fatto tanto per riannetterla allo stivale. Fatica sprecata. A Trento, infatti, i sondaggi con i quali «papi» si attribuisce un televisivo 75 per cento, evaporano. 64,4 al centro sinistra, 20,6 al Pdl: voti usciti dall’urna, non dal televisore. Difficile dire se simile tendenza evidenzi gli umori carsici del Paese. Certo è che questo voto ha l’aria di assomigliare al cigolio che si avverte nei film gialli, quando la suspense raggiunge l’acme. E con il cigolio, il regista vuole che lo spettatore non sia colto impreparato.

Il risultato di Trento è stato, prima ancora che una schiacciante vittoria del centro sinistra, una gran brutta sberla per il Pdl che scivola al terzo posto tra i partiti in lizza. E i soliti venditori di fumo, Capezzone, Gasparri, Cicchitto e compagnia, se ne sono stati zitti; né hanno tentato di minimizzare la sconfitta, sostenendo che si trattava di amministrative senza importanza. Corrono brutti tempi per gli spacciatori quotidiani del Pdl, costretti a un quaresimale silenzio, vuoi per l’imbarazzante secondo divorzio di «papi» Berlusconi, vuoi per questo risultato elettorale. I trentini sono schivi, saggi e con i piedi per terra. Sanno benissimo che al di là dei fuochi di artificio berlusconiani, c’è una realtà che ogni giorno diventa più dura e difficile. Ragionano con la loro testa e capiscono che le cortine fumogene non riusciranno a nascondere gli effetti concreti sull’economia reale delle previsioni europee a meno di quattro, 4 per cento di Pil, e a più 113 per cento di debito pubblico. E che se non ci si da da fare, almeno localmente, con una buona amministrazione, si rischia grosso. Nel 1915-18 facemmo una guerra per l’annessione di Trento all’Italia. Che si può fare oggi perché l’Italia tutta sia annessa a Trento?

E se poi volete potete sbirciare anche qui
come si sta cadendo in basso !!!!!!

Berlusconi, gaffe con la Beltrami"Posso palpare?" - Video
di Andrea Selva e Pierluigi Depentori

Stampa tutto il post

4 commenti:

  1. Come dice Camilleri, dovremmo annettere l'Italia al Trentino.
    Parole sante!
    Baci carissima

    RispondiElimina
  2. Bellissima citta' Trento, mai stata, ma abbiamo dei nostri amici napoletani e anche delle bellissime foto del posto.Abbiamo anche i parenti di Mio marito.. che ora non c'e' piu'.Sono stata una volta ad Udine.Esattamente a Precenicco, mia suocera era di Teor.Ora condivido pienamente il tuo discorso e sono daccordissimo...non lasciamoci imbambolare!!!

    RispondiElimina
  3. Scusa l'errore grossolano per la regione friuli venezia giulia con quella del trentino alto adige, dove abbiamo alcuni amici nostri e precisamente a mezzolombardo , spero di non aver detto un 'altra baggianata :-))ciao Annamaria

    RispondiElimina
  4. Un salutone

    @ Anna
    carissima grazie d'avermi fatto notare quest'articolo, certo siamo solo una piccola parte d'italiani però in questo momento è importante anche il nostro piccolo voto

    @ Annamaria
    @ abbi fiducia nel signore
    cara grazie del tuo intervento e di ciò che hai voluto condividere con me, non preoccuparti se hai confuso le città avevo capito il tuo pensiero e chissà che un giorno tu non possa arrivare a visitare anche Trento

    smack Manu

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti e se scrivete come anonimi firmatevi è più carino per me rispondervi

Related Posts with Thumbnails